Test delle urine rileva miglior uso di alcol nel fegato trapianto candidati, destinatari

Giugno 22, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Ricercatori provenienti da Italia confermano che glucuronide etilico urinario (uEtG) rileva con precisione il consumo di alcol in fegato candidati al trapianto e destinatari. Lo studio pubblicato nel trapianto di fegato, un giornale della Associazione Americana per lo Studio delle Malattie del Fegato e la Società Internazionale Trapianti Fegato, suggerisce che una combinazione di uEtG e al consumo di alcol Disorders Identification prova per il consumo di alcol (AUDIT-c) sono i migliori in avvisando i medici per il consumo di alcol da parte dei pazienti sottoposti a valutazione per trapianto di fegato o che hanno ricevuto trapianti di fegato.

Epatopatia alcolica è uno dei motivi più comuni per il trapianto di fegato in Europa e negli Stati Uniti dicono gli esperti. Inoltre, gli studi suggeriscono che fino al 49% dei pazienti sottoposti a trapianto di fegato lotta con ricaduta alcol, che può causare complicazioni con l'innesto. In realtà, prove mediche scoperto che a trapianto che recidivano hanno un tasso di sopravvivenza più povero di pazienti astinenti.

"Valutare il consumo di alcol è fondamentale nella selezione dei candidati al trapianto di fegato", spiega il Dr. Paolo Angeli presso l'Università di Padova in Italia. "Altrettanto importante è la capacità di rilevare l'uso di alcol in pazienti sottoposti a trapianto di fegato intervento così presto per alcol ricaduta può avvenire."




Per il presente studio il team di ricerca ha valutato l'efficacia di uEtg, AUDIT-c, etanolo siero (sETOH), etanolo urinario (uETOH), e carboidrati carente transferrina (CDT) nella valutazione dello stato di bere in 121 candidati al trapianto di fegato e destinatari. I partecipanti hanno fornito campioni di sangue e urina ad ogni visita per rilevare tutti i marcatori di alcol.

I ricercatori hanno rilevato il consumo di alcol nel 31% dei partecipanti, con uEtG risultato essere il più forte indicatore del consumo di alcol. Rispetto al CDT, uEtG era anche più preciso nel predire la quantità di consumo di alcol. Quando viene utilizzato insieme uEtG e AUDIT-c erano più accurate per valutare il consumo di alcol di CDT e AUDIT-c. Nei pazienti con un negativo AUDIT-C, uEtG era l'indicatore più efficace dello stato di bere.

Gli autori raccomandano che AUDIT-c e uEtG essere utilizzati di routine in candidati al trapianto e destinatari per monitorare lo stato di bere. Dr. Angeli conclude: "E 'di vitale importanza che i pazienti astenersi da comportamenti dannosi bere dopo il trapianto di fegato per evitare la perdita del trapianto o addirittura la morte. Quando utilizzati insieme, uEtG e AUDIT-C forniscono un importante strumento per la gestione dei pazienti trapiantati a rischio di alcol ricaduta . "

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha