Struttura familiare legato alla pressione alta negli uomini afro-americani

Marzo 17, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

In uno studio su uomini afro-americani, i ricercatori del National Institutes of Health hanno scoperto che i ragazzi che sono cresciuti in case con due genitori avevano meno probabilità di avere la pressione alta in età adulta rispetto a quelle sollevate da un solo genitore. Riportato in 12 DICEMBRE 2013, numero della rivista Hypertension, questo è il primo studio di una popolazione afro-americano per documentare una associazione tra le modalità di vita familiari infanzia e la pressione sanguigna.

"La struttura della famiglia è tra un gran numero di influenze ambientali che, insieme ai nostri geni, aiuta a determinare la nostra salute come gli adulti", ha detto Dan Kastner, MD, Ph.D., direttore scientifico, umano National Research Institute Genome (NHGRI). "Questo studio rende importanti osservazioni sulla vita domestica che possono influenzare la suscettibilità a malattie complesse più tardi nella vita."

I ricercatori NHGRI e del National Institute on Minoranza Salute e la salute disparità (NIMHD), entrambe le parti del NIH, condotto lo studio.




I ricercatori hanno analizzato i tassi di pressione sanguigna e l'incidenza di ipertensione, un persistente stato di alta pressione sanguigna, in un gruppo di 515 uomini afro-americani iscritti alla Howard University Family Study (HUFS). Lo studio NIH-finanziato condotta nel 2000 ha prodotto un archivio di informazioni storia sanitaria di un gruppo di famiglie afro-americane dalla zona metropolitana di Washington, DC.

Secondo lo studio, gli uomini afro-americano che è cresciuto in una famiglia con entrambi i genitori avevano una pressione sanguigna significativamente più basso da adulti rispetto agli afro uomini americani che sono cresciuti in una famiglia con un solo genitore, indipendentemente dal fatto che il genitore era un madre o il padre. I ricercatori hanno visto gli effetti sulla salute più positivi negli uomini che hanno vissuto con entrambi i genitori per una a 12 anni. Questo gruppo di adulti ha avuto la possibilità 46 per cento più basso di una diagnosi di ipertensione rispetto agli adulti che per quegli anni sono state sollevate da un solo genitore.

L'ipertensione è alla base di una serie di condizioni di pericolo di vita, tra cui le malattie cardiache, ictus, infarto e malattie renali. Dieta, stile di vita sedentario e l'obesità contribuiscono al rischio di ipertensione, ma i ricercatori pensano anche la genetica gioca un ruolo importante.

Circa un terzo degli adulti americani soffrono di ipertensione. Il carico è notevolmente maggiore nella comunità afro-americana, in cui la condizione colpisce il 39 per cento degli uomini e il 43 per cento delle donne.

Tra le varie spiegazioni possibili per i loro risultati, i ricercatori hanno offerto che rispetto ai bambini che risiedono con i due genitori, quelli che vivono con le loro madri sole sono circa tre volte più probabilità di vivere in povertà. Altri studi hanno collegato i tassi di pressione sanguigna con gli aspetti socio-economici dell'infanzia, tra cui reddito familiare e l'educazione dei genitori e l'occupazione. I risultati riportati in questo studio retto, però, dopo Debbie Barrington, Ph.D., l'autore principale e un ricercatore senior fellow NIMHD, rappresentato statisticamente per questi fattori.

"Essere da un unico genitore mette veramente i bambini in condizioni di svantaggio in termini di risorse che sarebbero a loro", ha detto Charles Rotimi, Ph.D., co-autore e ricercatore senior in Inherited Disease Research Branch del NHGRI e direttore del trans-NIH Centro per la Ricerca sulla Genomica e Salute Globale (CRGGH). "Il nostro studio non è un atto d'accusa di famiglie con un solo genitore. Genitori singoli, tuttavia, può lottare di più per mantenere le cose insieme, e questo può essere un impatto figli in modo che poi si manifestano come malattie inizio dell'adulto."

Gli autori suggeriscono che vivono con entrambi i genitori nei primi anni di vita può rappresentare un'opportunità importante quando i bambini sviluppano meccanismi biologicamente protettivi che durano per tutta la vita. Nel tentativo di far luce sui meccanismi molecolari potenziali, gli investigatori stanno conducendo ricerche per comprendere il ruolo che il DNA incrementale messa a punto, o epigenetica, impatti il ​​modo diverse cellule si comportano o si trasformano in tutta la durata della vita di un individuo.

Sono necessarie ulteriori ricerche in contesti diversi per confermare che le modalità di vita familiari negativamente influenzare i risultati di salute dei bambini più tardi nella vita. I ricercatori sperano che la loro studio verrà replicato su scala più ampia in popolazioni di etnicamente diversi uomini e donne.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha