Tassi di emicrania per nessun motivo apparente, studio norvegese trova

Aprile 1, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Tassi di emicrania in uno studio sanitario norvegese completo sono saliti dell'1% in un decennio - che potrebbe non sembrare molto, ma nel contesto norvegese, significa 45.000 più che soffrono di emicrania - e se la tendenza dovesse tenere per l'Unione europea , che sarebbe un ulteriore 5 milioni di persone in più afflitti da emicranie. I ricercatori dell'Università norvegese di Scienza e Tecnologia (NTNU) sono sconcertati dalla causa di questa tendenza.

I risultati, in cui i ricercatori hanno confrontato i dati di un sondaggio condotto a metà degli anni 1990 per i dati raccolti nel periodo 2006-2008, mostra che le persone di età compresa tra 20-50 anni sono più inclini a emicranie ora che a metà degli anni 1990.

I numeri sono derivati ​​dalla seconda e terza fase del Health Study Nord-Trшndelag, chiamato HUNT 2 e 3 dopo i loro acronimi norvegesi, che rappresenta uno dei più grandi studi sulla salute globale in tutto il mondo. HUNT 2 prevedeva la raccolta di una storia di salute nel 1995-1997 da 74.000 persone, con la raccolta di campioni di sangue da 65.000 persone. Il follow-up nel 2006-2008, chiamato HUNT 3, ha coinvolto 48.289 persone, molte delle quali erano rappresentati nello studio precedente.




I risultati hanno mostrato che, mentre il 12 per cento della popolazione ha incontrato i criteri medici per avere mal di testa nel sondaggio HUNT 2, il 13 per cento della caccia 3 intervistati 11 anni dopo ha incontrato i criteri medici per avere emicranie.

Mentre quello 1 per cento di aumento "non può sembrare drammatico, nel contesto della popolazione nel suo complesso, che rappresenta un aumento di circa 45 000 norvegesi," dice il professor Knut Hagen, uno dei ricercatori NTNU lavorare con i dati. "Quelli sono numeri reali e dare qualche motivo di preoccupazione. L'incremento si è verificato anche nel corso di un periodo relativamente breve di tempo."

L'aumento è più marcato nella fascia di età 20-50 anni, ma si trova anche in gruppi di età più anziane. Hagen non dispone di dati per le persone di età inferiore ai 20.

L'aspetto più sconcertante della scoperta è che non ha alcuna evidente spiegazione scientifica, dice Hagen. I criteri diagnostici erano gli stessi nel 1990 come lo sono oggi, e il livello di emicrania auto-riportati non sono aumentati. Il numero di emicranie causate da farmaci non è aumentata tra i database HUNT 2 e 3 HUNT, ha detto.

"Questo ultimo dato è davvero una buona notizia, perché l'uso di antidolorifici è aumentato notevolmente dal momento che questi farmaci sono disponibili per la vendita nei negozi senza prescrizione medica", dice Hagen.

Una spiegazione più probabile per l'aumento di emicrania è un cambiamento nell'ambiente esterno, dice Hagen.

"Per esperienza sappiamo che gli impatti visivi, come schermi tremolanti, possono scatenare emicranie. Le misurazioni dell'attività neurofisiologica nel cervello con EEG mostra che i pazienti di emicrania sono più sensibili alla stimolazione della luce. Si sarebbe tentati di credere che l'aumento emicrania è per l'aumento di questo tipo di stimoli durante 11 anni tra le due indagini caccia ", dice Hagen. "Ma questa è la speculazione che non abbiamo alcuna prova scientifica per."

Ma Hagen era chiaro che un possibile candidato - radiazioni da dispositivi mobili - non è stata causa dell'aumento, sulla base dei risultati di uno studio precedente NTNU, che ha trovato alcuna prova che le radiazioni dei cellulari ha contribuito ad un aumento cefalee.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha