Trattamento di anemia riduce il rischio di morte per le persone con HIV

Giugno 19, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

GINEVRA, 1 luglio 1998 - Nuovi dati presentati al 12 ° Conferenza AIDS mondiale a Ginevra dimostrano che solo l'anemia non trattata può aumentare significativamente il rischio di morte in peoplewith HIV/AIDS.

"Anemia spesso è visto come influenzano la qualità della vita del paziente, ma la nostra ricerca ha scoperto che anche è legata alla morte prematura", ha detto Richard Moore, MD, professore associato di direttore medicineand del programma in farmacoepidemiologia e farmacoeconomia presso l'Università Scuola Johns Hopkins di Medicina. "I pazienti ei medici sia bisogno di riconoscere i sintomi di anemia precoce e trattarlo."




Anemia, segnato da un numero impoverito di globuli rossi che trasportano l'ossigeno ai tessuti del corpo, è una delle principali cause di affaticamento debilitante in persone con HIV. La condizione è spesso considerato una complicazione inevitabile di vivere con l'HIV e colpisce fino al 95% delle persone overthe corso di infezione.

Anemia, tradizionalmente è stato trattato con le trasfusioni di sangue quando il sangue rosso proteina cellulare di emoglobina scende a gravemente bassi livelli - al di sotto di 8,5 grammi per decilitro. La ricerca mostra, tuttavia, che le persone con livelli di emoglobina alto come 12 g/dl (tipicamente considerato Bethe range "normale") possono beneficiare della eritropoietina droga red-cell-boosting, data in cui l'anemia è legata alla terapia con farmaci antiretrovirali come l'AZT .

"I sintomi di anemia può essere così grave che gli individui possono diventare costretto a letto e incapace di svolgere anche le attività quotidiane di base", afferma il dottor Moore. "Perché le persone con HIV vivono più a lungo, questa ricerca può avere un impatto positivo sulla vita delle persone che vivono con la malattia."

--JHMI--

Johns Hopkins Medical Institutions 'comunicati stampa sono disponibili su base APRE-EMBARGO on EurekAlert a http://www.eurekalert.org, Newswise all'indirizzohttp: //www.newswise.com e dall'Ufficio Comunicazione e Public Affairs' e- diretta servizio di posta comunicato stampa. Per iscriversi, chiamare 410-955-4288 o inviare e-mail a [email protected]

Su base revocato l'embargo li troverete http://hopkins.med.jhu.edu, Quadnet all'indirizzohttp: //www.quad-net.com e ScienceDaily a http://www.sciencedaily.com.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha