Studio offre Ricerche Chi lo sviluppo del sistema immunitario umano

Maggio 11, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Uno studio UCSF ha sorprendentemente trovato che un elevato numero di cellule materne entra nel feto durante la gravidanza, inducendo la generazione di cellule immunitarie speciali nel feto che sopprimere una risposta contro la madre.

Tale pacifica coesistenza rappresenta una forma di "tolleranza", o il modo in cui il sistema immunitario di un individuo è in grado di vivere fianco a fianco con corpi estranei (o "antigeni") che vengono da lontano. La nuova scoperta potrebbe essere importante per le aree di ricerca medica che vanno dal trapianto di cellule staminali per il modo in cui il corpo può adattarsi alla presenza di agenti infettivi cronici.

In studi precedenti, lo stesso gruppo di ricerca UCSF trovato che il sistema immunitario fetale umano è costituito da molte cellule immunitarie speciali, note come cellule T regolatrici. Nel nuovo studio, i ricercatori si sono concentrati sul tentativo di capire perché questo potrebbe essere così. Essi hanno scoperto che le cellule dalla madre attraversano la placenta nel feto durante il corso della gravidanza, inducendo la generazione di cosiddetti "linfociti T regolatori" che aiutano ad attuare uno stato di tolleranza tra il feto e la madre.




"Questi risultati forniscono una spiegazione potenziale per l'osservazione di lunga data che molti individui dimostrano un certo livello di tolleranza immunologica nei confronti non condivise antigeni HLA materne", ha detto l'autore principale, Jeff Mold, a scienze biomediche dottorando presso la Divisione di Medicina Sperimentale UCSF.

I risultati, pubblicati nel 5 ° numero di dicembre di Science, sono importanti perché definiscono un percorso in precedenza non riconosciuta per lo sviluppo di tolleranza negli esseri umani, secondo il team di ricerca. Questa è un'area attiva di corrente ricerca medica perché i meccanismi che regolano la tolleranza sono importanti per la comprensione e la gestione di malattie autoimmuni, in cui il corpo attacca le proprie cellule, e rigetto di trapianto d'organo, in cui il corpo rifiuta il tessuto trapiantato, aggiungono.

I risultati sollevano inoltre una domanda intrigante per quanto riguarda l'HIV, ha detto l'autore dello studio anziano Joseph M. McCune, MD, PhD, capo della Divisione di Medicina Sperimentale UCSF: se le cellule dalla madre possono muoversi attraverso la placenta e indurre tolleranza del feto durante la gravidanza , che cosa accadrebbe se gli agenti infettive come l'HIV hanno fatto la stessa cosa?

"Solo il 5 al 10 per cento dei bambini nati da non trattati madri con infezione da HIV in assenza di interventi antiretrovirali sono nati infetti con l'HIV. Forse qualche aspetto della tolleranza immunologica del sistema immunitario del feto spiega come il bambino potrebbe evitare l'infezione da HIV in utero, "McCune ha osservato.

A questo proposito, ha aggiunto, lo studio apre nuove direzioni di ricerca che potrebbero essere importanti per la creazione di efficaci vaccini contro l'HIV.

Co-autori includono Jakob Michaelsson dall'ospedale Karolinska University, Stockholm; Trevor D. Burt del Dipartimento UCSF di Pediatria; Marcus O. Muench, Michael P. Busch, e Tzong-Hae Lee da sistemi di sangue Research Institute; Karen P. Beckerman dalla Albert Einstein College of Medicine; e Douglas F. Nixon dalla Divisione UCSF di Medicina Sperimentale.

La ricerca è stata finanziata da sovvenzioni dal National Institutes for Health, la Biologia AIDS Program del AIDS Research Institute presso UCSF, il Consiglio svedese della ricerca, l'Istituto Nazionale di Salute e sviluppo del bambino, l'American Academy of Pediatrics, il Pediatric Society, Broad Medical Research Program del Eli e Edythe L. Broad Foundation, la Fondazione Nazionale Sangue, la UCSF clinica e traslazionale Institute Clinical Research Center, il Pediatric AIDS Foundation Elizabeth Glaser, e il National Heart Lung e Blood Institute.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha