Terapia genica sperimentale 'abolisce' artrite dolore e riduce il danno articolare

Maggio 18, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Le prime ricerche stadio ha scoperto che una nuova terapia genica può quasi eliminare il dolore di artrite, e ridurre significativamente i danni a lungo termine per le articolazioni colpite, secondo uno studio pubblicato oggi sulla rivista Arthritis and Rheumatism. Mentre lo studio è stato fatto sui topi, sono il primo geneticamente per sviluppare osteoartrosi come gli esseri umani, con la stessa predisposizione genetica che rende un po 'più probabilità di sviluppare la malattia, hanno detto gli autori. Se tutto va bene, con uno studio di follow-up attualmente in corso, i ricercatori si applicano alla US Food and Drug Administration per il permesso di iniziare la sperimentazione umana del prossimo anno.

Quasi tutti di età compresa tra 65 anni soffre di dolore, gonfiore e danno articolare permanente di osteoartrite. La forma più comune di artrite, si sviluppa nel tempo a seguito lesioni articolari iniziali o solo a seguito di invecchiamento. In questo studio, i ricercatori hanno scoperto che una iniezione di una terapia genica di nuova concezione sollevato il 100 per cento del dolore osteoarthritic nel modello di studio. Inoltre, i ricercatori sono stati sorpresi di trovare che la terapia anche portato una riduzione di quasi il 35 per cento in strutturale permanente alle articolazioni causati dalla rotonda e dopo round di infiammazione osteoarthritic.

Fino ad oggi, il trattamento di artrite è dominato da trattamenti farmacologici come, farmaci anti-infiammatori non steroidei, inibitori COX-2 e acetominophen. La morfina ei suoi derivati ​​sono ancora in uso comune e, ma può deprimere la respirazione e portare alla dipendenza. Nel loro insieme, i trattamenti attuali forniscono risultati inconsistenti e sono necessari nuovi approcci, ricercatore ha detto. La terapia genica è stata tentata in passato, ma, tecniche invasive anziani richiesto che i geni terapeutici essere iniettato direttamente nelle cellule nervose. Dolore forte ha provocato, ma in alcuni casi le iniezioni causato danni ai nervi.




"La nostra pubblicazione rappresenta la prima prova che la terapia genica può funzionare in un modo che è clinicamente applicabile", ha detto Stephanos Kyrkanides, DDS, Ph.D., professore associato di Odontoiatria presso l'Università di Rochester Medical Center. "Questa terapia può essere semplicemente iniettata ovunque in un giunto ferito, e il trattamento troverete le terminazioni nervose", ha detto Kyrkanides, il cui lavoro sulla genetica in odontoiatria portato ad applicazioni più ampie. Il terreno comune tra l'artrite e odontoiatria: un luogo comune di dolore artritico è la mandibola.

Dettagli studio

Le proteine ​​chiamate recettori sono integrati nelle superfici esterne delle cellule umane, consentendo loro di reagire ai nutrienti, tossine e ormoni che li circonda. Ogni recettore è progettato per reagire con una molecola di segnalazione specifica, che in moli recettore come una nave che entrano in porto. La docking cambia la forma del bacino per provocare reazioni a catena all'interno della cellula, le consente di rispondere al segnale. Sulle cellule nervose, per esempio, alcuni recettori sono modellati ad accettare antidolorifici naturali chiamati oppioidi, che quando dock, impediscono l'invio di messaggi di dolore lungo le vie nervose.

In questo studio, i ricercatori hanno utilizzato la terapia genica per aumentare di circa un migliaio di volte il numero di recettori degli oppioidi espresso sulla superficie delle cellule nervose che trasmettono i messaggi di dolore avanti e indietro tra una mandibola osteoarthritic e il midollo spinale. Così, le cellule nervose coinvolte nella trasmissione del dolore, con tanti altri recettori sulla loro superficie, diventato drasticamente più rispondente alla antidolorifico naturale, i ricercatori hanno trovato.

La terapia genica inserisce geni su misura in cellule che possono, ad esempio, le cellule diretti per costruire più di una proteina necessaria. Per fornire i geni nelle cellule, i ricercatori utilizzano virus innocui chiamati vettori, che si sono evolute per invadere le cellule umane e inserire il loro DNA. Nel progettare la nuova terapia, squadra Kyrkanides 'ha scelto di lavorare prima con vettori basati su virus dell'immunodeficienza felina (FIV), un lentivirus che attacca il sistema immunitario dei gatti. Assomiglia HIV negli esseri umani, ma è incapace di provocare infezione umana.

Nonostante i buoni risultati, tuttavia, la squadra cercherà di fornire la stessa terapia genica con un vettore diverso nella fase successiva di esperimenti. Kyrkanides sta collaborando con i ricercatori del National Institute on Drug Abuse, parte del National Institutes of Health, per vedere se lo stesso gene terapeutico può essere consegnato invece da un vettore adeno-associato (AAV). AAV sono già stati approvati come sicuri per la terapia genica sperimentale da parte della Food and Drug Administration, eliminando un ostacolo normativo enorme. In caso di successo, il prossimo studio fornirà la prova di principio necessario per la squadra per fare domanda per I test clinici sull'uomo di fase, forse entro 18 mesi, Kyrkanides detto. I primi risultati, pur non ancora pubblicato, suggeriscono che un sierotipo del vettore AAV stanno lavorando con la volontà di fornire risultati comparabili a FIV.

Al di là di questo studio, il lavoro Kyrkanides 'ha contribuito alla teoria emergente che il dolore non è un sintomo di artrosi, ma è invece parte della malattia. Secondo questo nuovo paradigma, il dolore è composto da messaggi nervosi che nel tempo provocano cambiamenti chimici permanenti nelle vie che percorrono, che li rende più sensibili al dolore e l'infiammazione incoraggiante. Questo bidirezionale "crosstalk" può significare che l'artrite in un giunto può diffondersi, attraverso il sistema nervoso centrale (CNS), ad altre articolazioni. Peggio ancora, l'artrite comune può esportare l'infiammazione al cervello, dove svolge un ruolo in condizioni neurologiche (morbo di Alzheimer ad esempio, la demenza e la sclerosi multipla).

Mentre lo studio appena pubblicato coinvolto una tecnica che fornisce la terapia genica per iniezione al giunto, altri approcci promettenti possono comportare interrompendo crosstalk nel cervello invece. Sulla base di quella promessa, il Medical Center è in procinto di fondare una società biotecnologica privata per sviluppare la tecnologia. Sarebbe la ricerca di nuovi farmaci in grado di interferire con i recettori infiammatori chiave sulle cellule nervose sensoriali all'interno del sistema nervoso centrale.

Unendo Kyrkanides nella pubblicazione presso l'Università di Rochester Scuola di Medicina e Odontoiatria sono stati co-autori J. Edward Puzas, Ph.D., Donald e Mary Clark Professore di Ortopedia, M. Kerry O'Banion, MD, Ph.D. , professore associato di neurobiologia e anatomia e Ross Tallents, DDS, professore di Odontoiatria e direttore del Programma di Dolore Orofacial all'interno dell'Università di Eastman Dental Center di Rochester. Contributori studenti erano Paolo Fiorentino, Yanjun Gan, Yu-Ching Lai e Solomon Shaftel. Jennie Miller è stato coinvolto come collaboratore tecnico Kyrkanides '. Maria Piancino, dell'Università degli Studi di Torino, l'Italia, è stato anche un autore sulla base di un'alleanza tra le due istituzioni. Lo studio è stato finanziato in parte dal National Institute of Dental Research e craniofacciale.

"Vicino a future applicazioni del lavoro possono includere amplificando la risposta del corpo alla morfina, riducendo drasticamente la quantità necessaria per il sollievo del dolore potente" Tallents detto. "Un po 'fuori, la nuova idea che le malattie infiammatorie come l'artrite periferiche può portare a infiammazione del cervello possono prevedere un modo completamente nuovo per il trattamento di condizioni neurologiche infiammatorie che colpiscono milioni di persone."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha