Tossina cellulare trovato per inibire sopravvivenza proteine ​​nelle cellule tumorali

Marzo 16, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Una versione modificata chimicamente di una tossina mitocondriale lungo utilizzato per controllare specie ittiche invasive nei laghi è stato trovato per inibire selettivamente due "proteine ​​sopravvivenza" nelle cellule tumorali. La ricerca è un primo passo verso lo sviluppo di un farmaco molecolare mirato che potrebbe eliminare la resistenza a livello cellulare per diversi tipi di chemioterapia e radioterapia presenti in molti tipi di tumori.

In un articolo pubblicato nel numero di luglio 2007 della Molecular Cancer Therapeutics, gli scienziati della relazione Fred Hutchinson Cancer Research Center che una versione modificata di antimicina chiamato 2-Methoxy antimicina è selettivo nell'uccidere le cellule che hanno alti livelli di Bcl-2 e Bcl-xL proteine. L'espressione sopra di queste proteine ​​in molti tipi di cellule tumorali correla con la resistenza alla chemioterapia e radioterapia. Le cellule con livelli normali di Bcl-2 o Bcl-xL sono resistenti a 2-Methoxy antimicina.

David M. Hockenbery, membro del Clinical Research Division del centro di Hutchinson e ricercatore principale per lo studio, e colleghi hanno istituito test di screening per cercare piccole molecole o composti che sono selettivamente tossici per le cellule che esprimono più di Bcl-2 proteine. Maggiore espressione della proteina bersaglio reso cellule più sensibili alla inibitore antimicina 2-metossi. Questo si chiama un "guadagno di funzione" meccanismo ed è controintuitivo per il modo in cui la maggior parte dei farmaci funzionano.




"Il nostro composto, 2-metossi antimicina, è l'unico inibitore della Bcl-2 riportata con 'guadagno di funzione' attività, che fornisce una finestra terapeutica tra le cellule tumorali con elevata espressione delle proteine ​​contro cellule con espressione normale", ha detto Hockenbery, che è anche un professore di medicina presso l'Università di Washington Medical Center. "Questo effetto è stato mantenuto quando 2-Methoxy antimicina stato usato in combinazione con altri agenti, e potrebbe portare a una terapia molecolare mirata a migliorare l'efficacia dei trattamenti contro il cancro."

Hockenbery ha detto l'approccio del suo gruppo ha illustrato la necessità di guardare a come le proteine ​​interagiscono con tutto il resto della cella. "Con più di esprimere questa proteina, la cellula viene modificato in qualche modo interessante. Si crea una situazione in cui la cella varia in funzione della proteina", ha detto. "Tumori possono diventare dipendenti da determinate proteine, così semplicemente sopra esprimendo la proteina le alterazioni cellulari in modo che non può vivere senza di quella proteina."

Il prossimo passo in questa ricerca è quello di utilizzare i test suo laboratorio sviluppato per "gettare una rete più ampia" per trovare ulteriori composti che hanno proprietà simili a 2-Methoxy antimicina, Hockenbery detto. Questa strategia ha già prodotto uno inibitore supplementare Bcl-xL con "guadagno di funzione" attività, riportato nel documento Molecular Cancer Therapeutics.

Il finanziamento per lo studio, "2-Methoxy antimicina rivela un meccanismo unico per l'inibizione Bcl-xL," è venuto dal Fondo per lo sviluppo della tecnologia New amministrato dalla Hutchinson Center. Altri investigatori principali del laboratorio di Hockenbery inclusi Michael Manion, Ph.D., e Pam Schwartz, Ph.D., e John Fry.

Conflitto di interesse economico: Hockenbery è uno dei fondatori di una società privata che ha concesso in licenza i brevetti detenuti dalla Hutchinson Centro per il nuovo uso 2-Methoxy antimicina, così come i test utilizzati per fare la scoperta.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha