Tra Gioventù Negli Stati Uniti, i bianchi hanno alta incidenza di diabete

Aprile 29, 2016 Admin Salute 0 17
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Giovani bianchi non ispanici hanno il più alto tasso di diabete di tutti i gruppi etnici/razziali per bambini negli Stati Uniti, con il tipo 1 è il tipo predominante di diabete tra i giovani, secondo uno studio del 27 giugno del JAMA, un problema sul tema sulle malattie croniche dei bambini.

Dana Dabelea, MD, Ph.D., della University of Colorado Health Sciences Center, Denver, ha presentato i risultati dello studio in un JAMA mezzi di informazione a New York.

Le stime di incidenza di diabete mellito tipo 1 (DM) mostrano un aumento dell'incidenza di tutto il mondo nel corso degli ultimi due decenni, in base alle informazioni in questo articolo. DM di tipo 2 è stato tradizionalmente visto come un disturbo di adulti, la maggior parte delle persone probabilmente che sono di mezza età o anziani. Ma, come la prevalenza dell'obesità è aumentata negli ultimi decenni, alcuni studi hanno riportato una percentuale crescente di giovani con diabete di tipo 2, in particolare tra le popolazioni delle minoranze etniche/razziali. Tuttavia, i dati sono limitati per quanto riguarda il tipo e l'incidenza di DM tra noi giovani di diverse origini razziali/etnici.




Dr. Dabelea e colleghi con la ricerca per il diabete in Gruppo di Studio Giovani individuati i casi di DM tra gli individui di età inferiore ai 20 anni negli Stati Uniti per valutare l'incidenza della popolazione di tipo 1 e 2 DM generale e per età e razza/etnia. Lo studio ha incluso 2.435 giovani multietnica con nuova diagnosi di DM, nel 2002 e nel 2003, da 10 sedi negli Stati Uniti

Nel complesso, il tasso di incidenza (per 100.000 anni-persona [il numero di persone in tempi di studio il numero di anni di follow-up per persona]) del DM era 24,3. Il tasso di incidenza è più alta tra 10 ai 14 anni, i giovani (33,9), e leggermente più alto nelle femmine vs maschi. In generale, i tassi di incidenza più elevati di DM sono stati osservati tra bianco non ispanici (26,1), afroamericano (25,4), e giovani indiani d'America (25,0), con i tassi più bassi tra i giovani ispanici e Asia-Pacifico Islander.

Per i bambini di età 0-4 anni e 5 a 9 anni, la maggior parte era DM di tipo 1, indipendentemente dalla razza/etnia. L'incidenza di tipo 1 DM è stata più alta tra i bambini bianchi non-ispanici, e più basso tra Indiani d'America e Asia-Pacifico, i bambini delle isole. Allo stesso modo, per i giovani di età superiore (10-14 anni e 15-19 anni), l'incidenza di diabete di tipo 1 è stata più alta tra i bambini bianchi non-ispanici, seguito da African giovani americani e ispanici.

"... Prese insieme [con altri studi], questi dati suggeriscono che l'incidenza di diabete di tipo 1 può essere in aumento negli Stati Uniti, in linea con le tendenze di tutto il mondo," scrivono gli autori. "Stimiamo che il numero annuale dei giovani di nuova diagnosi con DM di tipo 1 negli Stati Uniti è di circa 15.000."

Nel complesso, DM di tipo 2 era relativamente poco frequenti, ma i tassi più elevati sono stati documentati tra i 15 ei 19 anni i gruppi di minoranza, tra cui American giovani indiani, seguiti da afro-americani, asiatico-Isole del Pacifico, e giovani ispanici. "Anche se la prova della presenza di diabete di tipo 2 nei giovani è ancora in via di sviluppo, è coerente con la crescente prevalenza di diabete di tipo 2 negli adulti, e la crescente prevalenza di obesità in adulti e bambini."

"Lo studio di ricerca fornisce dati unici di popolazione sull'incidenza di DM tra i giovani di varie provenienze razziali/etnici, in base al tipo di DM. Continuando questo sforzo di sorveglianza documenterà le tendenze temporali nell'incidenza di DM tra i vari gruppi etnici/razziali e con precisione valutare il futuro onere sanitario di DM e delle sue complicanze nella popolazione pediatrica e giovani adulti degli Stati Uniti, "concludono i ricercatori.

Riferimento: JAMA. 2007; 297: 2716-2724.

Editoriale: incidenza del diabete nei bambini e la gioventù - Tracking un bersaglio mobile

In un editoriale di accompagnamento, Rebecca B. Lipton, Ph.D., MPH, BSN, dell 'Università di Chicago, i commenti sui risultati di Dabelea e colleghi.

"Il progetto RICERCA aggiunge qualche dettaglio per la comprensione della natura mutevole del rischio di diabete negli Stati Uniti. Gli autori hanno accertato casi in una gamma di impostazioni, in base alle norme sulla privacy rigorose che sono costrette molte ricerche sulla popolazione degli Stati Uniti recentemente. In particolare, il loro gruppo è ben posizionata per esaminare le differenze geografiche nel rischio di diabete tra le diverse posizioni rappresentate nello studio SEARCH ".

"Dato che questo e altri ricerca va avanti, potrebbe essere possibile sviluppare una migliore comprensione del gioco di autoimmunità con diabete giovanile ad insorgenza. C'è un bisogno urgente di andare oltre gli studi come questo per l'attuazione di un approccio coordinato per il diabete infantile sorveglianza (ad esempio,-reporting caso mandato). Solo allora la società rispondere efficacemente alla sfida grave e crescente del diabete nei giovani. "

Riferimento: JAMA. 2007; 297: 2760-2761.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha