Studio promettente per nuovo modo di combattere l'HIV

Giugno 6, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I ricercatori hanno confermato per la prima volta il vantaggio di un sistema presente nei pochi pazienti che rimangono afteryears sani di infezione da HIV innatedefense nonostante ricevere alcun trattamento, accordingto un articolo pubblicato nel numero di settembre del Journal ofVirology. Lo studio ha trovato che il sottoinsieme di HIV-infetti patientsreferred come sopravvissuti a lungo termine o nonprogressors hanno higheramounts di un enzima chiave nei loro globuli bianchi. Allo stesso tempo, arelated società biotech è pronta per iniziare la sperimentazione preclinica su adrug progettato per conferire una protezione simile nella maggior parte dei pazienti affetti da HIV.

Circa il cinque per cento dei pazienti con HIV, o virus humanimmunodeficiency, non sviluppano l'AIDS, o farlo molto slowly.Researchers hanno cercato per anni per capire cosa setslong termine nonprogressors a parte. Precedenti ricerche suggerito che suchpatients mantenere livelli elevati di un enzima nel sangue bianco cellscalled APOBEC-3G (A3G), e il nuovo studio ha confermato nelle firstexperiments sulle cellule umane.

I ricercatori dell'Università di Rochester Medical Centerbelieve che A3G "edita", o introduce cambiamenti, il geneticcode HIV ogni volta che le copie del virus stesso. In questo modo, A3G corrompe theHIV codice gene e impedisce al virus di riprodursi. Purtroppo, l'HIV si è evoluto per contrastare A3G con Vif (Vif), aprotein che "afferra" A3G e inganna il corpo in distruggerlo. Withthe "editing enzima" andato, l'HIV è libero di sopraffare il sistema immunitario, lasciando i pazienti vulnerabili alle infezioni di AIDS che prendono tre millionlives all'anno.




"A differenza nonprogressors, noi crediamo che la maggior parte della gente notmake abbastanza A3G a superare gli sforzi Vif per spegnerlo," saidHarold C. Smith, Ph.D., professore di Biochimica e Biofisica theUniversity di Rochester Medical Center, co-autore del J. Virologypaper e fondatore della società biotech, OyaGen Inc. "I nostri worksupports scoperta seminale di Michael Malim mentre al ofPennsylvania University, che ha suggerito che la tutela qualunque quantità di A3Gthat persone non hanno da Vif rappresenta un nuovo modo di attaccare l'HIV. "

Dettagli studio

Per due decenni, i ricercatori del centro medico hanno lavorato ad accertare come le famiglie di enzimi di editing, tra cui A3G, rendono changesto DNA e RNA. Il sistema immunitario riconosce la capacità di editingenzymes di causare cambiamento genetico rapida e scatena DNA.Researchers virali ritengono che gli enzimi cambiare il codice genetico HIV soextensively che il virus perde la capacità di codificare per le sue ownproteins e non può più riprodursi.

Per confermare che A3G offre una protezione forte contro l'HIV, i ricercatori in questo studio hanno misurato i livelli A3G nelle immunecells di sei persone non affette da HIV e in 25 pazienti con TheVirus. Di quelli con l'HIV, otto erano nonprogressors-lungo termine andseventeen avevano normale progressione della malattia. Nessuno di quelli studiati werereceiving terapia antiretrovirale al momento del sangue è stato redatto.

Nello studio, i ricercatori hanno trovato che i livelli più elevati di A3Gclosely corrispondevano a livelli virali HIV bassi. Inoltre, higherlevels di A3G erano strettamente associati con maggiore counts.Unless cellule CD4 T distrutta da HIV, le cellule T helper con i recettori CD-4 targetbodily invasori per attacco su larga scala da parte del system.Furthermore immune, il team ha determinato che nonprogressors hanno la più enzima A3Gediting, seguiti da quelli non infetti da HIV e infine bythose progredire verso AIDS conclamato.

"Il nostro studio è immediatamente rilevante per la ricerca sull'HIV nelle aree severalimportant", ha detto Xia Jin, MD, Ph.D., professore assistente ofMedicine presso il centro medico e autore principale della J. Virologypaper. "In diagnostica, il lavoro sarà stabilire un nuovo markerfor prognostico AIDS consentendo la misurazione dei livelli di HIV-A3G infectedpatients. Sarà anche chiarire un meccanismo precedentemente non thatunderlies progressione della malattia più lenta in-lungo termine nonprogressors.Lastly, i dati suggeriscono che la protezione A3G da attacco virale può fagiolo importante nuovo modo di trattare l'AIDS e altre infezioni virali, "Jinsaid.A nuovo approccio per il trattamento di HIV

Smith, con il sostegno della Università di Rochester TechnologySeed Fondo, costituito OyaGen nel 2003. L'avvio biotech intende exploita famiglia di 14 enzimi editing e proteine ​​correlate come romanzo targetsfor lo sviluppo di farmaci.

Mentre la piattaforma tecnologica di OyaGen ha il potenziale a indirizzo diverse aree di malattia, il primo obiettivo è il trattamento di portare altro candidato dell'azienda HIV.The interferisce con la capacità di Vif todisable A3G. Il trattamento sperimentale si basa sul lavoro di HuiZhang, MD, Ph.D., professore associato di Medicina presso Thomas JeffersonUniversity (TJU) e sulla tecnologia concessa in licenza da TJU.

Come un dimero, Vif è in grado di venire insieme come i due bracci in apair di pinze per "afferrare" A3G. Una volta collegato al A3G, bandiere Vif si fordestruction nell'ambito del riciclaggio di droga di process.OyaGen una proteina altrimenti sano, un Vif dimerizzazione Antagonista (VDA), previene le twohalves di Vif da collegamento e lascia A3G al codice genetico di HIV "catastrophicallymutate" gratis . Nei primi esperimenti, OyaGen'stherapeutic ha avuto successo nel ridurre l'infettività di HIV.

OyaGen recentemente completato un 1,5 milioni dollari fundraisinground iniziale con gli investitori, tra cui il fondo seme tecnologia e privateindividuals. Le risorse saranno sostenere la ricerca e aprire la strada forsafety, tossicologia, la biodisponibilità e la modalità di studi consegna tobegin nel mese di ottobre. Sulla base dei primi successi, l'azienda cerca ora toraise tra $ 10 milioni e $ 30 milioni per finanziare trialsand pre-clinico per sostenere i negoziati con la US Food and Drug Administrationon la presentazione di una nuova domanda di droga prevista per il 2006.

Inoltre, nel mese di luglio OyaGen ha firmato un accordo di licenza withthe Università di Rochester per diritti sulla tecnologia sviluppata bySmith. L'accordo riguarda nuovi bersagli farmacologici con l'obiettivo ofprotecting A3G da attacco virale. Stabilisce inoltre un laboratorio inthe spazio tecnologia incubatore universitario.

"Speriamo di sviluppare il primo farmaco che risolve il problema ofviral resistenza, in cui i ceppi virali sono cambiate così rapidamente che HIVis resistenti ai trattamenti attuali nel 40 per cento dei nuovi casi," Smithsaid. "La nostra teoria è che se i tentativi di virus per sconfiggere la nostra droga bychanging Vif, lascerà si aperta agli attacchi di A3G. Se earlystudies vanno come previsto, OyaGen può essere in grado di offrire un trattamento che HIVcannot facilmente sfuggire."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha