Terapia cognitivo-comportamentale aiuta anziani con ansia Ridurre Preoccupazione, migliorare la salute mentale

Giugno 12, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Gli anziani con disturbo d'ansia generalizzato che hanno ricevuto la terapia cognitivo-comportamentale ha avuto maggiore miglioramento sulle misure di preoccupazione, depressione e la salute mentale rispetto ai pazienti che hanno ricevuto cure tradizionali, secondo un nuovo studio.

Disturbo d'ansia generalizzato (GAD) è comune in età avanzata, con una prevalenza fino al 7,3 per cento nella comunità e 11,2 per cento nelle cure primarie. Ansia tardo-vita predice aumentato disabilità fisica, difficoltà di memoria e la riduzione della qualità della vita, in base alle informazioni in questo articolo. Ansia tardo-vita è di solito trattati con farmaci, ma i rischi associati (ad esempio, cadute, fratture dell'anca, problemi di memoria) con alcuni farmaci e le paure dei pazienti di effetti avversi limitare la loro utilità. Due studi precedenti hanno suggerito benefici della terapia cognitivo-comportamentale (CBT) nelle cure primarie per la tarda vita GAD, ma gli studi erano piccoli e le conclusioni sono state limitate. Gli anziani spesso cercano di trattamento per GAD nelle cure primarie.

Melinda A. Stanley, Ph.D., del Baylor College of Medicine, di Houston, e colleghi hanno condotto il primo studio clinico randomizzato di CBT per GAD tardo-vita in cure primarie per esaminare se CBT potrebbe migliorare i risultati relativi a una maggiore cura del solito ( EUC). Lo studio comprendeva 134 adulti più anziani (età media, 67 anni) in due contesti di assistenza primaria, con il trattamento previsto per 3 mesi.




Le valutazioni sono state effettuate all'inizio del processo, post-trattamento (3 mesi), e oltre 12 mesi di follow-up, con valutazioni a 6, 9, 12 e 15 mesi. I pazienti sono stati randomizzati a CBT (n = 70), che comprendeva l'educazione e la sensibilizzazione, la formazione di rilassamento, la terapia cognitiva, formazione capacità di problem solving e di gestione del comportamento del sonno; o EUC (n = 64), in cui i pazienti sono stati telefonato bisettimanale durante i primi 3 mesi dello studio dagli stessi terapisti per fornire sostegno e per garantire la sicurezza del paziente. Terapisti ricordato ai pazienti di chiamare il personale del progetto se i sintomi peggiorano.

I livelli di ansia, preoccupazione, depressione e fisico/mentale qualità di salute della vita sono stati misurati attraverso vari test o indagini. I ricercatori hanno scoperto che la CBT, a fronte di EUC, notevolmente migliorata la gravità preoccupazione, sintomi depressivi e la salute mentale generale. In analisi intention-to-treat, i tassi di risposta definiti secondo preoccuparsi gravità erano più alti seguente CBT confrontato con EUC a 3 mesi (40,0 per cento contro 21,9 per cento).

"Questo studio è il primo a suggerire che la CBT può essere utile per la gestione di preoccupazione e sintomi associati tra i pazienti più anziani nelle cure primarie," scrivono gli autori. "Questo studio apre la strada per la ricerca futura per testare modelli sostenibili di cura in più demograficamente eterogenei gruppi."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha