Superstiti di infanzia Sistema Nervoso Centrale Cancer affrontano rischi persistenti come adulti

Aprile 21, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Sopravvissuti a lungo termine dell'infanzia del sistema nervoso centrale (SNC) tumori rimangono a rischio di morte e sono a rischio crescente per lo sviluppo di successive tumori e patologie croniche nel tempo, secondo un nuovo studio.

Si sapeva che i sopravvissuti della fanciullezza CNS neoplasie affrontare gli effetti collaterali a lungo termine, ma questo grande studio di 30 anni è uno dei primi ad esaminare i loro rischi a lungo termine dei successivi tumori e debilitanti condizioni mediche, così come gli esiti sociodemografici in età adulta.

Per far fronte a questi rischi, Gregory Armstrong, MD, MSCE, presso Ospedale dei Bambini St. Jude di Memphis, Tenn., E colleghi informazioni raccolte sul trattamento, la mortalità, condizioni mediche croniche, e neurocognitive funzionamento da pazienti che erano stati diagnosticati tra il 1970 e il 1986 nel Childhood Cancer Survivor Study ed era sopravvissuto per 5 o più anni dopo la diagnosi.




I ricercatori hanno scoperto che questi sopravvissuti avevano un rischio di morte che era di 13 volte superiore a quello della popolazione generale. Ricorrenza o la progressione della malattia di base è stata la causa più comune di morte nei primi 30 anni dopo la diagnosi. Il rischio di sviluppare un cancro successiva è stata associata con l'esposizione alle radiazioni durante il trattamento iniziale, e questo rischio continua ad aumentare nel tempo in questa popolazione. Per i pazienti con alcuni tipi di tumore, aumento della radioterapia è stato anche associato con insufficienza neurocognitivo. Radiazioni dei lobi frontali/temporali è stato associato a più bassi livelli di occupazione e di matrimonio.

"Continua follow-up contribuirà a determinare pattern temporali di incidenza e gli effetti tardivi come questa coorte età," scrivono gli autori. "I moderni regimi terapeutici che utilizzano sempre più la chemioterapia per ridurre [radioterapia] dose o utilizzare [radioterapia] campi limitati probabilmente migliorare i risultati a lungo termine e ridurre al minimo il rischio di effetti tardivi negativi."

Questa ricerca è stata pubblicata sul Journal of National Cancer Institute il 17 giugno 2009.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha