Terapie Zucchero-Based potrebbe prevenire danni da insufficienza renale

Aprile 14, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Targeting zuccheri che si trovano naturalmente nel corpo potrebbe proteggere i reni o di altri organi di danni associati a malattia o infortunio, secondo uno studio della Johns Hopkins.

Lo studio sui topi, pubblicato nel 1 set numero di The Journal of Immunology, indica che battendo la funzione normale di alcuni enzimi in grado di proteggere il rene dai danni e infiammazioni dopo il blocco del flusso sanguigno. Tale danno colpisce i pazienti con condizioni come il diabete e insufficienza renale acuta, e può distruggere reni prelevati da cadaveri per il trapianto.

Gli enzimi in questione sono chiamati fucosyltransferases. Durante la riparazione del pregiudizio, si aggiunge il fucose zucchero alle proteine ​​che permettono alle cellule bianche del sangue di legarsi ai siti di danni. Lo sviluppo di farmaci che hanno come target il fucose o l'enzima fucosyltransferase potrebbe portare a nuove terapie per fermare il blocco del flusso sanguigno nei reni, così come il cuore e il cervello, dice l'autore senior Hamid Rabb, MD, direttore medico del programma di trapianto di rene a Hopkins.




"Questo apre una nuova linea di ricerca sul potenziale terapeutico di zuccheri, che sono più facilmente disponibili in natura e possono avere meno effetti collaterali rispetto ai farmaci convenzionali," dice.

I ricercatori hanno confrontato i topi normali con quelli geneticamente modificati per la mancanza una delle due forme di fucosyltransferase, abbreviato FUCT-IV e FUCT-VII, o mancare entrambi. Per simulare lesioni naturale, gli scienziati serrate vasi sanguigni nei reni degli animali per 30 minuti, poi misurata la funzione renale, e cambiamenti strutturali e molecolari agli organi 24, 48 e 72 ore dopo l'intervento.

Normalmente, il corpo invita globuli bianchi per combattere le infezioni. Un tipo di globuli bianchi, dei neutrofili, distrugge i batteri e parassiti viaggiando al sito di invasione e inghiottendo il suo nemico. Ma a volte le cellule bianche del sangue confondono la "a" segnale e continuano ad attaccare i tessuti dopo un danno viene riparato, causando infiammazione e ulteriori danni nel processo.

Nello studio Hopkins, topi deficienti in entrambi gli enzimi fucosyltransferase erano significativamente protetta disfunzioni renali e danni dopo la lesione, e aveva un numero ridotto di neutrofili nel sito lesioni, rispetto ai topi normali. I topi deficienti solo in FUCT-IV sono stati significativamente protetti da un infortunio, ma non tanto quanto quelle carenti di entrambi gli enzimi.

"Questi dati dimostrano che la famiglia fucosyltransferase enzima rappresenta importanti mediatori di disfunzione renale e lesioni strutturali dopo un episodio di riduzione del flusso di sangue", dice l'autore Melissa J. Burne. "I risultati hanno implicazioni per la ricerca in condizioni come infarti e ictus, che hanno simili blocchi del flusso sanguigno."

Più di 20 milioni di americani hanno la malattia renale cronica, secondo la National Kidney Foundation. Circa 52.000 sono in lista di attesa per un trapianto di rene.

La ricerca è stata sostenuta dalla National Kidney Foundation e il National Institutes of Health.

Riferimento: Burne, MJ, e Hamid Rabb, "Contributi fisiopatologici di Fucosyltransferases in renale Ischemia riperfusione," The Journal of Immunology, 1 SETTEMBRE 2002, vol. 169, pagine 2648-2652.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha