Studio mostra Perché alcuni immunitario Sistemi di Controllo HIV

Aprile 4, 2016 Admin Salute 0 5
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Gli scienziati stanno cominciando a cambiare il loro pensiero sul perché il sistema immunitario della maggior parte delle persone affette da HIV non possono controllare la diffusione del virus, mentre il sistema immunitario di un raro gruppo di individui, chiamati nonprogressors a lungo termine, può. Da qualche tempo, gli scienziati pensavano che le persone che non hanno potuto controllare l'HIV avevano troppo pochi globuli bianchi-HIV combattimento chiamate cellule CD8 + T. Tuttavia, un nuovo studio suggerisce la differenza non è il numero, ma la qualità di queste cellule: sia nonprogressors e altri hanno circa lo stesso numero di HIV-combattono le cellule CD8 + T, ma le cellule dei nonprogressors funzionare meglio.

"Capire i meccanismi con cui il sistema immunitario di nonprogressors a lungo termine controllano l'HIV è importante per il nostro sviluppo di vaccini efficaci", spiega Anthony S. Fauci, direttore dell'Istituto Nazionale di allergie e malattie infettive (NIAID). "Studi come questo, che rivelano le conoscenze di base su come il sistema immunitario interagisce con l'HIV, sono alla base del nostro impegno per la lotta contro questa malattia." I dettagli dello studio, condotto da scienziati NIAID, compariranno il 7 ottobre nel numero in linea avanzata di Nature Immunology.

Invece di attaccare direttamente l'HIV, CD8 + inibiscono il virus diffuso uccidendo altre cellule del sistema immunitario con infezione da HIV. "Da tempo abbiamo saputo che anche i pazienti che non possono controllare l'HIV mantengono un alto numero di HIV-specifiche cellule CD8 + T", dice l'autore senior Mark Connors, MD, del Laboratorio di NIAID di Immunoregulation. Tuttavia, questo studio rappresenta la prima volta gli scienziati hanno osservato una differenza di HIV-specifica risposta CD8 + T-cellule di nonprogressors, dice. Questo studio suggerisce anche un meccanismo in base al quale le cellule CD8 + T di nonprogressors controllo HIV e di quelli della maggior parte delle persone non lo fanno.




Dr. Connors e colleghi hanno esaminato da vicino il sistema immunitario di 40 persone affette da HIV, tra cui un gruppo di circa 15 nonprogressors - le persone che hanno controllato l'HIV fino a 20 anni senza terapia antiretrovirale. I ricercatori hanno trovato alcuna differenza significativa nel numero di HIV-combattimento CD8 + cellule tra nonprogressors e gli altri. Invece, gli scienziati hanno scoperto che le cellule dei nonprogressors "erano più in grado di dividersi e proliferare quando chiamato a entrare in azione; essi producono anche più elevati livelli di una molecola chiamata perforina, che li aiuta a uccidere le cellule infettate con HIV.

"Alcune delle più recenti tecniche utilizzate in questo studio ci ha permesso di vedere le differenze funzionali nelle cellule CD8 + T dei due gruppi", afferma l'autore Stephen Migueles, MD, anche al Laboratorio di NIAID di Immunoregulation. "Le cellule CD8 + T di persone nello studio che non ha il controllo di HIV avevano mantenuto solo una limitata capacità di dividersi e produrre perforina."

Questo risultato è particolarmente importante per le attività di ricerca del vaccino HIV, dice il Dr. Connors, perché molti candidati vaccini contro l'HIV tentano di indurre una forte risposta delle cellule CD8 + T. Le nuove conoscenze sulla funzione delle cellule T CD8 + aperto da questa linea di ricerca potrebbe portare a vaccini preventivi che evitano lo sviluppo di mal funzionamento delle cellule CD8 + T. Inoltre, questa ricerca potrebbe portare a vaccini terapeutici per le persone con infezione da HIV che migliorano la funzione delle loro cellule T CD8 + e il controllo delle infezioni da HIV.

Avanti, il dottor Connors e colleghi in programma di analizzare una gamma ancora più ampia di differenze tra le cellule CD8 + T di nonprogressors e altri con infezione da HIV, cercando di capire che cosa causa la scarsa funzionalità delle cellule T CD8 + maggior parte delle persone con infezione da HIV.

NIAID è un componente del National Institutes of Health (NIH). NIAID supporta la ricerca di base e per prevenire, diagnosticare e trattare le malattie infettive e immunomediate, compreso l'HIV/AIDS e altre malattie sessualmente trasmissibili, la malattia da parte di potenziali agenti di bioterrorismo, la tubercolosi, la malaria, malattie autoimmuni, asma e allergie applicata.

Riferimento: SA Migueles et al. HIV-specifica proliferazione delle cellule T CD8 + è accoppiato ad espressione perforina e mantenuto in nonprogressors. Nature Immunology, la pubblicazione on-line avanzata a http://dx.doi.org/10.1038/Ni845.

Comunicati stampa, schede tecniche e altre NIAID materiali sono disponibili sul sito Web all'indirizzo NIAID http://www.niaid.nih.gov.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha