Studio di aumento dell'HIV in Pakistan potrebbe beneficiare altre ricerche

Giugno 24, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I tassi di HIV sono aumentati in popolazione generale del Pakistan, come il virus si è diffuso oltre i gruppi a rischio per le donne ei loro figli, secondo un team internazionale di ricercatori, tra cui uno scienziato dell'Università della Florida.

I ricercatori sollevano la preoccupazione che la trasmissione nei sottogruppi nella popolazione generale del Pakistan può servire come indicazione che il virus potrebbe diffondersi in popolazioni all'interno vicino Afghanistan. Risultati epidemiologici del team sono stati pubblicati a luglio sulla rivista PLoS One.

La tecnica usata per capire le forze che guidano l'epidemia di HIV in Pakistan potrebbe anche aiutare i professionisti sanitari a comprendere e intervenire in altri focolai di malattie mortali, ovunque si verifichino, dicono i ricercatori.




"Sono le tensioni in Pakistan e in Afghanistan di due diverse origini epidemiche, o sono gli stessi? E 'una domanda importante", ha detto la carta dell'autore Marco Salemi, un UF College of Medicine professore e membro della UF Emerging patogeni Institute e l'UF Genetics Institute. "Prova genetica può essere usato per testare come le diverse popolazioni si intersecano. Come potete immaginare, i dati comportamentali è difficile da ottenere in alcuni paesi, e questo è il motivo per cui gli strumenti molecolari sono importanti."

Salemi ha analizzato sequenze di DNA di campioni di sangue da tre gruppi sieropositivi: i consumatori di droghe per via endovenosa, gli uomini che hanno rapporti sessuali con gli uomini, e le donne che sono diventate contagiate dai coniugi bisessuali. Esaminando la composizione evolutiva di ceppi di HIV, dicono gli scienziati uno dei fattori più forti della diffusione della malattia è attraverso uomini che dormono con i consumatori di droga per via endovenosa di sesso maschile.

Lo studio è stato condotto da scienziati della Aga Khan University e Dow University of Health Sciences, entrambe a Karachi, la capitale del Pakistan, e il team è parte di un più ampio consorzio di ricercatori di tutto il mondo, che hanno pubblicato lo scorso anno, che documenta ulteriormente la diffusione del virus HIV in paesi a maggioranza musulmana. Gli scienziati dicono che continueranno il lavoro epidemiologico in Afghanistan.

Raccolta di informazioni da studi molecolari è essenziale anche per integrare le informazioni che possono non necessariamente essere accurate, veritiere o, dalle interviste di persona.

"Queste domande sono molto sensibili e la maggior parte dei comportamenti di cui ci occupiamo, anche nei paesi al di fuori del Medio Oriente, sono comportamenti illegali", ha detto Willi McFarland, direttore della Sezione di Epidemiologia HIV presso il Dipartimento di San Francisco della sanità pubblica.

McFarland è un autore di un PLoS One carta apparso anche questa estate. Tale ricerca è stata condotta da scienziati del ramo Qatar di Weill Cornell Medical College, che ha esaminato più piccoli studi provenienti dal Medio Oriente e Nord Africa di uomini che nascondeva la propria sessualità per paura di essere perseguito.

Nonostante alcune limitazioni sociali e legali che possono rendere la conduzione di studi analoghi difficile in alcune parti del mondo, McFarland dice la fiducia e riservatezza stabilito tra i medici ei loro pazienti hanno dimostrato cruciale nel fornire le informazioni demografiche necessarie per condurre studi internazionali come questi.

"Nonostante le conseguenze giuridiche, il paziente-rapporto medico sembra essere rispettato", ha detto McFarland.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha