Trattamento del cancro potenziale rivoluzione con nuovo farmaco

Maggio 8, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Una rivoluzione nel trattamento del cancro potrebbe essere presto in atto a seguito di una svolta che può portare ad un notevole miglioramento dei tassi di sopravvivenza al cancro.

Un nuovo studio presso l'Università di Warwick, pubblicato oggi sulla rivista Angewandte Chemie International Edition, ha sviluppato un nuovo farmaco in grado di manipolare i sistemi di segnalamento e di energia naturale del corpo, permettendo al corpo di attaccare e chiudere le cellule cancerose.

Chiamato ZL105, il farmaco è un composto a base di prezioso iridio metallo. Lo studio ha trovato ZL105 potrebbe potenzialmente sostituire i farmaci antitumorali attualmente in uso, che diventano meno efficaci nel tempo, causare una vasta gamma di effetti collaterali e cellule sane danno così come cancerogene.




Commentando la svolta, Università di Warwick ricercatore e coautore dello studio Dr Isolda Romero-Canelon ha dichiarato: "La macchina-produzione di energia nelle cellule tumorali lavora al limite nel tentativo di tenere il passo con la proliferazione veloce e l'invasione. Questo rende le cellule tumorali sensibili di piccole variazioni nella cella 'power-casa'. Il nostro farmaco spinge le cellule tumorali oltre il limite causando loro di rallentare e arrestare, mentre le cellule normali possono far fronte con i suoi effetti. "

I dati preliminari indicano che il nuovo farmaco potrebbe essere dieci volte più efficace nel trattamento ovarico, colon, il melanoma, renale, e alcuni tipi di cancro al seno, secondo i dati ottenuti dalla US National Cancer Institute. I ricercatori ora mirano a estendere lo studio di tumori che sono intrinsecamente resistenti ai farmaci esistenti e di quelle che hanno sviluppato resistenza dopo un primo ciclo di trattamenti di chemioterapia.

Studio co-autore il professor Peter J. Sadler ha detto che "i trattamenti del cancro esistenti diventano spesso meno efficace dopo il primo ciclo, come le cellule tumorali imparare come essi vengono attaccati. Il farmaco che abbiamo sviluppato è un catalizzatore ed è attivo a basse dosi. Può attaccare le cellule tumorali in diversi modi allo stesso tempo, in modo che il tumore è meno in grado di adattarsi al trattamento. Ciò significa che i nuovi farmaci potrebbero essere molto più efficace rispetto ai trattamenti esistenti. "

"Farmaci a base di platino sono utilizzati in quasi il 50% di tutti i regimi chemioterapici, esercitano la loro attività danneggiando il DNA e non può scegliere tra le cellule cancerose e non cancerose, portando ad una vasta gamma di effetti collaterali da insufficienza renale a neurotossicità, ototossicità , nausea e vomito.

"In contrasto, il nuovo farmaco a base di iridio-è specificamente progettato per non attaccare DNA, ma per avere un nuovo meccanismo di azione, il che significa che potrebbe non solo rallentare drasticamente e arrestare la crescita del cancro, ma anche ridurre significativamente gli effetti collaterali subiti dai pazienti "afferma il professor Sadler.

Questa ricerca potrebbe anche portare a miglioramenti sostanziali nei tassi di sopravvivenza al cancro. "Le statistiche attuali indicano che uno su ogni tre persone sarà sviluppare un qualche tipo di cancro nel corso della loro durata di vita, inoltre circa una donna muore di cancro ovarico ogni due ore nel Regno Unito in base al Cancer Research UK .E 'chiaro che una nuova generazione di farmaci è necessario per salvare più vite ei nostri punti di ricerca di un modo molto efficace per sconfiggere le cellule cancerose ", ha detto il dottor Romero-Canelon.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha