Studio suggerisce modello in patologia del cancro del polmone può prevedere recidiva del tumore dopo l'intervento chirurgico

Aprile 20, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un nuovo studio condotto da chirurghi toracici e patologi del Memorial Sloan-Kettering Cancer Center dimostra che un modello specifico trovato nella patologia tumorale di alcuni pazienti affetti da cancro del polmone è un forte predittore di recidiva. Sapendo che questa funzione esiste in patologia del tumore potrebbe essere un fattore importante medici usano per guidare le decisioni di trattamento del cancro.

Secondo gli autori dello studio, i risultati offrono la prima prova scientifica che non solo può aiutare i chirurghi a identificare quali pazienti hanno maggiori probabilità di trarre beneficio da un intervento chirurgico meno-polmone sparing radicale, ma che i pazienti potranno beneficiare di un intervento chirurgico più ampia, riducendo potenzialmente il rischio di polmone cancro recidiva del 75 per cento. Lo studio sarà pubblicato nel 20 agosto del Journal del National Cancer Institute.

I ricercatori hanno valutato in modo retrospettivo le caratteristiche cliniche e informazioni patologia dei 734 pazienti che hanno avuto un intervento chirurgico per la fase iniziale adenocarcinoma - il sottotipo più comune di tumore non a piccole cellule del polmone - e ha scoperto che i tumori a 40 per cento di questi pazienti hanno mostrato un modello di cellule anormali fortemente associata con recidiva del tumore dopo l'intervento chirurgico. Nessuno studio finora ha indagato l'utilità prognostica di questa classificazione, chiamato micropapillary (MIP) morfologia, per i pazienti con i piccoli, adenocarcinomi polmonari in fase iniziale. Attualmente non ci sono criteri evidence-based per la scelta l'approccio chirurgico più efficace per questo gruppo.




I risultati suggeriscono che la resezione limitata non può essere appropriato per i pazienti con il pattern MIP, come sono stati trovati ad avere un rischio del 34 per cento del cancro ritorno entro cinque anni dopo l'intervento chirurgico al polmone-sparing, o la resezione limitata, in cui il tumore è stato rimosso mediante mini-invasive e la funzione polmonare è conservato. Al contrario, i pazienti con il pattern MIP sottoposti lobectomy - l'approccio standard in cui fino a un terzo del polmone viene rimosso insieme al tumore - aveva solo un 12 percento incidenza di ricorrenza per un periodo di cinque anni.

Le osservazioni di studio possono svolgere un ruolo chiave nel decidere se eseguire un intervento chirurgico-polmone risparmiatori o lobectomia per i pazienti con piccoli adenocarcinomi polmonari. Prende attualmente un patologo polmone esperto per identificare il modello MIP durante un'operazione. Se il chirurgo esegue l'intervento chirurgico-polmone risparmiando in presenza del pattern MIP, la probabilità di recidiva è alto nel lobo risparmiato del polmone. Un lobectomia può ridurre questo rischio di recidiva del 75 per cento. Se il modello di MIP non viene trovato, il chirurgo può tranquillamente eseguire un intervento chirurgico-polmone risparmiatori.

Solo una manciata di centri di cancro nel paese hanno le competenze necessarie per identificare il modello MIP durante l'intervento chirurgico. I pazienti i cui tumori sono poi trovati ad avere il modello MIP dopo l'intervento chirurgico al polmone-sparing può richiedere un'altra escissione o una lobectomia completa per ridurre il rischio di recidiva. I ricercatori del Memorial Sloan-Kettering sono al lavoro per sviluppare una nuova tecnologia che può essere utilizzata per identificare con precisione che i tumori hanno il modello MIP prima o durante l'intervento chirurgico. Questo non solo aiuterà i medici raccomandano l'approccio chirurgico più efficace per ogni paziente, ma si tradurrà in un minor numero di pazienti che necessitano di ulteriore trattamento.

Quasi 250.000 i pazienti con diagnosi di tumore non a piccole cellule del polmone ogni anno negli Stati Uniti. La rilevazione degli adenocarcinomi del polmone a piccole, in fase iniziale si prevede un aumento a causa di progressi nella tecnologia di imaging, l'uso diffuso dello screening CT, e linee guida professionali raccomandano lo screening fumatori di lunga data per il cancro al polmone. I risultati del nuovo studio avrà implicazioni immediate per la gestione di questi pazienti.

(0)
(0)
Articolo precedente Botox per i neonati

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha