Studio Eye trova due terapie lenta progressione della malattia oculare diabetica

Marzo 19, 2016 Admin Salute 0 5
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Negli adulti ad alto rischio con diabete di tipo 2, i ricercatori hanno scoperto che due terapie possono rallentare la progressione della retinopatia diabetica, una malattia degli occhi che è la principale causa di perdita della vista in età lavorativa americani.

Intensivo controllo della glicemia riduce la progressione della retinopatia diabetica rispetto al controllo standard di zucchero nel sangue, e la terapia di combinazione dei lipidi con un fibrato e statine anche ridotto la progressione della malattia rispetto alla terapia con statine solo. Tuttavia, il controllo della pressione arteriosa alta intensità fornito alcun beneficio aggiuntivo per i pazienti rispetto al controllo standard della pressione arteriosa.

I risultati dell'azione di controllo del rischio cardiovascolare nel diabete (ACCORD) Eye Study, sostenuto dal National Institutes of Health, sono stati recentemente pubblicati nel New England Journal of Medicine (NEJM) e presentati in occasione del 70 ° Sessione Scientifica della American Diabetes Association.




"Questo è il più grande studio finora esaminato gli effetti di zucchero nel sangue, terapia di combinazione dei lipidi, e il controllo della pressione arteriosa sulla prevenzione della progressione della retinopatia diabetica con fotografie della retina", ha dichiarato Walter T. Ambrosius, Ph.D., professore di biostatistica scienze della Divisione di Scienze della Salute Pubblica alla Wake Forest University Baptist Medical Center, e investigatore principale del centro di coordinamento dello studio ACCORD Eye. "Molte persone con diabete hanno problemi microvascolari, che può provocare problemi con i reni e l'amputazione delle dita e dei piedi, e l'unico posto che si può osservare direttamente il microcircolo è nella parte posteriore degli occhi. Quello che abbiamo visto negli occhi è potenzialmente un indicatore di quanto avviene in altre parti del corpo. "

Wake Forest Baptist è stato coinvolto in molti modi con lo studio ACCORD multi-sito che funge da centro di coordinamento, un centro clinico, e come capo di sud-est di rete centro clinico dello studio, sotto la guida di David C. Goff, Jr., Ph .D., un professore e presidente di epidemiologia e prevenzione, anche nella Divisione di Scienze della Salute Pubblica.

"Lo studio ACCORD Eye indica chiaramente che il controllo glicemico intensivo e trattamento fibrato aggiunti alla terapia con statine riduce separatamente la progressione della retinopatia diabetica," ha detto Emily Chew, MD, presidente della Eye Study e capo degli studi clinici Filiale della Divisione di Epidemiologia e applicazioni cliniche presso il National Eye Institute (NEI). "I principali risultati ACCORD hanno mostrato che il trattamento con fibrati aggiunto alla terapia con statine è sicuro per i pazienti come quelli coinvolti nello studio. Tuttavia, il controllo intensivo della glicemia a livelli normali di glucosio vicino ha aumentato il rischio di morte e di grave ipoglicemia, per cui i pazienti e la loro i medici devono prendere questi rischi potenziali in considerazione in sede di attuazione di un piano di trattamento del diabete. "

Lo studio ACCORD è stato un trial clinico di riferimento che ha incluso 10.251 adulti con diabete di tipo 2 che erano a rischio particolarmente elevato di infarto, ictus o morte cardiovascolare. Lo studio ha valutato tre strategie intense rispetto ai trattamenti standard per ridurre i rischi cardiovascolari associati al diabete.

Trattamenti intensivi incluso il controllo di zucchero nel sangue a livelli quasi normali, il controllo della pressione arteriosa a livelli normali, e il trattamento combinazione di lipidi nel sangue con fenofibrato e simvastatina rispetto al trattamento standard con sola simvastatina. Trattamento Fenofibrato riduce i trigliceridi e aumenta il "buono" lipoproteine ​​ad alta densità (HDL) i livelli di colesterolo, mentre simvastatina riduce i livelli di lipoproteine ​​(LDL) del colesterolo a bassa densità "cattivi". Tutti i partecipanti sono stati arruolati nello studio di zucchero nel sangue e sia la pressione del sangue o di prova dei lipidi.

Lo studio ACCORD Eye coinvolto un sottoinsieme di 2.856 partecipanti. I ricercatori hanno analizzato gli effetti delle strategie di trattamento sui vasi sanguigni negli occhi, individuando la progressione della retinopatia diabetica in quattro anni. La retinopatia diabetica è una malattia in cui i vasi sanguigni in fotosensibile tessuto retinico dell'occhio sono danneggiati dal diabete. I vasi sanguigni possono cominciare a perdere, provocando gonfiore nella retina, e anormali nuovi vasi sanguigni in grado di sviluppare, sia causando la perdita della vista. Nello studio, la progressione della malattia è stato identificato attraverso le fotografie della retina che indicavano sangue cambiamenti dei vasi o dalla necessità di laser o chirurgia oculare per il trattamento di vasi sanguigni anomali.

Rispetto al controllo della glicemia normale, controllo intensivo ha ridotto la progressione della retinopatia diabetica di circa un terzo, dal 10,4 per cento al 7,3 per cento, più di quattro anni. I partecipanti al gruppo di controllo intensivo ha avuto una mediana livello di zucchero nel sangue di 6,4 per cento di emoglobina A1c - un livello vicino ai valori nelle persone senza diabete. Il gruppo di controllo di zucchero nel sangue normale mantenuto un livello medio di 7,5 per cento.

"Precedenti studi clinici hanno mostrato gli effetti benefici di intenso controllo della glicemia sul rallentamento della progressione della retinopatia diabetica nei pazienti con diabete di tipo 1 o diabete di nuova diagnosi di tipo 2", ha detto il direttore NEI Paul A. Sieving, MD, Ph.D. "Lo studio ACCORD Eye espande questi risultati a un numero maggiore di adulti che hanno avuto il diabete di tipo 2 per una media di 10 anni, e dimostra che i benefici degli occhi della riduzione del glucosio di sotto dei livelli stabiliti in precedenza."

Inoltre, rispetto al solo trattamento con simvastatina, la terapia lipidica combinazione con fenofibrato più simvastatina anche ridotto la progressione della malattia di circa un terzo, dal 10,2 per cento al 6,5 per cento, in quattro anni. Nessuno studio clinico preliminare ha mostrato che la combinazione di fenofibrato e simvastatina riduce diabetica progressione della malattia dell'occhio.

Non ci sono state differenze nella progressione della retinopatia diabetica tra i partecipanti trattati secondo una intensa pressione arteriosa sistolica (numero in alto in una lettura) target inferiore a 120 mm Hg rispetto ai pazienti trattati per un target standard inferiore a 140 mm Hg.

"I risultati dello studio ACCORD Eye sono entusiasmanti, e hanno fornito informazioni nuove e utili agli oculisti che gestiscono pazienti con retinopatia diabetica", ha detto Craig M. Greven, MD, professore e presidente del Dipartimento di Oftalmologia alla Wake Forest Baptist e consulente lo studio ACCORD Eye. "Non vediamo l'ora di usare questi risultati per migliorare i risultati e prevenire la perdita visiva nei nostri pazienti."

Nello studio ACCORD principale, nessuna delle tre strategie di trattamento ha determinato una significativa diminuzione dei tassi combinati di attacco di cuore, ictus o morte cardiovascolare rispetto ai trattamenti standard. Tuttavia, nel corso degli anni circa tre e mezzo di follow-up, i partecipanti al gruppo di zucchero nel sangue intensiva avevano un rischio 22 per cento più elevato di morte (5,0 per cento contro 4,0 per cento) e un rischio tre volte maggiore di zucchero nel sangue seriamente bassa ( 10,5 per cento contro 3,5 per cento) rispetto ai partecipanti del gruppo di controllo di zucchero nel sangue normale.

Lo studio ACCORD è iniziata nel 2001, ed i partecipanti sono stati trattati e monitorati per una media di cinque anni. I risultati della sperimentazione clinica di zucchero nel sangue sono stati segnalati nel 2008, quando la terapia intensiva di zucchero nel sangue è stato interrotto 18 mesi presto a causa di un aumentato rischio di morte in quel gruppo di trattamento rispetto al gruppo di controllo di zucchero nel sangue normale. I risultati della pressione del sangue e la sperimentazione clinica di lipidi apparso nel mese di aprile 29, edizione 2010 del NEJM.

"Una questione chiave nello studio ACCORD principale era se il controllo intensivo della glicemia, in precedenza ha dimostrato di ridurre il rischio di malattia microvascolare - tra cui problemi agli occhi -. Nel diabete, ridurrebbe grande nave malattia che causa problemi come attacchi di cuore investigatori stanno continuando a valutare i rischi ei benefici delle strategie di trattamento in questi pazienti ad alto rischio con diabete di tipo 2 ", ha detto Susan B. Shurin, MD, direttore del National Heart, Lung, and Blood Institute, lo sponsor primario dello studio ACCORD. "I medici dovrebbero individuare un trattamento per ogni paziente per prevenire le complicanze, incorporando anche le informazioni relative alle condizioni, come problemi cardiovascolari o visivi. Interventi stile di vita, tra cui l'attività fisica, la perdita di peso e diete sane, in grado di migliorare il controllo del diabete e ridurre l'insorgenza del diabete."

Trova maggiori informazioni su questo studio (NCT00542178) a www.clinicaltrials.gov. Visita www.nei.nih.gov/health/diabetic per ulteriori informazioni su retinopatia diabetica.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha