Test colesterolo a 15 mesi di età Proposti

Maggio 12, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I bambini potrebbero avere i loro livelli di colesterolo testati a circa 15 mesi di età per prevenire le malattie cardiache più tardi nella vita, dicono i medici in uno studio pubblicato sul sito del British Medical Journal.

Colesterolo alto che corre nelle famiglie è conosciuto come ipercolesterolemia familiare. Essa colpisce circa due ogni 1000 persone e provoca alti livelli di lipoproteine ​​a bassa densità (LDL) o 'colesterolo cattivo' nel sangue. Esso comporta un alto rischio di morte per malattia coronarica.

Il trattamento per abbassare il colesterolo riduce il rischio sostanziale, ma c'è incertezza su cosa è probabile che sia efficace la strategia di screening.




Studi Così i ricercatori della Barts e Scuola di Medicina e Odontoiatria di Londra Queen Mary di analizzati pubblicati sul colesterolo totale e LDL in persone con e senza ipercolesterolemia familiare per determinare l'efficacia dello screening e l'età migliore per farlo.

Essi hanno identificato 13 studi che hanno coinvolto 1.907 casi e 16.221 controlli.

Essi hanno scoperto che lo screening è stato più efficace se fatto nella prima infanzia (1-9 anni). Screening a questa età rilevato l'88% delle persone colpite, mentre i neonati di screening e giovani adulti è stata molto meno efficace.

Sulla base di questi risultati, gli autori suggeriscono che i bambini possano essere sottoposti a screening quando visitano il loro pratica generale per le vaccinazioni di routine a circa 15 mesi di età.

Una volta che un figlio affetto è identificato, i loro genitori sarebbero poi anche essere sottoposti a screening, dal momento che, data l'eredità di questo disturbo, per ogni bambino affetto ci sarebbe un genitore affetto. Il trattamento per abbassare il colesterolo potrebbe poi essere avviato immediatamente nel genitore affetto e ritardato nel bambino fino all'età adulta.

Un potenziale forza di screening al momento della vaccinazione dell'infanzia, spiegano, è che si svolgerà in un momento in cui i genitori sono ricettivi alla possibilità di prevenire la malattia nel loro bambino e quindi può essere ricettivo a una strategia basata famiglia per evitare il conseguenze della stessa malattia all'interno della famiglia nel suo complesso.

Le proposte di strategia schermi elegantemente per ipercolesterolemia familiare in due generazioni contemporaneamente con il potenziale di prevenire la malattia coronarica prematura in quasi tutti con la malattia.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha