Studio per determinare se la leptina aiuta i pazienti diabetici di tipo 1

Marzo 22, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Uno studio clinico presso UT Southwestern Medical Center mira a determinare se l'aggiunta di leptina alla terapia insulinica standard potrebbe aiutare sfogo nei tumultuosi livelli di zucchero nel sangue delle persone con diabete di tipo 1 (insulino-dipendente).

Questo è il primo leptina tipo 1 studio di trattamento del diabete coinvolge, che viene prodotta naturalmente dalle cellule adipose e coinvolto nella regolazione del peso corporeo. Per questo studio, i ricercatori UT Southwestern saranno utilizzando metreleptin, una forma leggermente modificata del ormone che è stato ben tollerato in altri studi clinici.

"La leptina è stato molto efficace nel migliorare il diabete in pazienti con lipodistrofie che hanno estrema mancanza di grasso corporeo, e la terapia di recente leptina ha contribuito a migliorare il controllo degli zuccheri nel sangue in modelli animali di diabete di tipo 1", ha detto il dottor Abhimanyu Garg, professore di medicina interna e investigatore principale dello studio. "Anche se abbiamo alcuna garanzia che questo funzionerà negli esseri umani, ci auguriamo che l'aggiunta di leptina sarà utile per i pazienti con diabete di tipo 1."




Lo studio di fase 1 è inoltre progettato per valutare la sicurezza e la tollerabilità di aggiungere leptina a un regime di trattamento del diabete.

Nel diabete di tipo 1, precedentemente conosciuto come diabete giovanile ad esordio, le cellule beta del pancreas che producono insulina sono distrutte da un processo autoimmune. Diabetici di tipo 1 devono irreggimentare le loro diete e prendere l'insulina più volte al giorno per controllare i livelli di zucchero nel sangue e prevenire coma diabetico. La malattia autoimmune, per la quale non esiste una cura, colpisce circa 1 milione di persone negli Stati Uniti

Il trattamento con insulina è il gold standard per il diabete di tipo 1 dalla sua scoperta nel 1922. Il laboratorio del Dr. Roger Unger, professore di medicina interna a UT Southwestern, precedentemente trovato beneficio che di insulina dovuta alle sue soppressione del glucagone, un ormone prodotto dal pancreas che aumenta i livelli di zucchero nel sangue in individui sani.

Più recentemente, laboratorio del Dr. Unger, utilizzando modelli murini di diabete di tipo 1, trovato che la somministrazione di insulina leptina invece comportato una migliore gestione della variabilità sangue zucchero e lipogenesi, la conversione di zuccheri semplici in acidi grassi.

Per lo studio clinico, da 12 a 15 partecipanti aggiungerà leptina due volte al giorno per la loro terapia insulinica normale per un periodo di cinque mesi. Il processo durerà un totale di sette mesi e comprenderà 11 visite - uno screening iniziale, quattro visite di degenza e sei le valutazioni ambulatoriali - per UT Southwestern. La prima visita di degenza durerà un minimo di quattro giorni; gli altri saranno prendere due giorni ciascuno.

Per essere ammessi per lo screening iniziale, i partecipanti studio prospettico deve essere compresa tra i 18 ei 50 anni di età, hanno un indice di massa corporea (BMI) inferiore a 25, e sono stati diagnosticati con diabete di tipo 1. BMI è un rapporto peso-altezza comunemente usato in studi medici per misurare l'obesità. Un normale BMI è compreso tra 18,5 e 25.

Dr. Gregory Clark, assistente professore di medicina interna e di un investigatore di prova, ha detto un incentivo a partecipare al processo è che i partecipanti potrebbero perdere peso.

"La leptina è noto per diminuire l'appetito, quindi è probabile che i partecipanti non saranno come fame", ha detto. "Speriamo che l'aggiunta di leptina riduce anche i livelli ematici di colesterolo, che aumentano il rischio di malattia coronarica, una delle complicanze a lungo termine del diabete."

Dr. Unger ha sottolineato che l'obiettivo non è quello di trovare un sostituto per l'insulina, ma per ottenere i livelli di glucosio stabili, cosa che ha eluso la monoterapia con insulina. La teoria è che l'aggiunta di leptina potrebbe consentire una sostanziale riduzione della dose di insulina e ridurre il rischio di bassi livelli di glucosio nel sangue.

"Se funziona negli esseri umani, così come avviene nei roditori, sarà un grande passo in avanti", ha detto il dottor Unger. "Nei roditori, ha eliminato le ampie oscillazioni del glucosio che si verificano con la sola insulina e indici abbassati di formazione del colesterolo. La speranza è che migliorerà sia a breve che a lungo termine la qualità della vita per i pazienti con diabete di tipo 1".

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha