Terapia farmacologica potenziale per calcoli renali identificate nello studio del mouse

Maggio 5, 2016 Admin Salute 0 16
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Chi ha sofferto di calcoli renali è profondamente consapevole della mancanza di farmaci per trattare la condizione, che spesso provoca dolori lancinanti.

Un nuovo studio sui topi, tuttavia, suggerisce che una classe di farmaci approvati per il trattamento della leucemia e l'epilessia può anche essere efficace contro i calcoli renali, i ricercatori della Washington University School of Medicine in relazione St. Louis.

I farmaci sono inibitori delle deacetilasi degli istoni, o inibitori HDAC in breve. I ricercatori hanno scoperto che due di loro - Vorinostat e Tricostatina A - bassi livelli di calcio e magnesio nelle urine. Sia il calcio e magnesio sono componenti chiave di calcoli renali.




La ricerca è disponibile on-line nel Journal of American Society of Nephrology.

"Siamo fiduciosi di questa classe di farmaci in grado di sciogliere i calcoli renali a causa dei suoi effetti sulla riduzione calcio e magnesio sono esclusivi a cellule renali", ha detto l'autore senior Jianghui Hou, PhD, assistente professore di medicina. "Nei topi, abbiamo ottenuto effetti drammatici ad una frazione del dosaggio usato per trattare la leucemia e senza significativi effetti collaterali."

La maggior parte dei calcoli renali si formano quando l'urina diventa troppo concentrata, consentendo di calcio e magnesio per cristallizzare e stare insieme. Intenso dolore si sviluppa quando le pietre vengono bloccati nel tratto urinario e bloccare il flusso di urina.

La dieta può svolgere un ruolo nella condizione. Non bere abbastanza acqua o mangiare una dieta con troppo sale, che promuove il calcio per essere rilasciato nelle urine, aumenta il rischio di calcoli. Alcune persone sono geneticamente inclini a sviluppare calcoli renali, e rilasciano naturalmente troppo calcio nelle urine.

In genere, i medici raccomandano un sacco di acqua potabile per aiutare passare calcoli renali dal corpo. Tiazidici, un tipo di farmaco usato per trattare la pressione alta, a volte è prescritto per trattare le pietre perché riduce il calcio nelle urine. Ma il farmaco aumenta anche il magnesio nelle urine, contrastare la sua efficacia contro i calcoli renali.

Nel nuovo studio, Hou ei suoi colleghi hanno dimostrato che Vorinostat, approvato per il trattamento della leucemia e l'epilessia, e tricostatina A, un farmaco antifungino, imitare un processo naturale nel rene che riassorbe calcio e magnesio nelle urine.

Reni, oltre a filtrare i rifiuti dal sangue nelle urine, svolgono un ruolo essenziale nel recupero minerali che il corpo ha bisogno per svolgere funzioni di base della vita. Normalmente, alcuni calcio e magnesio nel sangue vengono filtrati nell'urina e poi riassorbite all'interno sangue, a seconda delle necessità del corpo di questi minerali essenziali.

Precedente lavoro di Hou mostrato questo processo è fortemente dipendente l'attività di un gene chiamato claudina-14. Quando l'attività di claudina-14 è idled, sistema di filtraggio del rene funziona come si suppone. Ma quando si attiva il gene, calcio e magnesio sono bloccati da rientrare nel sangue.

L'espressione del gene è controllata da due frammenti di RNA, una molecola sorella di DNA, la ricerca precedente ha mostrato Hou.

Come parte del nuovo studio, Hou ei suoi colleghi hanno scoperto che Vorinostat e tricostatina A non agiscono direttamente sul claudina-14 ma imitano questi cosiddetti molecole micro-RNA, mantenendo l'attività del gene sotto controllo. Che i farmaci possono modificare l'attività di micro-RNA renderli attraenti come potenziali trattamenti per calcoli renali.

Nei topi, piccole dosi di Vorinostat, per esempio, ridotti livelli di calcio nelle urine di oltre il 50 percento e magnesio livelli di oltre il 40 per cento. Risultati simili sono stati osservati per tricostatina A.

"Le cellule di rene sono stati molto sensibili al farmaco", ha spiegato Hou. "Abbiamo utilizzato un ventesimo della dose normalmente utilizzata nell'uomo e ha raggiunto risultati significativi. Ora vogliamo testare il farmaco in studi clinici per i pazienti affetti da calcoli renali."

I topi non sviluppano calcoli renali, quindi sarà importante per testare i farmaci contro calcoli renali nei pazienti, ma questo studio fornisce la prova di principio che gli inibitori HDAC regolano la stessa via che porta a calcoli renali, ha detto.

La ricerca è stata sostenuta dal National Institutes of Health (NIH), (R01-DK084059 e P30-DK079333) e l'American Heart Association (0930050N).

Gong Y, Himmerkus N, Pianura A, M Bleich e Hou J. epigenetica regolazione dei microRNA per il controllo dell'espressione CLDN14 come un meccanismo per la gestione del calcio renale. Journal of American Society of Nephrology. 30 luglio 2014.

Washington University School of 2.100 medici dipendenti e volontari della facoltà di Medicina sono anche il personale medico del Barnes-Jewish e ospedali di St. Louis per bambini. La Facoltà di Medicina è uno dei leader nella ricerca medica, l'insegnamento e la cura dei pazienti istituzioni della nazione, attualmente al sesto posto nella nazione da US News & World Report. Attraverso le sue affiliazioni con Barnes-Jewish e ospedali Bambini St. Louis, la Scuola di Medicina è legata a BJC HealthCare.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha