Studio rivela misura di tipo 2 problema diabete in popolazioni etniche nere e minoritarie

Maggio 19, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

La metà di tutte le persone del Sud Asia, Africa e dell'Africa discesa dei Caraibi svilupperà il diabete da 80 anni, secondo un nuovo studio pubblicato il 10 settembre Lo studio è il primo a rivelare la piena portata delle differenze etniche nel rischio di sviluppare il diabete di tipo 2 e fornisce anche alcune risposte sulle cause del maggior rischio.

I risultati provengono da Southall e Brent Revisited (SABRE) studio, uno studio di popolazione su larga scala finanziato dal Wellcome Trust e British Heart Foundation, che ha seguito quasi 5000 i londinesi di mezza età di europei, dell'Asia meridionale, Africa e dell'Africa discesa dei Caraibi da oltre 20 anni.

Il diabete di tipo 2 è una malattia cronica che colpisce circa 2,9 milioni di persone nel Regno Unito. In totale, una Ј11.9billion stima viene speso ogni anno per il trattamento del diabete di tipo 2 e delle sue complicanze. La diagnosi precoce e attenta gestione sono fondamentali al fine di prevenire le complicanze come infarto, ictus e malattie renali.




È noto da tempo che la gente del Sud Asia, Africa e dell'Africa discesa dei Caraibi sono a maggior rischio di sviluppare il diabete a metà vita, ma non si sa perché questo è, o se questo rischio aggiuntivo continua come le persone invecchiano. Monitorando lo sviluppo del diabete nella coorte SABRE, i ricercatori guidati da Nish Chaturvedi presso l'Imperial College di Londra hanno rivelato l'entità del problema nel Regno Unito e di offrire alcune spiegazioni sul motivo per cui queste differenze nascono.

Lo studio rivela che da 80 anni, il doppio di British South Asian, uomini e donne, dei Caraibi e africani avevano sviluppato diabete rispetto ai cittadini europei della stessa età. Circa la metà di tutti i sud-asiatici, africani e africane Caraibi nel Regno Unito si svilupperà la malattia da 80 anni rispetto a solo uno su cinque di discendenza europea.

Lo studio ha esaminato gli individui che non hanno già hanno il diabete di tipo 2 all'inizio dello studio, che ha avuto inizio in seguito i partecipanti di età compresa tra 40-69 a partire dal 1988, e ha registrato quelle che ha sviluppato la malattia. Il team ha scoperto che mentre africani, caraibici e africani europei tendono a essere diagnosticata a circa la stessa età, 66-67 anni, gli uomini dell'Asia meridionale sono stati 5 anni più giovane, in media, quando il diabete è stato diagnosticato, nel senso che sono ancora più a rischio di complicanze .

Per capire le cause di questo aumento del rischio di diabete, i ricercatori hanno esaminato una serie di fattori di rischio tra i diversi gruppi etnici.

Storia familiare di diabete è conosciuto per essere un fattore di rischio importante per tutti i gruppi etnici. Tuttavia, anche se oltre la metà del sud-est asiatico, uomini, dei Caraibi e Africa e un terzo delle donne ha avuto una storia familiare di diabete, questo non spiega il rischio aggiuntivo rispetto alle controparti europee.

E 'noto che l'insorgenza di diabete di tipo 2 è spesso preceduta da un aumento nella resistenza all'insulina, dove il corpo diventa insensibile agli effetti dell'insulina sul metabolismo del glucosio, con conseguente alta glucosio circolante. L'aumento di peso e l'obesità sono noti i fattori che possono essere alla base aumenti di resistenza all'insulina.

Il team ha scoperto che trasporta il grasso intorno al tronco o centro del corpo a metà vita insieme con una maggiore resistenza agli effetti di insulina ha spiegato il motivo per cui le donne caraibiche meridionale, Africa e africani sono più a rischio di sviluppare il diabete rispetto alle donne europee britanniche. Tuttavia, questo spiega solo una parte del maggior rischio in Asia meridionale, uomini caraibici africani e africane, suggerendo che altri fattori che sono ancora sconosciute può anche svolgere un ruolo.

I risultati sono pubblicati 10 settembre sulla rivista Diabetes Care.

Dr Therese Tillin, dal Cuore e Polmone National Institute presso l'Imperial College di Londra, ha dichiarato: "Non solo questo studio aumenta la nostra comprensione delle ragioni per le differenze etniche in rischi di diabete, si evidenzia la sorprendentemente alto rischio di diabete nelle persone di mezza età nelle nostre minoranze etniche e l'importanza della diagnosi precoce e un'attenta gestione. analisi future esaminerà metodi di predire quali gli individui sono più a rischio di al diabete la buona notizia è che il diabete possono essere evitati se i segnali di pericolo sono riconosciuti abbastanza presto. "

Professor Nish Chaturvedi, anche dal Cuore e Polmone National Institute presso l'Imperial College di Londra, ha detto:. "Abbiamo istituito lo studio SABRE nel 1988 ed è uno dei più grandi e più lunga corsa coorti tri-etnica nel Regno Unito Siamo enormemente grati a tutti i partecipanti per il loro continuo sostegno dello studio, che ci ha permesso di cominciare a capire perché il diabete accade in alcune persone e non in altri. Abbiamo in programma di estendere la nostra ricerca per esaminare il ruolo dei geni e l'ambiente nelle diverse fasi della vita nel causare diabete nei tre gruppi etnici. "

Dr Hйlиne Wilson, Research Advisor presso la British Heart Foundation (BHF), ha dichiarato: "Questo studio suggerisce il più alto tasso di diabete - un importante fattore di rischio per infarti e ictus - in alcune donne caraibiche dell'Asia meridionale e dell'Africa è dovuto aumento dei livelli di obesità, in particolare l'accumulo di grasso intorno alla vita, e maggiore resistenza all'insulina, che aiuta lo zucchero processo corporeo.

"Questa è una scoperta molto incoraggiante perché sottolinea il fatto che il controllo il tuo peso mangiando bene e ottenere attivo può avere un effetto protettivo significativo sulla vostra salute. C'è una ricchezza di prove che mantenere il peso fuori da una dieta sana ed equilibrata esistenti e essere fisicamente attivi per ridurre il rischio di malattie cardiache e diabete di tipo 2, qualunque sia il vostro gruppo etnico ".

Il professor Danny Altman, Responsabile Pathogens, Immunologia e Population Health presso il Wellcome Trust, ha dichiarato: "Le malattie croniche come il diabete sono una minaccia crescente per la salute globale come la gente non solo vivono sempre più a lungo, ma anche cominciare a sviluppare la malattia in età più giovane . studi di popolazione a lungo termine, come lo studio SABRE sono essenziali per aiutarci a comprendere i fattori che contribuiscono alla malattia e di individuare le comunità che sono più a rischio. "

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha