Studio mostra No sopravvivenza beneficio per lo screening CT per il cancro del polmone

Aprile 28, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

La prima relazione di uno studio internazionale guardando la tomografia computerizzata (CT) per lo screening attuali o ex fumatori per il cancro al polmone ha rilevato che lo screening non ha ridotto le morti per cancro ai polmoni. Anche se lo screening CT trovato quasi tre volte molti tumori polmonari, come previsto, i ricercatori hanno scoperto che la diagnosi precoce e il trattamento non hanno portato ad una corrispondente diminuzione tumori polmonari avanzati o una riduzione dei decessi per cancro ai polmoni. Lo studio multicentrico, condotto da ricercatori del Memorial Sloan-Kettering Cancer Center, ha trovato alcun vantaggio di utilizzare lo screening CT il attuali o ex fumatori - la popolazione a più alto rischio di sviluppare il cancro ai polmoni. I risultati appaiono nel numero di marzo 7 del Journal of American Medical Association.

"Il nostro è il primo studio a chiedere se la rilevazione molto piccole escrescenze nel polmone con TC è la stessa di intercettare i tumori prima che si diffondano e diventino incurabile. Abbiamo trovato una risposta ed è stato, 'NO'," ha detto Peter B. Bach, MD, MAPP, un medico epidemiologo polmone e al Memorial Sloan-Kettering e primo autore dello studio. "La diagnosi precoce e il trattamento supplementare non ha salvato la vita, ma ha fatto i pazienti sottoposti a trattamenti invasivi e forse inutili."

A partire dal 1998, 3.246 uomini asintomatici e donne con un'età media di 60 anni che aveva fumato o ancora fumato per una media di 39 anni sono stati sottoposti a screening per il cancro del polmone, con state-of-the-art multi-detector CT sia nella Mayo Clinic in Minnesota, la H. Lee Moffitt Cancer Center Research Institute in Florida, o l'Istituto Tumori in Italia. Ogni studio ha fornito una scansione TC iniziale e almeno tre successivi esami annuali. I ricercatori hanno seguito i volontari per vedere quanti avevano tumori individuati con lo screening e quanti avuto un intervento chirurgico per rimuoverli. Hanno quindi utilizzato registri di morte del governo per seguire i partecipanti allo studio, per cinque anni per vedere se sono morti di cancro al polmone. I ricercatori hanno confrontato ciò che hanno visto in che modelli statistici predetto sarebbe accaduto senza screening. I modelli sono stati sviluppati a questo scopo dal Dr. Bach e Colin B. Begg, Ph.D., presidente del Dipartimento di Epidemiologia e Biostatistica al Memorial Sloan-Kettering, e hanno dimostrato di essere precisi in popolazioni di studio come quelli analizzati .




Nel corso degli studi, lo screening ha trovato più di tre volte il numero di tumori al polmone, come il numero che sarebbe stato diagnosticato, senza controlli, e ci sono stati dieci volte il numero di interventi chirurgici eseguiti per il cancro al polmone rispetto a quanto ci si aspettava. Questo significava che come conseguenza diretta della prova, un ulteriore 99 persone sono state diagnosticato un cancro ai polmoni e un ulteriore 98 subito un intervento chirurgico al polmone. Tuttavia, la diagnosi precoce e il trattamento non hanno cambiato il tasso di mortalità. Ci sono stati 38 morti a causa di cancro al polmone, e 39 sarebbero verificati senza di screening.

"Lo scopo dello screening su larga scala è quello di salvare vite umane, ma dopo cinque anni di follow-up, i nostri dati non fornisce alcuna evidenza che lo screening CT impedito morti per cancro ai polmoni", ha detto il dottor Begg, senior autore della carta. "I nostri risultati sono coerenti con i risultati di studi precedenti di cancro al polmone di screening con radiografia del torace, che hanno mostrato alcun beneficio a questo tipo di screening per i fumatori attuali ed ex."

Lo screening CT non è senza rischi. La radiazione può diventare significativo se le scansioni vengono ripetute ogni anno. Perché il test non è molto specifico, è noto per avere risultati positivi falsi, che può portare a ulteriori TAC a dosi di radiazioni pieno e procedure invasive come biopsie polmonari. Questo studio suggerisce anche lo screening CT può portare a ulteriori interventi chirurgici per rimuovere molto piccole escrescenze che sembrano come il cancro ai polmoni, ma non rappresentano una minaccia significativa per la salute del paziente.

"Con il cancro ai polmoni la prima causa di decessi per cancro negli Stati Uniti, la professione medica continua a cercare un approccio efficace e sicuro per prevenire le morti di questa malattia. Secondo il nostro studio, lo screening TC non può essere", ha detto il dottor Bach.

Lo studio è stato co-autore di James R. Jett, MD, e Steven J. Swensen, MD, MMM, della Mayo Clinic; Ugo Pastorino, M.D., del Instituto Tumori; e Melvyn S. Tockman, MD, Ph.D., del H. Lee Moffitt Cancer Center & Research Institute. E 'stato sostenuto da sovvenzioni dal Istituto europeo di Sanità, il Ministero della Salute italiano, il National Cancer Institute, il Dipartimento della Difesa, e fondi delle quattro istituzioni coinvolte.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha