Studio trova ostilità, impazienza aumentare il rischio di ipertensione

Aprile 9, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

L'impazienza e ostilità - due caratteristiche del "tipo A" modello di comportamento - aumentare il rischio a lungo termine dei giovani adulti di sviluppare l'alta pressione sanguigna, secondo uno studio finanziato dal National Heart, Lung, and Blood Institute (NHLBI), parte del National Institutes of Health. Inoltre, la più intensa comportamenti, maggiore è il rischio.

Tuttavia, altri fattori psicologici e sociali, quali la competitività, la depressione e l'ansia, non aumentano il rischio di ipertensione. La ricerca appare nel numero di ottobre 22/29, 2003 numero del Journal of American Medical Association. E 'stato condotto da scienziati della Northwestern University Feinberg School of Medicine di Chicago, l'Università di Pittsburgh in PA, la University of Alabama a Birmingham, e il Birmingham Veterans Affairs Medical Center.

La ricerca è il primo studio prospettico per esaminare come gruppo gli effetti di comportamenti di tipo A chiave, la depressione, l'ansia e il rischio a lungo termine per la pressione alta. Studi precedenti avevano per lo più guardato comportamenti individuali psicologici e sociali, e ha trovato risultati contrastanti.




"L'idea che un 'tipo A' modello di comportamento è 'cattivo' per la vostra salute è stato intorno per molti anni", ha detto NHLBI Acting Director Dr. Barbara Alving. "Questo studio ci aiuta a capire quali aspetti di tale modello di comportamento possono essere malsana.

"L'ipertensione arteriosa è una condizione complicata", ha continuato. "Fattori biologici e dietetici sono coinvolti nel suo sviluppo. Lo studio suggerisce che il comportamento e lo stile di vita giocano un ruolo nel prevenire e gestire la condizione."

Pressione arteriosa alta, noto anche come l'ipertensione, è un importante fattore di rischio per le malattie cardiache, malattie renali e insufficienza cardiaca congestizia, e il fattore di rischio principale per ictus. La pressione sanguigna normale è una sistolica di meno di 120 millimetri di mercurio (mm Hg) e diastolica inferiore a 80 mm Hg; alta pressione sanguigna sistolica è di 140 mm Hg o superiore, o diastolica di 90 mm Hg o superiore. Circa 50 milioni di americani - uno in quattro adulti - hanno la pressione alta e la sua prevalenza aumenta notevolmente con l'età: La condizione colpisce circa il 3 per cento di quelle età 18-24 e circa il 70 per cento di coloro che 75 e più anziani.

"Anche se l'alta pressione sanguigna è meno comune tra i giovani adulti, età adulta e l'inizio di mezza età è un periodo critico per lo sviluppo di ipertensione e altri fattori di rischio per le malattie cardiache," ha detto l'autore il Dott Lijing L. Yan, Research Assistant Professor di Medicina Preventiva presso la Northwestern University. "Precedenti ricerche sui giovani adulti è limitata, e il nostro studio contribuisce a colmare questa lacuna."

Lo studio dei dati provenienti da Coronary Sviluppo Risk Artery del NHLBI in Young Adults (CARDIA) studio, che ha coinvolto 3.308 uomini e donne in bianco e nero da quattro aree metropolitane (Birmingham, AL, Chicago, IL, Minneapolis, MN, e Oakland, CA) usato . I partecipanti avevano un'età compresa tra 18-30, al momento della loro iscrizione nello studio. Iscrizione avvenuta 1985-1986.

I partecipanti sono stati seguiti fino al 2000 o nel 2001, e aveva esami fisici periodici, che includeva la misurazione della pressione arteriosa e questionari psico-sociali autogestiti. Quindici per cento di tutti i partecipanti avevano sviluppato l'alta pressione sanguigna età 33-45.

Cinque fattori psicologici/sociali sono state valutate: tempo di urgenza/impazienza, realizzazione sforzandosi/competitività, ostilità, depressione e ansia. I primi tre sono componenti chiave dello schema A comportamento di tipo e sono stati valutati all'inizio dello studio; gli altri due comportamenti sono stati valutati 5 anni più tardi. I fattori sono stati valutati da scale differenti basati sullo strumento psicosociale utilizzato, ma, in ogni caso, un punteggio più alto significato la più intensa grado di comportamento.

Tempo urgenza/impazienza è stato valutato su una scala da 0 a 3-4. Dopo 15 anni, i partecipanti con il punteggio più alto di 3-4 ha avuto un 84 per cento maggiore rischio di sviluppare l'alta pressione sanguigna e quelli con il secondo punteggio più alto di 2 ha avuto un 47 per cento maggiore rischio, rispetto a quelli con il punteggio più basso di 0.

L'ostilità è stata valutata su un punteggio da 0 a 50 e poi classificato in quartili. Dopo 15 anni, quelli nel quartile più alto avevano un 84 per cento più alto rischio di ipertensione e di quelli nel secondo quartile più alto avevano un rischio 38 per cento più elevato, rispetto a quelli nel quartile più basso.

Nessuna relazione significativa è stata trovata per gli altri fattori.

I risultati sono stati simili per i neri e bianchi, e non sono stati colpiti per età, sesso, razza, la pressione arteriosa, al momento dell'iscrizione, o di istruzione. Hanno anche tenuto, indipendentemente dalla presenza di tali fattori di rischio dell'ipertensione stabilito come sovrappeso/obesità, consumo di alcol, e l'inattività fisica.

I ricercatori affermano che l'aumento della pressione del sangue a causa di fattori psicologici e sociali può essere causato da una complessa serie di meccanismi e non è ben compreso. Per esempio, si nota che lo stress può attivare il sistema nervoso simpatico, provocando una serie di cardiache e vascolari ripercussioni, tra restringimento dei vasi sanguigni e un aumento della pressione sanguigna.

"Questo studio a lungo termine ci ha dato informazioni tanto necessaria circa gli effetti di fattori psicologici e sociali", ha detto il dottor Catherine Loria, CARDIA Project Officer a NHLBI. "Ma più ricerca deve essere fatto su questo argomento, soprattutto considerando la diffusa prevalenza di alta pressione del sangue negli Stati Uniti e il ritmo veloce della nostra vita."

###

NHLBI comunicati stampa e altri materiali, tra cui una pagina Web interattiva, "La guida di abbassamento della pressione sanguigna alta," sono disponibili online all'indirizzo http://www.nhlbi.nih.gov

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha