'Terapia Egg' mostra la promessa per il trattamento delle allergie uovo

Giugno 12, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Dare i bambini con allergie uovo sempre più dosi più elevate di molto cibo che sono allergici al grado di eliminare o attenuare le reazioni in maggior parte di loro, secondo i risultati di uno studio finanziato dal governo federale condotto presso il Centro Johns Hopkins Children e di altre quattro istituzioni statunitensi.

I risultati della ricerca, pubblicata il 19 luglio, nel New England Journal of Medicine, aggiungere a un crescente corpo di prove che dimostrano che la somministrazione di dosi crescenti di cibo - un approccio noto come immunoterapia orale - può, nel tempo, condizionare il sistema immunitario a tollerare il cibo con reazioni minime o nulle. Recenti studi, condotti più piccoli presso la Johns Hopkins e altrove hanno dimostrato l'approccio può anche essere utile nel trattamento di bambini allergici al latte e arachidi.

I ricercatori dicono che i risultati sono promettenti, ma attenzione che, attualmente, l'immunoterapia orale è ancora considerato sperimentale e non deve essere utilizzato al di fuori di un protocollo di ricerca strettamente controllato.




In questo studio, condotto nell'ambito del NIH-finanziato Consorzio di Food Allergy Research, 35 dei 40 bambini trattati con uovo immunoterapia miglioramento sperimentato.

Cinque dei 40 pazienti sono usciti dallo studio, quattro di loro a causa di reazioni allergiche legate al trattamento. Undici dei 35 pazienti hanno completa eliminazione a lungo termine di reazioni allergiche uova correlate, il risultato terapeutico più ricercati. Il resto dei ragazzi sono stati in grado di tollerare dosi più elevate di uovo con solo sintomi lievi o no, ma ha perso alcuni dei loro tolleranza dopo la sospensione del trattamento. Tuttavia, una soglia più elevata di tolleranza, dicono i ricercatori, è un importante endpoint terapeutica perché può proteggere da gravi reazioni allergiche da esposizioni accidentali o incidentali e dare ai pazienti e ai genitori una pace della mente a ristoranti, feste e altri luoghi dove il controllo alimentare è difficile o impossibile.

"Più di un quarto dei bambini nel nostro studio hanno perso le loro allergie uova del tutto, ma abbiamo anche visto notevoli miglioramenti in coloro che non hanno fatto, che di per sé è un importante risultato terapeutico", afferma Robert Wood, MD, direttore del allergia e immunologia presso il Centro Johns Hopkins bambini. "Questi bambini sono passati da avere gravi reazioni allergiche dopo un solo morso di un biscotto-uovo contenente alle uova con il minimo o nessun sintomo consumo."

Nello studio, 55 bambini, di età compresa tra 5 a 18, ha ricevuto dosi crescenti di polvere bianco d'uovo o un placebo amido di mais per 10 mesi.

Tredici dei 15 pazienti trattati con placebo fallito una sfida alimentare orale, che richiede un bambino a mangiare sotto osservazione medica 5 grammi di proteine ​​dell'uovo, o l'equivalente di mezzo grande uovo. Due pazienti trattati con placebo avevano abbandonato prima della sfida.

Dopo i 10 mesi accumulo iniziale, 22 dei 35 bambini trattati con albumi sono stati in grado di consumare 5 grammi di proteine ​​dell'uovo, 14 di loro senza sintomi. Tutti i 35 bambini hanno continuato a consumare piccole dosi di albumi quotidiana per altri 22 mesi - la cosiddetta fase di mantenimento, in cui l'esposizione giornaliera a piccole dosi di allergene è creduto per costruire tolleranza. Alla fine della fase di mantenimento di 22 mesi, i bambini sottoposti ad una sfida alimentare con 10 grammi di albumi. Trenta dei 35 figli ha superato la sfida alimentare di 22 mesi. Coloro che hanno superato il cibo sfida 10 grammi poi cessato tutti i consumi di uova per quattro-sei settimane e subito una sfida alimentare finale dopo il periodo di "astinenza". Undici bambini sono stati ancora in grado di tollerare 10 grammi di proteine ​​dell'uovo - l'equivalente di un grande uovo - senza sintomi e sono stati considerati completamente guariti della loro allergia. Essere in grado di consumare uova senza una reazione dopo un periodo di astinenza è considerato il vero indicatore della tolleranza sostenuta, dicono gli scienziati. Nel corso di un telefono di follow-up dopo un anno, tutti i 11 segnalati mangiare uova e prodotti a base di uova, contenenti senza sintomi come spesso o raramente come hanno scelto.

Il fatto che la maggior parte dei bambini hanno perso parte della loro tolleranza, dopo solo un mese di astinenza sottolinea l'importanza di esposizione quotidiana a un allergene per mantenere la tolleranza, dicono i ricercatori.

Si stima che circa il 4 per cento dei bambini americani hanno allergie alimentari e, all'età di 3 anni, circa il 3 per cento dei bambini ha la prova di allergie uova, dicono i ricercatori. Alcuni bambini diventano troppo grande per loro allergie alimentari, ma per molti sono per tutta la vita e richiedono completa evasione di prevenire reazioni gravi o pericolose per la vita.

Altre istituzioni partecipanti allo studio inclusi Duke University, la University of Arkansas, National Health ebraica, e Mount Sinai School of Medicine di New York.

A. Wesley Burkes, MD, della Duke University, e Stacie Jones, MD, della University of Arkansas, sono stati autori di piombo sulla relazione NEJM.

La ricerca è stata finanziata dal National Institute of Allergy e Malattie infettive, parte del National Institutes of Health, in borse di studio e U19AI066738 U01AI066560.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha