Studio Animal rileva anti-HIV anello vaginale può prevenire la trasmissione del virus

Marzo 31, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

In uno studio pubblicato 5 settembre a Science Translational Medicine, gli scienziati Population Council scoperto che un anello vaginale rilasciando un farmaco anti-HIV può prevenire la trasmissione di SHIV nei macachi. Questo studio fornisce i primi dati di efficacia relativo alla fornitura di un microbicida da un anello vaginale, e indica forte potenziale per il successo di tali anelli nelle donne. Microbicidi sono composti che possono essere applicate all'interno della vagina o nel retto per la protezione contro le infezioni trasmesse sessualmente (STI), compreso l'HIV.

"Questo studio proof-of-concept conferma che l'investimento in anelli vaginali come un sistema di consegna per la prevenzione dell'HIV sta pagando", ha detto Naomi Rutenberg, vice presidente e direttore del programma di HIV e AIDS del Population Council. "I nostri risultati mostrano che gli anelli in grado di fornire un farmaco anti-HIV per prevenire l'infezione."

In questo studio, gli scienziati del Consiglio hanno esaminato se gli anelli vaginali contenenti MIV-150, un inibitore della trascrittasi inversa non-nucleosidico della proprietaria, potrebbero impedire la trasmissione del virus dell'immunodeficienza. Macachi hanno ricevuto o MIV-150 anelli vaginali o anelli vaginali placebo e poi sono stati esposti ad una dose singola di SHIV, un virus che combina geni da HIV e SIV (la versione scimmia dell'HIV). Test droga negli animali è importante per garantire il massimo livello di sicurezza e di costruire la base di conoscenze per la potenziale efficacia negli esseri umani.




I macachi hanno ricevuto MIV-150 anelli vaginali a base di etilene vinil acetato (EVA) o due settimane o 24 ore prima dell'esposizione al SHIV. Gli anelli sono stati rimossi o immediatamente prima o due settimane dopo l'esposizione a SHIV. Il tempo di inserimento dell'anello rispetto all'esposizione virus è stato variato per verificare che fornisca una migliore protezione: continuato presenza di farmaco nel tessuto nel tempo o un alto tasso di rilascio del farmaco che si verifica subito dopo l'inserimento dell'anello.

Anelli MIV-150 EVA fornito protezione altamente significativo se inserito due settimane o 24 ore prima dell'esposizione virus. Due di 17 macachi con MIV-150 anelli EVA è stato contagiato, rispetto al 11 del 16 con anelli placebo, che rappresenta la protezione 83% dal virus (p = 0,0013). Tuttavia, la protezione è stata persa quando gli anelli sono stati rimossi solo prima dell'esposizione virus: In questo scenario, 4 su 7 scimmie sono stati infettati, che rappresenta una protezione del 16%.

"Siamo rimasti sorpresi che gli anelli hanno dovuto rimanere in vigore dopo l'esposizione per essere efficace," ha dichiarato Tom Zydowsky, scienziato di punta e maggiore co-autore dello studio. "In studi precedenti di un gel Population Council contenente MIV-150 e un altro farmaco, abbiamo scoperto che il gel ha fornito protezione quando applicato 24 ore prima sfida virus, ma era meno efficace se applicato solo dopo sfida virus. Abbiamo pensato che l'anello usato questo studio potrebbe solo bisogno di essere presenti prima sfida virus. Abbiamo scoperto che è fondamentale per l'anello di essere presente anche dopo l'esposizione al virus ".

Il sistema di erogazione anello vaginale può affrontare un ostacolo che ha impedito alcuni microbicidi candidati in forma di gel: garantire che gli utenti di aderire al regime posologico raccomandato. Con un anello, le donne non dovrebbero ricordarsi di utilizzare il prodotto su base giornaliera o coitally-dipendente. In ultima analisi, il Population Council sta lavorando per un anello che le donne possono inserire e lasciare in posa per un massimo di tre mesi, che possono essere preferibili e più facile per alcune donne da usare e più efficace utilizzo effettivo di un gel.

"Questo studio fornisce non solo proof-of-concept per gli anelli, ma si espande anche possibili opzioni microbicidi dandoci nuove interessanti dati sulla efficacia di anti-retrovirale MIV-150. Come abbiamo imparato qui, MIV-150 è altamente efficace a prevenire l'infezione quando viene rilasciato da un anello ", ha aggiunto Melissa Robbiani, direttore Population Council della ricerca biomedica sull'HIV e un ricercatore di piombo e di alto livello co-autore dello studio.

In precedenti ricerche, gli scienziati hanno scoperto che Population Council aggiunta di acetato di zinco, un ampio spettro agente antivirale, di un gel vaginale MIV-150 ha ampliato in modo significativo la sua protezione per combattere le malattie sessualmente trasmissibili come HSV-2, oltre ad esporre una maggiore attività contro l'HIV. Questi risultati suggeriscono anche che quando usato in combinazione con acetato di zinco, la dose di MIV-150 può essere abbassato e ancora fornire una protezione HIV efficace per le donne. Il Consiglio sta già testando anelli che uniscono basse dosi di MIV-150 con acetato di zinco. Caricamento anelli vaginali con composti addizionali potrebbe portare ad un anello accessibile vaginale che impedisce le malattie sessualmente trasmissibili più - come l'HIV, HPV, e HSV-2 - così come la gravidanza non pianificata.

Questo studio è stato sostenuto dagli Stati Uniti per lo sviluppo internazionale, il Ministero degli Affari Esteri svedese, l'Agenzia svedese per la cooperazione internazionale allo sviluppo, e il National Institutes of Health.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha