Studio mostra legame tra aumento rapido dei livelli di PSA, la morte per cancro alla prostata

Maggio 6, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Gli uomini che soffrono di un rapido aumento della PSA (antigene prostatico specifico) i livelli durante l'anno prima di una diagnosi di cancro alla prostata sono a un significativo aumento del rischio di morte per cancro alla prostata, anche dopo aver subito una prostatectomia radicale, ricercatori, tra cui William J. Catalona , MD, direttore del Clinical Cancer Prostate Screening Program presso Northwestern Memorial Hospital, hanno trovato.

In uno studio che sarà pubblicato a Giovedi New England Journal of Medicine, i ricercatori hanno scoperto che il tasso di aumento del livello di PSA, o il PSA velocity, prima della diagnosi è stata una più forte indicatore di un eventuale morte per cancro alla prostata rispetto il livello di PSA reale stesso. In particolare, una velocità di PSA annua di oltre 2,0 ng (nanogrammi) per ml era associata ad un significativo aumento del rischio di morte per cancro alla prostata, nonostante una prostatectomia radicale.

"I risultati dello studio indicano che gli uomini con una velocità elevata PSA non dovrebbero essere gestiti da 'vigile attesa' e molti richiedono più di una prostatectomia radicale per prevenire la morte cancro alla prostata", ha detto il dottor Catalona.




I risultati implicano anche che misure di velocità PSA durante l'anno prima della diagnosi di cancro alla prostata può aiutare a identificare la potenziale aggressività dei tumori - quelli con un aumento brusco PSA sono più probabilità di avere un cancro potenzialmente letale, mentre quelli con aumenti più lievi sono più probabilità di avere un cancro meno aggressivo che è più suscettibili di trattamento. Dr. Catalona raccomanda che dal decessi per cancro alla prostata iniziano a verificarsi negli uomini intorno ai 40 anni, gli uomini dovrebbero iniziare a monitorare i loro livelli di PSA a 40 anni per riconoscere un forte aumento.

"Mentre vi consiglio una biopsia con un livello di PSA di 2,5 (ng per ml) o superiore, questo studio ci dimostra che nessun valore singolo di PSA è importante quanto la tendenza", ha detto. "E l'unico modo è possibile riconoscere una tendenza è se il test è fatto presto e ogni anno."

Dr. Catalona, ​​che è anche professore di urologia presso Feinberg School of Medicine della Northwestern University e direttore del Programma di Cancro alla prostata familiare a Robert H. Lurie Comprehensive Cancer Center della Northwestern, ha sviluppato il test PSA come test di screening per il cancro della prostata, che è la causa di secondo principale di morte per cancro negli uomini e uccide quasi 30.000 uomini ogni anno. PSA è una proteina, in questo caso prodotto dalla ghiandola prostatica, e svolge un ruolo nel rendere sperma un liquido quando lascia il corpo. Per la maggior parte, PSA rimane nella prostata ed è nel sangue in quantità malapena misurabili. Ma quando qualcosa va storto nella prostata, PSA perdite nel flusso sanguigno.

Il taglio generalmente accettata per raccomandare una biopsia era inizialmente un PSA di 4.0 o superiore. Mentre vi è stato un certo dibattito nella comunità urologica circa l'orientamento e se il test PSA è un predittore adeguato di cancro alla prostata, il dottor Catalona ha sollecitato un indicatore PSA ancora più basso. Lui ei suoi colleghi hanno scoperto in un precedente studio che oltre il 20% degli uomini con punteggi PSA tra 2,5 e 4,0 hanno il cancro. Egli raccomanda biopsie - prelievo di campioni di tessuto per verificare la presenza di cellule cancerose - essere condotti quando il livello di PSA raggiunge 2.5.

"Il range normale di PSA per gli uomini tra i 40 ei 50 anni è 0,6-0,9, in modo che quando il PSA raggiunge 2.5 o superiore, o quando si è testimoni di un aumento significativo in un breve periodo di tempo, è necessaria una biopsia", ha detto il dottor Catalona . "Questo nuovo studio dimostra che un ripido pendio a quei livelli di PSA è una grande bandiera rossa."

Lo studio di 1.095 uomini con carcinoma prostatico localizzato, condotto con ricercatori di Brigham and Women Hospital e del Dana-Farber Cancer Institute di Boston, Harvard Medical School, Washington University School of Medicine di St. Louis e l'Università del Connecticut, conclude che la PSA velocità è più importante di qualsiasi valore singolo. Pre-trattamento e le informazioni di follow-up è stato compilato dal 1 gennaio 1989 al 1 ° giugno 2002, gli uomini che sono stati trattati con prostatectomia radicale e che hanno partecipato a uno studio di screening della prostata-cancro prospettico diretto dal Dr. Catalona quando era a Barnes Ospedale -Jewish a St. Louis.

Lo studio ha scoperto che gli uomini con una velocità di PSA annua di oltre 2,0 ng per millilitro durante l'anno prima della diagnosi avevano tassi sostanzialmente più elevati di recidiva e morte per cancro alla prostata rispetto agli uomini, con una velocità di PSA annua di 2,0 o meno. Entro sette anni dopo prostatectomia radicale, a seconda del livello di PSA alla diagnosi, categoria tumore clinica e il punteggio Gleason iniziale (un sistema utilizzato per classificare il tessuto del cancro della prostata), fino al 28 per cento degli uomini con PSA velocity annua di 2.0 o superiore sono morti di cancro alla prostata, nonostante in fase di prostatectomia radicale. Mentre il rischio relativo di morte per cancro alla prostata era quasi 10 volte più alta tra gli uomini con PSA velocity pre-operatoria di oltre 2,0 rispetto a quelli con una velocità di 2,0 o meno, lo studio ha rilevato che queste variabili sono stati anche importanti determinanti della il rischio di morte per cancro alla prostata. Pertanto, l'esatto grado di aumento del rischio di morte per cancro alla prostata per un singolo paziente con PSA velocity di oltre 2.0 è impossibile discernere senza considerare anche altri fattori.

I risultati dello studio, in collaborazione con recenti statistiche che mostra in calo i tassi di mortalità da cancro alla prostata, sostengono un approccio più approfondito e aggressivo al test per il cancro alla prostata, il dottor Catalona detto. Morti per cancro alla prostata sono diminuiti di circa il 20% tra i bianchi e circa il 16% tra i neri a partire dalla metà degli anni 1990 dopo l'uso del test PSA si diffuse. Mentre altri fattori, come miglioramento dei metodi di trattamento hanno contribuito a questo declino, è innegabile che la diagnosi precoce e il trattamento sono di vitale importanza.

Anche se questo nuovo studio ha esaminato le possibili implicazioni di una velocità di PSA annua di 2.0 o superiore, il dottor Catalona raccomanda biopsie condotta quando i livelli di PSA aumentano 0,75 ng/ml o più in un anno. Egli ritiene che la bassa soglia PSA velocity sarebbe rilevare non solo i tumori più aggressivi, ma anche quelli più curabili così. Altre indicazioni per una biopsia sono un livello di PSA superiore a 2.5 ng/ml o risultati sospetti per il cancro su un esame rettale digitale. La Comprehensive Cancer Network Nazionale ha recentemente pubblicato le nuove linee guida che suggeriscono biopsie condotte quando il livello di PSA raggiunge 2.5 o la velocità del PSA è di 0,75 o superiore.

"Mentre alcuni medici consiglio vigile attesa, gli uomini che vedo nel mio ufficio hanno lo stesso atteggiamento, come le donne di fronte alla possibilità di cancro al seno: lo vogliono trattati, vogliono è curato e vogliono che sia finita," Dr. Catalona detto. Il rischio di una diagnosi di cancro alla prostata - 1 a 6 - è superiore al rischio 1-in-8 di cancro al seno nelle donne. "E 'ancora un grande problema e uccide un sacco di uomini."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha