Studio identifica i fattori associati al dolore un anno dopo l'intervento chirurgico del cancro al seno

Giugno 4, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

In uno studio che ha incluso più di 800 donne che avevano subito un intervento chirurgico per il tumore al seno, la maggior parte ha riportato un certo livello di dolore 12 mesi dopo l'intervento chirurgico, e fattori associati a dolore incluso dolore preoperatorio, la chemioterapia, la depressione preoperatoria cronica e dolore nella zona per essere operato, secondo uno studio che appare nel 1 gennaio di JAMA.

"Dolore persistente dopo trattamenti contro il cancro al seno rimane un problema clinico rilevante, nonostante le strategie di trattamento migliori. I dati relativi fattori associati con dolore persistente sono necessari per sviluppare strategie di prevenzione e di trattamento e di migliorare la qualità della vita dei malati di cancro al seno", in base alle informazioni in l'articolo.

Tuomo J. Meretoja, MD, Ph.D., di Helsinki University Central Hospital, Helsinki, in Finlandia, e colleghi hanno esaminato la prevalenza e la gravità e fattori associati con dolore cronico dopo l'intervento chirurgico del cancro al seno e trattamenti. Lo studio ha incluso 860 pazienti di età superiore ai 75 anni con tumore al seno nonmetastasized trattati presso l'Ospedale centrale di Helsinki University 2006-2010. Un questionario è stato inviato a pazienti di 12 mesi dopo l'intervento, con le valutazioni di presenza e l'intensità del dolore.




A 12 mesi dopo l'intervento chirurgico, il 34,5 per cento dei pazienti ha riportato nessun dolore, il 49,7 per cento del dolore lieve, 12,1 per cento dolore moderato, e il 3,7 per cento del dolore severo. I fattori associati al dolore a 12 mesi sono stati dolore cronico preoperatorio, dolore preoperatorio nella zona per essere operato, ascellari dissezione linfonodale, depressione preoperatoria, la chemioterapia e la radioterapia.

"Questi risultati possono essere utili per lo sviluppo di strategie per la prevenzione del dolore persistente dopo il trattamento del cancro al seno. Per identificare i pazienti che potrebbero beneficiare di interventi di prevenzione, è necessario uno strumento di valutazione del rischio", scrivono gli autori.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha