Timing del primo ciclo menstual può essere predittivo di rischio di malattia cardiovascolare nelle donne

Aprile 6, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

L'età d'esordio del menarca (primo ciclo mestruale) è associato ad un aumento dell'indice di massa corporea (BMI), circonferenza della vita, e l'obesità generale in età adulta, secondo un recente studio accettato per la pubblicazione nel Journal The Endocrine Society of Clinical Endocrinology & Metabolism (JCEM ).

Le malattie cardiovascolari (CVD), è la principale causa di morte nelle donne negli Stati Uniti. Rispetto agli uomini, le donne possono manifestare la loro malattia clinica nel corso della vita, rendendo algoritmi di predizione del rischio omogenee meno affidabile nelle donne. L'attuale studio utilizza un approccio corso della vita, che cerca associazioni tra precedenti eventi della vita e risultati di salute in seguito, per meglio comprendere e predire il rischio cardiovascolare nelle donne nella loro fase pre-clinica.

"Lo scopo di questo studio era di esaminare se i fattori di rischio riproduttivo femminile - tra cui insorgenza del menarca, il numero di nascite nel corso della vita (chiamato parità), inizio della menopausa, e lo stato di menopausa - sono associati con gli indici di composizione corporea del grasso, "ha dichiarato Caroline S. Fox, MD, MPH, del National Heart, Lung, and Blood Institute, e autore senior dello studio. "Abbiamo scoperto che in precedenza insorgenza del menarca è associata con l'adiposità generale, mentre la parità e l'età della menopausa non sono state associate a misure di adiposità. Le donne in post-menopausa avevano anche livelli più alti di adiposità generale, anche se questo sembra essere in gran parte a causa dell'età e non menopausa lo stato. "




Lo studio ha caratterizzato 1.638 donne che hanno partecipato al Framingham Heart Study (FHS) tra il 2002 e il 2005. Questi i partecipanti avevano un'età di 40 anni o più, pesava meno di 160 kg e non in stato di gravidanza. I partecipanti allo studio sono stati sottoposti a un esame fisico con analisi di laboratorio per misurare l'adiposità viscerale (VAT, il "ventre grasso" intorno all'addome) e adipe sottocutaneo (SAT, il grasso sotto la pelle). Lo studio modellato il rapporto tra l'IVA, SAT, e fattori riproduttivi femminili dopo aggiustamento per età, abitudine al fumo, assunzione di alcol, indice di attività fisica, terapia ormonale sostitutiva e stato menopausale. I risultati dello studio hanno mostrato i tempi del primo ciclo mestruale è stato associato con generalizzate ma non regionali depositi di grasso corporeo.

"Questa ricerca suggerisce che selezionare i fattori di rischio riproduttivi femminili, in particolare insorgenza del menarca, sono associati con l'adiposità generale, ma non con gli indici specifici di distribuzione del grasso corporeo", ha detto il dottor Subbulaxmi Trikudanathan, della Harvard Medical School di Boston, MA, e piombo autore dello studio. "In definitiva, la questione importante è se i fattori di rischio riproduttivi femminili possono essere utilizzati per indirizzare gli interventi di stile di vita nelle donne ad alto rischio per prevenire le conseguenze metaboliche di obesità e malattie cardiovascolari."

Altri ricercatori che lavorano allo studio includono: Udo Hoffmann, e Ellen W. Seely della Harvard Medical School, Boston, Massachusetts; Alison Pedley del National Institutes of Health, Bethesda, Maryland; e Joseph M. Massaro e Joanne M. Murabito della Boston University.

L'articolo, "Associazione di fattori riproduttivi femminili con composizione corporea: il Framingham Heart Study," appare nel numero di gennaio 2013 della JCEM.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha