Terapie per tutti e AML mira MER possesso recettore promessa di più con meno effetto collaterale

Aprile 27, 2016 Admin Salute 0 20
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Due Università degli studi di Colorado Cancer Center mostrano che la proteina recettore Mer è sovraespresso in molte leucemie, e che l'inibizione di questo recettore Mer risultati nella morte delle cellule leucemiche - senza intaccare le cellule sane circostanti,.

Il primo studio, pubblicato oggi sulla rivista Oncogene, ha lavorato con leucemia mieloide acuta (AML), per i quali chemioterapie attuali offrono un tasso di guarigione di solo circa il 55 per cento.

"In circa i 2/3 di tutti i pazienti AML e circa il 90 per cento dei pazienti adulti AML, abbiamo scoperto che il recettore Mer era upregulated. Proteina recettore Mer non dovrebbe esistere in cellule mieloidi normali, ma abbiamo trovato anormalmente espresso", spiega Doug Graham, MD, PhD, ricercatore presso il CU Cancer Center e professore associato di pediatria e immunologia presso l'Università del Colorado School of Medicine.




Il recettore Mer si trova all'interno della membrana cellulare, e quando si attiva la cellula riceve i segnali per crescere e sopravvivere. Leucemia e forse molti tumori solidi hanno approfittato della funzione di sopravvivenza delle cellule di Mer per assistere proliferazione dilagante del cancro. Quando Graham e colleghi hanno utilizzato shRNA far tacere la produzione di Mer in cellule leucemiche, hanno mostrato riduzione della sopravvivenza delle cellule della leucemia, aumentata sensibilità alla chemioterapie esistenti e una più lunga sopravvivenza in modelli murini di leucemia.

Un secondo studio, pubblicato questo mese in Blood Cancer Journal, mostra risultati simili con leucemia linfoblastica acuta (ALL), il tumore pediatrico più diffuso.

"Il tasso di guarigione è ALL già oltre l'80 per cento, ma per i pazienti che recidivano, la prognosi è molto meno ottimista. Abbiamo bisogno di terapie mirate da utilizzare come trattamento di seconda linea per la popolazione, per i quali le terapie esistenti non sono durevoli, in particolare nei pazienti con recidiva delle cellule T ALL ", dice Graham.

In secondo luogo, egli sottolinea che un quarto di tutte pediatrici pazienti che rispondono alla chemioterapie esistenti farlo al prezzo di significativi effetti collaterali a lungo termine. "E così, oltre ad un aumento della sopravvivenza, il secondo gol di terapie mirate è diminuita effetti collaterali", afferma Graham.

L'inibizione della proteina recettore Mer è promettente per entrambi gli account.

"Non solo le cellule a cellule B e T-cell leucemia muoiono quando ti abbattere l'espressione del recettore Mer, ma queste cellule sono anche molto più sensibile alle chemioterapie esistenti. Colpendo Mer, stiamo facendo la chemioterapia più efficace", dice Graham .

In tutti e AML, gli studi di Graham mostrano che rendere Mer inibizione significa che meno la chemioterapia può avere effetto uguale o più forte. Forte la prova preliminare indica che Mer può essere la chiave di terapie meno tossiche e più efficaci per la leucemia.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha