Tossina batterica prepara il terreno per infezione

Marzo 29, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Se un immunitarie cellula si divide, allarmi altre cellule immunitarie o muore è strettamente controllato nel nostro sistema immunitario. "Interruttori molecolari" influenzano tali processi e fondamentalmente impostare il corso per diversi percorsi. Alla luce della competizione evolutiva tra il sistema immunitario e microbi, ricercatori hanno trovato che i batteri producono sostanze diverse per manipolare la posizione degli interruttori a loro vantaggio.

Gli scienziati del Centro Helmholtz di ricerca sulle infezioni (HZI) in Braunschweig e presso la Medical School di Hannover (MHH) hanno preso in esame una di queste sostanze in modo più dettagliato. I loro risultati sono stati pubblicati sulla rivista scientifica americana PLoS Pathogens. Il team guidato dal Prof Petra Dersch, capo del Dipartimento "Biologia Molecolare Infection," è venuta a conoscenza della molecola chiamata CNFy, perché il batterio Yersinia pseudotuberculosis produce in grandi quantità.




Yersinia pseudotuberculosis si trasmette attraverso cibo contaminato e può generare malattie gastro-intestinali. Tuttavia, non tutti i ceppi producono CNFy. Gli scienziati avevano quindi ipotizzato che essa non ha svolto alcun ruolo significativo. Il team interdisciplinare ha ora dimostrato che questo è stato un errore. "I batteri producono molecole che sono utili per i loro scopi solo. Quindi, abbiamo voluto sapere perché Yersinia avrebbe bisogno CNFy", dice Dersch.

Al fine di chiarire la sua funzione, gli scienziati geneticamente modificate un ceppo batterico che normalmente costituisce CNFy in modo tale che ha perso la capacità di produrre tale fattore. "Il batterio modificato non era più in grado di sfuggire al sistema immunitario dell'organismo ospite e non poteva causare la malattia", riferisce Janina Schweer, dottorando presso il HZI. Questo è notevole in quanto i batteri hanno sicuramente altre caratteristiche patogene nel loro repertorio. Hanno grandi complessi molecolari a loro disposizione con la quale si possono iniettare sostanze distruttive nella cellula ospite. Questo è un metodo molto efficace per promuovere l'infezione. "Sembra che questo meccanismo non è sufficientemente attiva in qualche Yersinia. A quanto pare, il ceppo Yersinia esaminato deve CNFy in modo che i suoi" siringhe molecolari "può iniettare quantità sufficienti di sostanze attive nelle cellule immunitarie", spiega il Prof. Jochen Hьhn, capo della Dipartimento "Immunologia Sperimentale" al HZI. Queste sostanze attive, la maggior parte delle cellule tossine, danneggiano le cellule immunitarie. Molte delle sostanze causano mortalità cellulare. Questo facilita l'espansione della Yersinia all'interno dell'organismo infetto. Durante infezioni avanzate, infiammazione si verifica, nonché danni al tessuto.

I ricercatori hanno anche identificato il bersaglio molecolare che CNFy manipola, generando le drammatiche conseguenze: si tratta dei cosiddetti piccoli Rho GTPasi. Questi enzimi iniziano una cascata di eventi, ad esempio alterazione del citoscheletro. Questo porta a pori nella superficie della cellula ospite, attraverso i quali siringhe batteriche possono più efficiente trasportare agenti attivi nella cellula. La mortalità cellulare osservata delle cellule immunitarie viene introdotto attraverso Rho GTPasi pure.

"Siamo qui scoperto una strategia molto intelligente di Yersinia pseudotuberculosis. Con l'aiuto del CNFy, il batterio manipola la cellula ospite in modo tale che l'apparato di iniezione può lavorare in modo più efficace", spiega Dersch. "E 'prepara il terreno per una infezione efficiente e attiva l'insorgenza della malattia."

Il presente studio dimostra che CNFy è molto importante per Yersinia. Allo stesso tempo, si sottolinea il ruolo centrale dell'apparato di iniezione che viene distribuito in maniera più robusta via CNFy - è, e rimane, un obiettivo importante farmaco per misure di intervento.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha