Studio Nordic: poche persone con sindrome metabolica aderire alle raccomandazioni nutrizionali

Giugno 3, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

L'aderenza alle raccomandazioni dietetiche è debole tra le persone affette da sindrome metabolica o che hanno un aumento del rischio per la sindrome metabolica, secondo lo studio Nordic SYSDIET condotto dall'Università di Finlandia orientale. Nella maggior parte dei casi, la dieta è troppo ricca di sale e grassi saturi, e troppo povera di fibre alimentari e grassi insaturi. Inoltre, molti non hanno un apporto sufficiente di vitamina D. La sindrome metabolica sta diventando sempre più diffusa, ed è associata ad un elevato rischio di diabete e malattie cardiovascolari. Dal punto di vista della prevenzione di tali malattie, aderenza alle raccomandazioni alimentari è di vitale importanza per appartenenti a questo gruppo di rischio.

Pubblicato in Food & Nutrition Research, lo studio è stato il primo a studiare il rispetto delle raccomandazioni nutrizionali nordici tra le persone con sindrome metabolica o avere un aumento del rischio per la sindrome metabolica. Un totale di 175 persone che soddisfano almeno due criteri per la sindrome metabolica - per esempio la pressione sanguigna elevata, elevata concentrazione glicemia a digiuno o anormale profilo lipidico del sangue - e che erano almeno un po 'sovrappeso, ha preso parte allo studio. I partecipanti rappresentavano tutti gli altri paesi nordici, eccetto la Norvegia. L'assunzione di sostanze nutritive è stata valutata mediante diari alimentari conservati per quattro giorni.

La dieta in più del 80% dei partecipanti era troppo alta in duro, grassi saturi cioè. Corrispondentemente, l'assunzione di molle, grassi polinsaturi era sufficiente solo un terzo dei partecipanti. Più del 75% dei partecipanti ha avuto apporto troppo basso di fibra alimentare, mentre il 65% ha avuto troppo sale. Inoltre, l'assunzione di vitamina D era insufficiente fra il 20% dei partecipanti, e un terzo degli uomini e un quarto delle donne consumate troppo alcol.




Secondo i ricercatori, la bassa adesione alle raccomandazioni nutrizionali è destinato ad aumentare ulteriormente il rischio di malattie cardiovascolari e il diabete, ed i risultati indicano che i paesi nordici dovrebbero sempre più investire in valutazioni dietetiche e di consulenza volto a persone che presentano caratteristiche della sindrome metabolica.

Valutazione dietetica è stata condotta nel periodo di run-in dello studio SYSDIET. Lo studio ha incluso anche un intervento dietetico di sei mesi che ha stabilito che la dieta consigliata consiste di ingredienti nordici migliorato il profilo lipidico sierico e, di conseguenza, ha ridotto il rischio di malattia coronarica. La dieta sana Nordic anche diminuito i livelli di fattore infiammazione associata con la sindrome metabolica.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha