Studio identifica cause per gli alti tassi di reazioni allergiche nei bambini con allergie alimentari

Maggio 16, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un team di ricercatori della Mount Sinai School of Medicine e altre quattro istituzioni hanno scoperto che i bambini con allergie documentati o potenzialmente latte e/o di uova, le cui famiglie sono stati istruiti su come evitare questi ed altri alimenti, ancora avuto reazioni allergiche a tasso di quasi una volta all'anno. Dei casi gravi, meno di un terzo adrenalina ricevuta, un farmaco usato per contrastare anafilassi, una condizione allergica pericolosa per la vita.

I risultati sono da un consorzio di Food Allergy Research (COFAR) studio in corso che ha seguito più di 500 bambini con allergie alimentari fin dall'infanzia. I risultati dello studio di tre anni appaiono in linea nel 25 giugno questione di Pediatria.

Quasi il 72 per cento dei partecipanti ha sperimentato una reazione, con 1.171 reazioni allergiche in totale. Le reazioni allergiche sono state attribuite a fattori come la mancanza di stretta sorveglianza, travisamento etichette degli ingredienti, la contaminazione incrociata, o errori nella preparazione degli alimenti. Famiglie partecipanti erano stati dati scritti e cibo verbale istruzione evasione, e scritto prescrizioni per adrenalina auto-iniettabile, in anticipo.




"Questo studio rafforza l'importanza di educare i genitori e altri operatori sanitari di bambini con allergia alimentare di evitare cibi allergenici e con adrenalina per trattare le reazioni allergiche alimentari gravi", ha detto Scott Sicherer, MD, Professore di Pediatria e Direttore della Divisione di Allergologia e Immunologia al Mount Sinai School of Medicine. "Dobbiamo lavorare di più per educare i genitori a fondo i dettagli di evasione e di quando e come utilizzare correttamente l'adrenalina per gestire questa condizione pericolosa per la vita."

Circa il 11 per cento dei bambini con esperienza anafilassi, che possono includere sintomi quali gonfiore in gola, asma, improvviso calo della pressione sanguigna, vertigini o svenimenti. I genitori o tutori dei bambini somministrate epinefrina solo nel 30 per cento dei casi di bambini che hanno gravi reazioni al cibo. Gli investigatori hanno trovato i bambini non hanno ricevuto adrenalina perché o il farmaco non era disponibile, o genitori e tutori erano troppo paura di somministrare il farmaco, oppure non ha riconosciuto la reazione così grave e attese per vedere più sintomi.

"Abbiamo trovato un numero significativo di bambini ha ricevuto alimenti allergenici da caregivers altri rispetto ai loro genitori", ha detto Hugh Sampson, MD, Dean per traslazionale Scienze Biomediche, Professore di Pediatria e Direttore del Jaffe Food Allergy Institute della Mount Sinai School of Medicine . "Questo sottolinea la necessità di educare tutti coloro che sono responsabili del bambino, compresi i nonni, fratelli maggiori e insegnanti."

Dr. Sampson è il ricercatore principale per COFAR, che è anche eseguendo numerose prove di trattamento di allergia alimentare.

Lo studio si svolge presso il Mount Sinai Medical Center e gli ospedali di ricerca in Baltimore, MD; Denver, CO; Durham, NC; e Little Rock, Arkansas., con il sostegno del National Institutes of Allergy e malattie infettive (NIAID) dei National Institutes of Health. NIAID conduce e sostiene la ricerca - a NIH, gli Stati Uniti, e in tutto il mondo - per studiare le cause delle malattie infettive e immunomediate, e per sviluppare migliori strumenti di prevenzione, diagnosi e trattamento di queste malattie.

(0)
(0)
Articolo precedente Trileptal

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha