Studio esamina gli esiti neurologici per i trattamenti TBI

Marzo 24, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Nei pazienti con una lesione cerebrale traumatica (TBI), né l'amministrazione della ormone eritropoietina (EPO), o il mantenimento di una concentrazione di emoglobina superiore attraverso la trasfusione di sangue provocato migliore outcome neurologico a 6 mesi, secondo uno studio nel numero di luglio 2 di JAMA . Trasfondere a concentrazioni di emoglobina superiori è stato associato ad un più alto rischio di eventi avversi.

I pazienti con grave trauma cranico comunemente sviluppare anemia. Per i pazienti con lesioni neurologiche, l'anemia è una potenziale causa di lesioni secondarie, che possono peggiorare i risultati neurologici. Il trattamento di anemia può includere trasfusioni di globuli rossi o la somministrazione di eritropoietina. Ci sono poche informazioni circa l'effetto di eritropoietina o una soglia trasfusionale elevato di emoglobina (se la concentrazione di emoglobina scende al di sotto di un certo livello, viene eseguita una trasfusione), dopo un trauma cranico, in base alle informazioni in questo articolo.

Claudia S. Robertson, MD, del Baylor College of Medicine, di Houston, e colleghi hanno condotto uno studio randomizzato clinico che ha incluso 200 pazienti (eritropoietina, n = 102; placebo, n = 98), con un trauma cranico chiuso in unità di terapia intensiva neurochirurgia in due centri traumatologici I livello US tra maggio 2006 e agosto 2012. I pazienti sono stati arruolati entro 6 ore dal trauma e ha dovuto essere in grado di seguire i comandi dopo la stabilizzazione iniziale. L'eritropoietina o placebo sono stati inizialmente dosati al giorno per 3 giorni e poi ogni settimana per 2 settimane (n = 74). C'erano 99 pazienti assegnati a una soglia di emoglobina trasfusione di 7 g/dL e 101 pazienti assegnati a 10 g/dL.




Nel gruppo placebo, 34 pazienti (38,2 per cento), recuperato a un esito favorevole (definito come un buon recupero e la disabilità moderata, come misurato da un inventario di valutazione funzionale) rispetto ai 17 pazienti (48,6 per cento) nel gruppo eritropoietina 1 (primo regime di dosaggio ) e 17 pazienti (29,8 per cento) nel gruppo eritropoietina 2 (secondo regime di dosaggio). Trentasette pazienti (42,5 per cento) assegnati alla soglia trasfusione di 7 g/dL recuperati ad un esito favorevole rispetto ai 31 pazienti (33,0 per cento) assegnati alla soglia trasfusione di 10 g/dL.

C'era una maggiore incidenza di eventi tromboembolici per la soglia trasfusione di 10 g/dL (21,8 per cento) vs (8,1 per cento) per la soglia di 7 g/dL.

"Tra i pazienti con trauma chiuso testa, né la somministrazione di eritropoietina né mantenere la concentrazione di emoglobina di almeno 10 g/dL ha determinato una migliore outcome neurologico a 6 mesi. Questi risultati non supportano l'approccio nei pazienti con lesioni cerebrali traumatiche," gli autori conclude.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha