Terapia ormonale aumenta di frequenza delle mammografie anormali, biopsie al seno, ritrovamenti di studio

Marzo 18, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Terapia ormonale combinata sembra aumentare il rischio che le donne avranno mammografie anormali e biopsie al seno e può diminuire l'efficacia di entrambi i metodi per rilevare il cancro al seno, secondo un nuovo rapporto.

Uso La terapia ormonale rimane comune tra le donne che iniziano la menopausa, in base alle informazioni in questo articolo. "Per le donne con un utero considerando estrogeno combinato più uso progestinico, questioni di cancro al seno identificati rappresentano una preoccupazione", scrivono gli autori.

Rowan T. Chlebowski, MD, Ph.D., del Los Angeles Biomedical Research Institute a Porto - UCLA Medical Center e colleghi hanno studiato 16.608 donne in post-menopausa che hanno partecipato Initiative di salute delle donne (WHI) trial clinico, a partire dal 1993 al 1998. Un totale di 8.506 donne sono state assegnate in modo casuale a ricevere una combinazione di estrogeni (0,625 mg di estrogeni coniugati equini al giorno) più progesterone (2,5 milligrammi di medrossiprogesterone acetato al giorno), mentre 8102 hanno preso un placebo. Ogni donna ha ricevuto un esame mammografia e del seno ogni anno, con biopsie effettuate sulla base del giudizio clinico dei medici.




Durante i 5,6 anni di studio, 199 donne nel gruppo ormone combinato e 150 donne nel gruppo placebo hanno sviluppato il cancro al seno. Mammografie con risultati anomali erano più comuni tra le donne che assumono ormoni che tra le donne che assumevano placebo (35 per cento vs 23 per cento); donne che assumono ormoni avevano un 4 per cento maggiore rischio di avere una mammografia con anomalie dopo un anno e un 11 per cento maggiore rischio dopo cinque anni.

Biopsie al seno sono stati anche più comune tra le donne che assumono ormoni che tra quelli assegnati al placebo (10 per cento contro 6,1 per cento). "Anche se i tumori al seno sono stati notevolmente aumentati e sono stati diagnosticati in stadi più alti nel gruppo ormone combinato, biopsie di quel gruppo di meno di cancro frequentemente diagnosticata (14,8 per cento contro 19,6 per cento)," scrivono gli autori.

"Dopo la sospensione della terapia ormonale combinata, il suo effetto negativo sul mammografie modulato ma è rimasto significativamente diversa da quella del placebo per almeno 12 mesi", continuano.

L'uso di ormoni combinati aumenta la densità del seno, che aumenta il rischio di cancro al seno e può anche ritardare la diagnosi, gli autori della nota. Tuttavia, la densità del seno non è stata misurata in questo studio.

"L'uso di estrogeni equini coniugati più medrossiprogesterone acetato per circa cinque anni ha portato in più di uno su 10 e uno in 25 donne che hanno altrimenti evitabili anomalie mammografia e biopsie al seno, rispettivamente, e compromesso la performance diagnostica di entrambi", concludono gli autori. "Questo effetto negativo sulla rilevazione del cancro al seno dovrebbe essere inserita nel dibattito rischio-beneficio con le donne in considerazione anche a breve termine combinata terapia ormonale."

Journal riferimento: Arch Intern Med. 2008; 168 [4]: ​​370-377.

Il programma WHI è finanziato dal National Heart, Lung, and Blood Institute, Dipartimento di Salute e Servizi Umani.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha