Svelare Come un farmaco aiuta i pazienti con sclerosi multipla

Giugno 6, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Anche se il farmaco IFN-beta è comunemente usato per il trattamento di persone con la forma recidivante-remittente della sclerosi multipla (SM), poco si sa sul meccanismo (s), con la quale agisce. Tuttavia, Genhong Cheng e colleghi, presso l'Università di California a Los Angeles, ora hanno riportato un percorso meccanicistico con la quale riduce la malattia in un modello murino di SM nota come EAE.

Oltre ad essere un farmaco, IFN-beta è prodotta naturalmente dal corpo durante alcune risposte immunitarie. Nello studio, i topi privi un componente della molecola a cui IFN-beta lega di mediare gli effetti sono stati trovati per sviluppare EAE più grave di topi che esprimono questa proteina.

Questo è stato associato ad un aumento del numero di cellule immunitarie conosciute come cellule Th17 nel sistema nervoso centrale dei topi, la parte del corpo interessata in individui con SM. Ulteriori esperimenti hanno dimostrato che la malattia possa essere alleviata in questi topi mediante somministrazione di una molecola solubile noto come IL-27, che porta gli autori a suggerire che in individui con MS, gli effetti benefici di IFN-beta sono suscettibili di essere mediata, almeno in parte, attraverso la sua capacità di indurre la secrezione di IL-27.




Journal riferimento: il tipo I IFN percorso induzione limita Th17 mediata infiammazione autoimmune in topi. Journal of Clinical Investigation. 2 APRILE 2008.

(0)
(0)
Articolo successivo Cosa Wiki

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha