Terapie innovative per il trattamento del disturbo da stress post-traumatico

Aprile 18, 2016 Admin Salute 0 11
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Una nuova ricerca sul disturbo da stress post-traumatico (PTSD) è stato presentato questa settimana al Forum Military Health Research (MHRF), un convegno scientifico organizzato dal Dipartimento della Difesa (DOD) Congresso Directed programmi di ricerca medica (CDMRP).

A seconda del conflitto in cui servivano, dal 10 al 30 per cento dei soldati che hanno speso tempo nelle zone di guerra sperimentare la debilitanti e cambiano la vita sintomi di disordine da stress post-traumatico (PTSD). Con il componente di servizio in servizio attivo e veterani popolazioni in crescita, PTSD è in aumento ei ricercatori stanno lavorando per migliorare l'assistenza fornita al personale militare.

Un certo numero di studi PTSD focalizzato presentati al MHRF valutare l'efficacia di entrambe le opzioni di trattamento farmacologico e alternative. Argomenti esaminati includono utilizzando ambienti virtuali e di nuovi farmaci per aiutare il personale militare con diagnosi di PTSD e/o di altri co-morbidità, e l'uso di cani di assistenza psichiatrica per aiutare le truppe a gestire i sintomi di PTSD.




"PTSD è una condizione che ha colpito decenni di veterani di guerra, e trattamenti continuano ad evolvere," ha dichiarato il capitano E. Melissa Kaime, MD, direttore del CDMRP. "La ricerca PTSD romanzo viene presentato al MHRF rappresenta avanzamenti nella terapia di questa condizione che riteniamo possa migliorare l'assistenza sanitaria e gli esiti per i nostri uomini e le donne di servizio."

Ambienti virtuali per Cognitive and Affective erettile negli Mild Traumatic Brain Injury e disturbo da stress post-traumatico: sviluppo di una piattaforma di trattamento 21 ° secolo
Principal Investigator: Charles Levy, MD, North Florida Fondazione per la ricerca e l'istruzione, Inc.

Circa il 20 per cento dei veterani di ritorno dall'Iraq soffrono di lievi traumi cerebrali (mTBI) o PTSD. Il trattamento per queste condizioni è costituito da farmaci e psicoterapia tradizionale, chiedendo viaggi frequenti in una clinica, un potenziale disagio per molti veterani.

I ricercatori guidati da Charles Levy, MD, capo di Medicina Fisica e Riabilitazione servizi per il nord della Florida/South Georgia Health System Veterans, cercano di sfruttare la comodità di combattimento dei veterani e la familiarità con la tecnologia di comunicazione e ambienti immersivi (attraverso i telefoni cellulari, internet, e video giochi) e costruire un prototipo di un ambiente mondo virtuale (VWE) in cui condurre la terapia. Il VWE simulerà incontri di vita quotidiana, che sono difficili da quelli con mTBI/PTSD, e permettere il veterano e terapeuta di affrontare e superare le barriere che bloccano il successo reinserimento sociale.

Il team clinico ha scelto un supermercato come lo scenario virtuale dove i veterani possono ricevere sfide cognitive ed emotive, tra cui a seguito di una lista della spesa, l'acquisto di oggetti, rendendo il cambiamento, scontrandosi con gli altri carrelli, e impegnarsi con impiegati e gli altri avventori al momento del check-out. Attualmente, un supermercato virtuale è in costruzione che permette una terapeuta e paziente, ciascuno al proprio computer, per entrare nel supermercato virtuale e vivere queste sfide insieme.

Questa ricerca esplora un innovativo concetto nuovo. Uso Precedente dell'esposizione realtà virtuale tra i veterani di combattimento è stato limitato a ritrarre battaglia come una parte della terapia di esposizione.

"Spesso, le sfumature della vita quotidiana possono inaspettatamente scatenare reazioni rabbiose da combattenti ostacolato da mTBI e PTSD", ha detto Levy. "Questo progetto dimostra un grande potenziale per accelerare ed espandere la cura per i veterani e feriti guerrieri in un breve lasso di tempo, in modo da minimizzare viaggi per il trattamento, e in modo economicamente conveniente."

Farmacologico Gestione di Post-Traumatic Stress Disorder e Co-Morbid Alcohol Dependence in Veterans
Principal Investigator: Ismene Petrakis, MD, Università di Yale

La combinazione di PTSD e dipendenza da alcol è una condizione clinica grave per i veterani militari. Quando un veterano soffre di PTSD e dipendenza da alcol contemporaneamente, lui o lei di solito sperimenta più problemi psicosociali e medici, recidive più frequenti, ed i sintomi più gravi rispetto a quelli che soffrono di solo uno o l'altro. La ricerca nel trattamento di questi disturbi è incluso l'uso di farmaci, che si è dimostrata efficace nel alcolismo, depressione clinica, e, in alcuni casi, per i sintomi di PTSD a quelli senza alcolismo simultanea. I dati preliminari di due studi clinici presentati al MHRF mostrano che le opzioni terapeutiche possono essere efficaci nel trattamento di entrambi i sintomi di PTSD e dipendenza da alcol.

Nel primo studio clinico, 93 veterani con PTSD e dipendenza da alcol, che erano psichiatricamente stabile, sono stati randomizzati a ricevere naltrexone (antagonista degli oppioidi) e disulfiram (Antabuse) da solo o in combinazione per 12 settimane. I risultati hanno mostrato che i pazienti con PTSD sperimentato meno desiderio di alcol, usato meno alcol, e ha avuto un minor numero di sintomi psichiatrici durante l'assunzione di farmaci (uno o entrambi i farmaci), rispetto a quelli trattati con placebo.

Il secondo studio ha confrontato paroxetina, un inibitore della ricaptazione della serotonina, con desipramina, l'inibitore della ricaptazione noradrenergico, nel ridurre i sintomi di PTSD e il consumo di alcol nei veterani con casi acuti di PTSD (quando i sintomi sono durati meno di tre mesi) e dipendenza da alcol. Lo studio ha anche esaminato se naltrexone ulteriormente ridotto il consumo di alcol. I risultati preliminari mostrano che desipramina e paroxetina sono ugualmente efficaci nel ridurre i sintomi di PTSD. Tuttavia, non vi era alcun vantaggio compreso naltrexone come terapia di combinazione per ridurre il consumo di alcol.

"Disturbo da stress post-traumatico accoppiato con dipendenza da alcol continua a ostacolare i nostri veterani", dice Principal Investigator Ismene Petrakis, Professore Associato di Psichiatria presso la Facoltà di Medicina dell'Università di Yale. "Questi studi suggeriscono che ci sono trattamenti disponibili per i pazienti che soffrono di sintomi acuti, così come per coloro che sono relativamente stabili."

Prazosin Riduce Trauma Incubi e gravi disturbi del sonno in soldati dispiegati in Iraq
ricercatori principali: Murray Raskind, MD, Seattle Istituto di Ricerca biomedica e clinica, e il maggiore Jess Calohan, ARNP, Madigan Army Medical Center, Fort Lewis, WA

I soldati che soffrono di incubi traumatici e disturbi del sonno hanno meno di funzionamento ottimale in ambiente di combattimento esigenti, e questi sintomi sono difficili da trattare. Prima di ricerca ha rivelato che prazosina migliora il sonno e la funzione di giorno in Vietnam combattimento veterani con PTSD cronica ed è una scelta molto efficace e ben tollerato per la riduzione e l'eventuale eliminazione di incubi trauma.

Sulla base di questa ricerca iniziale, Murray A. Raskind, MD, ha esteso questa terapia sperimentale per i soldati sul campo. Raskind, direttore della malattia VA Northwest Network Mental Research, Education e Centro Clinico a Seattle, Washington, ha condotto lo studio con l'assistenza di maggiore Jess Calohan, un avanzato Registered Nurse Practitioner che era a capo di una squadra di controllo dello stress da combattimento nel nord dell'Iraq . Nello studio, 13 soldati in servizio attivo ricevute tra 1 mg e 10 mg di prazosina prima di coricarsi. Tutti avevano sperimentato eventi combattimento a rischio di vita o di altri eventi traumatici.

I soldati sono stati valutati al basale e follow-up con il PTSD Scale clinico-amministrato per valutare i cambiamenti nei "sogni spiacevoli ricorrenti" e voci "sonno disturbato". Inoltre, la Clinical Global Impression of Change è stato utilizzato per valutare il cambiamento in funzione giorno e generale senso individuale di benessere. Nove dei 13 soldati (70 per cento) hanno mostrato marcate o moderato miglioramento in funzione giorno e benessere. Inoltre, su una scala da 0 a 8 (8 è il più alto punteggio del trauma), il punteggio trauma incubo medio è diminuito 7,8-2,9 (p <0,01), e il punteggio sonno disturbato diminuito 6,7-3,7 (p <0.01) .

Affrontare problemi di sicurezza, nessun soldato è peggiorata a qualsiasi parametro. I risultati dello studio in aperto sono coerenti con studi prazosina controllati con placebo in PTSD cronica in Vietnam veterani e civili. Poiché gli studi clinici non sono consentiti in un ambiente di combattimento, i risultati attentamente quantificati di questo studio di dosata trattamento in aperto possono essere i dati di altissima qualità attualmente ottenibile.

"Sopportare le continue richieste e le sfide affrontate dalle truppe durante il combattimento si traduce in stanchezza e disturbi del sonno", ha detto Raskind. "Scoprire le opzioni di trattamento efficaci che incoraggino concede sonno soldati la possibilità di eseguire a piena capacità quando necessario."

L'uso del Servizio Psichiatrico cani con soldati che hanno PTSD
ricercatori principali: Craig Amore, Ph.D., Westat, Inc., e Joan Esnayra, Psychiatric Servizio Dog Society

Cani psichiatrici sono addestrati per soddisfare le esigenze legati alla disabilità di persone che vivono con una varietà di condizioni psicologiche, tra cui PTSD. Un'indagine preliminare di persone che utilizzano cani di assistenza psichiatrica indica che l'82 per cento di quelli con PTSD, la diagnosi ha registrato una riduzione dei sintomi dopo essere stato stretto una partnership con un cane addestrato. Un altro rapporto del 40 per cento che il loro uso di farmaci è diminuito a seguito di una collaborazione uomo-cane. Molti hanno riferito col senno di poi che i loro cani potrebbero percepire gli episodi in arrivo della malattia mentale, come episodi maniacali e attacchi di panico, prima ancora che i pazienti si potevano percepire il cambiamento.

Una partnership del Servizio Psichiatrico Dog Society, Westat, il National Institutes of Health, e Walter Reed Army Medical Center sta testando l'efficacia del servizio di intervento cane psichiatrico per i soldati e veterani che sono disabilitata PTSD così come la possibilità di attuare un psichiatrica programma di addestramento del cane di servizio presso una struttura medica militare.

I partecipanti allo studio, i soldati disabili da PTSD, saranno assegnati in modo casuale a uno dei due gruppi nel corso di un periodo di 12 mesi. Un gruppo di 10 soldati riceveranno un cane e la formazione professionale, mentre un altro gruppo di 10 riceverà nessuno. Entrambi i gruppi saranno sottoposti al protocollo di trattamento usuale per i soldati con PTSD al Walter Reed Army Medical Center. I partecipanti saranno valutati per tutto il periodo di 12 mesi per valutare il loro miglioramento dei sintomi e la gestione della malattia.

"I cani possono essere addestrati a conoscere le esigenze dei loro compagni e rispondere ad esse in modo unico", ha detto Craig Amore, di Westat, Inc. un'organizzazione di ricerca privata. "Speriamo di dimostrare che questa partnership uomo-cane è efficace sia da un punto di vista clinico e dei costi in modo più soldati e veterani possono usufruire di questo tipo di terapia."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha