Syndrome 'Broken Heart': reale, potenzialmente mortale, ma recupero rapido

Giugno 5, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Notizia sconvolgente, come l'apprendimento della morte inaspettata di una persona cara, è stato conosciuto per causare eventi catastrofici, come ad esempio un attacco di cuore.

Ora, i ricercatori della Johns Hopkins hanno scoperto che improvviso stress emotivo può causare gravi ma reversibile debolezza muscolare cardiaco che simula un attacco di cuore classico. I pazienti con questa condizione, chiamato lo stress cardiomiopatia ma noto colloquialmente come "cuore spezzato" sindrome, sono spesso diagnosticate con un attacco di cuore quando, infatti, hanno sofferto di un impulso giorni-lunghi in adrenalina (epinefrina) e altri ormoni dello stress che temporaneamente "stordire" il cuore.

"Il nostro studio dovrebbe aiutare i medici distinguere tra cardiomiopatia stress e attacchi di cuore", spiega autore principale dello studio e cardiologo Ilan Wittstein, MD, professore assistente presso la Scuola Johns Hopkins University of Medicine e il suo Heart Institute. "E dovrebbe anche rassicurare i pazienti che non hanno avuto danni cardiaci permanenti."




Nello studio Hopkins, che sarà pubblicato sul New England Journal of Medicine on line 10 febbraio, il team di ricerca ha scoperto che alcune persone possono rispondere a improvvise, stress emotivo travolgente rilasciando grandi quantità di catecolamine (adrenalina e noradrenalina in particolare, chiamata anche epinefrina e noradrenalina) nel flusso sanguigno, insieme con i loro prodotti di degradazione e piccole proteine ​​prodotte da un sistema nervoso eccitato. Queste sostanze chimiche possono essere temporaneamente tossico per il cuore, stordimento efficace il muscolo e produrre sintomi simili a un tipico attacco di cuore, tra cui dolore toracico, liquido nei polmoni, respiro corto e insufficienza cardiaca.

A ben guardare, però, i ricercatori hanno determinato che i casi di stress cardiomiopatia erano clinicamente molto diverso da un tipico attacco di cuore.

"Dopo aver osservato diversi casi di 'cuore spezzato' sindrome negli ospedali Hopkins - la maggior parte dei quali in donne di mezza età o anziani - ci siamo resi conto che questi pazienti avevano caratteristiche cliniche molto diverse dai casi tipici di attacco di cuore, e che qualcosa di molto diverso stava accadendo "dice Wittstein. "Questi casi sono stati, inizialmente, difficile da spiegare perché la maggior parte dei pazienti erano precedentemente in buona salute e aveva alcuni fattori di rischio per le malattie cardiache."

Ad esempio, l'esame da angiografia ha mostrato ostruzioni nelle arterie che irrorano il cuore. Gli esami del sangue anche non è riuscito a rivelare alcuni segni tipici di un attacco di cuore, come livelli molto elevati di enzimi cardiaci che vengono rilasciati nel flusso sanguigno dal muscolo cardiaco danneggiato. La risonanza magnetica (MRI) ha confermato che nessuno dei pazienti stressati aveva subito un danno muscolare irreversibili. Di grande sorpresa, il team dice, era che i tassi di recupero sono molto più veloce di solito visto dopo un attacco di cuore. Pazienti stressati mostrato notevole miglioramento nella capacità dei loro cuori a pompare nel giro di pochi giorni e ha avuto un completo recupero entro due settimane. Al contrario, il parziale recupero dopo un attacco di cuore può richiedere settimane o mesi e, spesso, il danno del muscolo cardiaco è permanente.

I ricercatori hanno raccolto storie dettagliate e condotto diversi test, tra cui analisi del sangue, ecocardiogrammi, elettrocardiogrammi, angiografia coronarica, scansioni MRI e biopsie di cuore, su un totale di 19 pazienti che sono venuti a Hopkins tra il novembre 1999 e il settembre 2003. Tutto aveva segni di un apparente attacco di cuore subito dopo una sorta di improvviso stress emotivo, tra cui la notizia di una morte, scossa da una festa a sorpresa, la paura di parlare in pubblico, rapina a mano armata, un aspetto da tennis e un incidente d'auto. Diciotto dei pazienti stressati erano donne, di età compresa tra 27 e 87, con un'età media di 63. I risultati sono stati poi confrontati con altri sette pazienti, i quali avevano subito classico, gravi casi di attacco di cuore, chiamato una classe Killip III infarto miocardico.

Quando sono stati confrontati i risultati di entrambi i gruppi, i ricercatori hanno trovato che i livelli iniziali di catecolamine nei pazienti con cardiomiopatia da stress erano due a tre volte i livelli tra i pazienti con infarto classico, e sette a 34 volte i livelli normali.

Metaboliti catecolamine, come metanefrina e normetanefrina, erano massicciamente elevata, così come altre proteine ​​legate allo stress, come ad esempio il neuropeptide Y, peptide natriuretico cerebrale e la serotonina. Questi risultati purché aggiunto conferma che la sindrome è stata lo stress indotto. Biopsie di cuore anche mostrato un modello di lesioni compatibili con un elevato stato di catecolamine e non attacco di cuore.

Una caratteristica caratteristica della sindrome era unico modello contrazione del cuore, come visto da ecocardiogramma, o ultrasuoni. Mentre la base del principale camera di pompaggio del cuore, il ventricolo sinistro, contratta normalmente, c'era indebolito contrazione delle porzioni mediane e superiore del muscolo. Altre caratteristiche incluso un modello distintivo elettrocardiogramma o ECG.

"Come gli ormoni dello stress agiscono per stordire il cuore rimane sconosciuto, ma ci sono diverse possibili spiegazioni che saranno oggetto di ulteriori studi", dice studio co-investigatore e cardiologo Hunter Champion, MD, Ph.D., professore assistente presso Hopkins e il suo Heart Institute. "Le sostanze chimiche possono causare spasmo nelle arterie coronarie, o di avere un effetto tossico diretto sul muscolo cardiaco, o causare sovraccarico di calcio che si traduce in una disfunzione temporanea."

I ricercatori hanno anche in programma di studiare se alcuni pazienti hanno una vulnerabilità genetica specifico per lo sviluppo di stress cardiomiopatia, e perché colpisce prevalentemente le donne più anziane.

Mentre il folklore della sindrome "cuore spezzato" è stato intorno per decenni, la prevalenza della malattia rimane sconosciuta. Secondo Wittstein, esistono alcuni rapporti, soprattutto dal Giappone, e descrivono sindromi simili, ma nessuna analisi biochimiche sono stati precedentemente eseguiti che collega la condizione di livelli di catecolamine elevati. I ricercatori sostengono che, mentre lo stress cardiomiopatia non è così comune come un tipico attacco di cuore, è probabile che si verifica più frequentemente di medici si rendono conto. Si aspettano i suoi numeri per aumentare come più medici imparano a riconoscere le caratteristiche cliniche uniche di sindrome.

Il finanziamento per questo studio, condotto esclusivamente presso la Johns Hopkins, è stato fornito dal Bernard A. e Rebecca S. Bernardo Foundation. Altri ricercatori che hanno partecipato a questo studio sono stati Trinity Bivalacqua, MD, Ph.D .; Jeffrey Rade, M.D .; Katherine Wu, M.D .; Gary Gerstenblith, M.D .; Steven Schulman, M.D .; Kenneth Baughman, M.D .; Joгo Lima, M.D .; e David Thiemann, M.D.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha