Studio conferma che i FANS di trattamento può ridurre il rischio di cancro colorettale

Aprile 7, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Uno studio di pazienti Medicare con osteoartrosi fornisce ulteriori prove che i farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS) come l'aspirina riduce il rischio di cancro del colon-retto. Precedenti indagini di impatto dei farmaci per lo sviluppo del tumore non poteva escludere la possibilità che un effetto protettivo osservato è stato causato da altre misure sanitarie preventive. I ricercatori di notare, tuttavia, che i farmaci più sicuri sono necessari prima terapia preventiva regolare può essere raccomandato.

"Questa è una buona notizia per le persone che assumono FANS regolarmente per l'artrosi", dice Elizabeth Lamont, MD, MS, del MGH Cancer Center, autore principale dello studio. "Anche se i pazienti sono esposti a rischi come sanguinamento o danno renale da questa terapia, probabilmente sono a un minor rischio di sviluppare il cancro del colon-retto". A causa dei rischi posti dal dosaggio utilizzato per trattare l'osteoartrosi, lei ei suoi co-autori sottolineano che attualmente disponibili FANS non deve essere utilizzato esclusivamente per prevenire il cancro.

Trials randomizzati precedenza chiaramente dimostrato che il trattamento con FANS può prevenire lo sviluppo di polipi colorettali precancerose, ma se tale terapia riduce anche il rischio di cancro colorettale invasivo non è ancora stata confermata. Quelle prove utilizzate relativamente basse dosi di aspirina e non hanno mostrato differenze significative nei tassi di cancro del colon-retto tra i gruppi di aspirina e placebo. Mentre molti studi osservazionali hanno mostrato un effetto protettivo dei FANS contro il cancro del colon-retto, l'interpretazione di alcuni di questi risultati potrebbe essere stato offuscato da altri comportamenti salutari dei partecipanti.




"Sarebbe l'ideale per condurre uno studio clinico randomizzato - in cui la metà dei pazienti ricevono FANS a dosi superiori a quelle usate negli studi e mezzo precedenti ricevere placebo -. E seguire entrambi i gruppi per molti anni per la prova di cancro, ma questi studi sono costosi, richiede tempo, e potrebbe presentare rischi per la salute reali ai partecipanti. Pertanto, abbiamo approfittato di un 'esperimento' naturale confrontando i dati di pazienti noti per prendere regolarmente quantità più elevate di FANS con quello di soggetti che ricevevano dosi più basse al fine di valutare alcun effetto sul rischio di cancro del colon-retto ".

In primo luogo i ricercatori hanno esaminato i dati del 1993-1994 Nazionale Ambulatory Medical Care Survey, in cui i medici riportano sulle diagnosi e dei trattamenti prescritti a pazienti visitati nel corso di una settimana selezionata in modo casuale. Questi risultati hanno verificato che i pazienti anziani con osteoartrite sono stati più di quattro volte più probabilità di prendere FANS come lo erano quelli senza osteoartrite. Hanno poi analizzato le informazioni dalla sopravvivenza Epidemiologia e risultati finali (SEER) del programma -Medicare, studiano gruppi di pazienti Medicare anziani con e senza cancro colorettale, per la ricerca di associazioni con l'uso di FANS.

Confrontando le informazioni su 4.600 individui con cancro del colon-retto per i dati da 100.000 controlli, hanno scoperto che una storia di osteoartrite è stata associata con una riduzione del 15 per cento la probabilità di una diagnosi di cancro del colon-retto. Un'associazione simile è stata osservata quando la sostituzione totale del ginocchio è stato utilizzato come marcatore per il trattamento con FANS.

"L'entità della riduzione del rischio di cancro del colon-retto tra i pazienti con e senza l'artrosi è del tutto coerente con la riduzione del rischio per i polipi precancerosi riportati negli studi clinici di FANS", dice Lamont. "Conferma questa associazione sostiene la necessità di ulteriori ricerche per identificare gli agenti FANS abbastanza sicuri da utilizzare per regolare, terapia preventiva dalla popolazione in generale."

L'attuale studio, condotto da un Massachusetts General Hospital (MGH) medico, appare nel agosto 2007 Journal of General Internal Medicine.

Lamont è un assistente professore di Medicina e Sanità Politica presso la Harvard Medical School. Co-autori di questo studio, che è stato sostenuto da una sovvenzione da parte del National Cancer Institute, sono Lauren Dias, MD, North Shore Medical Center, e Diane Lauderdale, PhD, Università di Chicago.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha