Trattamenti di luce-attivato potrebbe risolvere MRSA Problemi dopo chirurgia

Giugno 2, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Coloranti Killer che può spazzare via i batteri potrebbero contribuire a risolvere i problemi incontrati dai superbug pazienti chirurgici, gli scienziati sentito alla società per la riunione autunnale di Microbiologia Generale che si terrà questa settimana al Trinity College di Dublino.

"Abbiamo dimostrato che il 99% dei batteri potenzialmente pericolosi Staphylococcus aureus a ferite infette può essere ucciso con un colorante verde che emana molecole tossiche quando viene attivato dalla luce nel vicino infrarosso," ha detto il dottor Omar Ghada dell'University College di Londra, Regno Unito.

Vicino infrarosso luce è comunemente usato in fibra ottica e telecomunicazioni perché passa attraverso il vetro facilmente. I ricercatori hanno ora scoperto che può essere utilizzato insieme a un colorante per uccidere i batteri che infettano ferite e ustioni. Il colorante usato, denominato verde indocianina, è innocuo per l'uomo e inattivo al buio. Tuttavia, emana molecole tossiche che rapidamente uccidono i batteri quando viene attivato da lunghezze d'onda della luce giusta.




"Le sostanze chimiche prodotte quando il colorante è attivato danneggia i batteri in una tale varietà di modi in cui è improbabile batteri potrebbe mai sviluppare una resistenza al trattamento," ha detto il dottor Omar. Questo lo rende ideale - e forse l'unica opzione -. Per il trattamento delle infezioni con più batteri resistenti ai farmaci, tra cui MRSA "

Ferite infette sono un grave problema per migliaia di pazienti ricoverati in ospedale ogni anno, e fino al 9% delle infezioni ospedaliere si verificano durante l'intervento chirurgico, che contribuisce al 77% delle morti per interventi chirurgici. Queste infezioni aumentano la lunghezza del tempo che i pazienti devono rimanere in ospedale da una media di 10 giorni, aumentando il costo per il NHS fino a due volte e mezzo per quanto Ј2,400 per paziente.

Il nuovo trattamento antimicrobico-luce attivato è meno efficace quando ci sono bassi livelli di ossigeno nei tessuti infetti. Questo è un problema comune in cui i sistemi di lesioni sanguigni sono stati danneggiati, o quando il danno è più lontano dalle principali sistemi vascolari dei corpi '. L'ultimo lavoro del team dell'University College di Londra dimostra che anche con livelli molto bassi di ossigeno nei tessuti danneggiati, i batteri più pericolosi possono ancora essere uccisi con i coloranti luce attivato.

"Aumentare i livelli di ossigeno nei tessuti infetti sarebbe massimizzare l'effetto letale", ha detto il dottor Omar. "Ma anche con bassi livelli di ossigeno una vasta gamma di batteri sono stati uccisi, di cui oltre il 70% di Streptococcus pyogenes e Staphylococcus aureus, che è diventato uno dei maggior parte dei batteri resistenti ai farmaci negli ospedali." Co-autori del dottor Omar dello studio includono Michael Wilson e Sean Nair della Divisione di Malattie microbiche, UCL Eastman Dental Institute.

La ricerca è parte di un programma di ricerca di un trattamento alternativo semplice, rapido ed economico per ferite infette e ulcere che non rispondono agli antibiotici convenzionali.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha