Trattamento mirato a raggi X di topi impedisce glaucoma

Aprile 19, 2016 Admin Salute 0 5
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Ricercatori Jackson di laboratorio hanno dimostrato che un singolo, trattamento mirato a raggi X di un occhio individuo giovane, topi glaucoma inclini a condizione che l'occhio con apparentemente tutta la vita e la protezione tipicamente completa dal glaucoma.

Nella ricerca pubblicata il 19 marzo sul Journal of Clinical Investigation, Gareth Howell, Ph.D., Simon John, Ph.D., (professore e Howard Hughes Medical Investigator) e colleghi hanno utilizzato anche sofisticati metodi di genomica per scoprire alcuni tra i primi percorsi di cambiare durante glaucoma in questi topi. Il primo percorso che rilevati cambiare suggerisce un meccanismo fondamentale che potrebbe essere responsabile per la prima danno che infligge glaucoma sul nervo ottico.

Glaucoma, una delle principali cause di cecità, colpisce più di 4 milioni di americani, almeno la metà dei quali non sanno nemmeno di avere la malattia. Gli attuali trattamenti obiettivo l'aumento della pressione intraoculare, il fattore di rischio più noto per il glaucoma. Tuttavia, cecità indurre danni alle cellule gangliari della retina e il nervo ottico può verificarsi nei pazienti con normale pressione oculare intraoculare. Diagnosi precoce e trattamenti più efficaci potrebbero quindi avere un forte impatto sulla prevenzione della cecità a causa di glaucoma.




Circa 10 anni fa, il laboratorio John fatto la scoperta sorprendente che solo una singola dose di irradiazione corpo intero insieme trasferimento midollo osseo conferire una protezione senza precedenti contro il glaucoma. Il novanta per cento dei occhi trattati aveva glaucoma un anno dopo rispetto a solo il 20 per cento degli occhi di controllo. Anche se questo risultato è stato inaspettato, ci sono prove che le radiazioni possono proteggere da glaucoma umana. Gli epidemiologi che hanno seguito i sopravvissuti giapponesi dei bombardamenti atomici nella seconda guerra mondiale avevano notato che l'esposizione alle radiazioni aumenta l'incidenza di tiroide e di altri tumori, ma sembrava di fornire protezione contro il glaucoma.

Nuova dimostrazione I laboratori John 'che l'irradiazione di un solo occhio è protettiva, e a dosi inferiori di quanto precedentemente pubblicato, aumenta la possibilità di utilizzare radiazioni localizzata altamente controllato di appena l'occhio per prevenire il glaucoma umana.

Ulteriori ricerche in altri modelli animali per valutare la protezione e la sicurezza e l'efficacia è necessaria prima di tentare trattamenti umani. Ma, come gli autori concludono nel loro articolo, "data l'efficacia sia robusto e lungo termine di una singola dose di raggi X nel prevenire l'ingresso cellulare nel nervo ottico e della retina, sarà importante valutare ulteriormente l'uso di raggi X per prevenire il glaucoma. "

Lo studio ha dimostrato che in risposta a stress tissutali precoci, una classe di cellule immunitarie conosciute come monociti, inserire il nervo ottico e della retina in glaucoma. Questi monociti esprimono molecole dannose che appaiono fondamentali per danni ai nervi in ​​glaucoma. L'ingresso di queste cellule è controllata in parte dalle cellule endoteliali che rivestono i vasi sanguigni. Trattamento di radiazione sembra cambiare come queste cellule endoteliali rispondono alle sollecitazioni tessuto primi e influenzano l'ingresso dei monociti nel nervo ottico e della retina.

"Mentre è necessario ulteriore lavoro per comprendere appieno come la radiazione conferisce protezione a lungo termine", Howell, dice, "radiazione sembra ostacolare l'adesione e la migrazione dei monociti nelle aree dell'occhio incline a danni ai nervi." Questa scoperta implica fortemente l'ingresso di cellule nell'occhio come una componente chiave dei danni ai nervi che porta alla cecità. Suggerisce anche la visione può essere mantenuto negli occhi con elevata pressione intraoculare dai trattamenti che bloccano l'ingresso di monociti nell'occhio.

The Jackson Laboratory è, un'istituzione indipendente senza scopo di lucro la Ricerca Biomedica e del National Cancer Institute-designato Cancer Center con sede a Bar Harbor, nel Maine, con un impianto a Sacramento, in California., Un istituto per la medicina genomica previsto a Farmington, Connecticut., E un totale il personale di circa 1.400. La sua missione è di scoprire la base genetica per la prevenzione, il trattamento e la cura delle malattie umane, e per consentire la ricerca e l'istruzione per la comunità biomedica globale.

Il supporto per la ricerca è stato fornito dalla Fondazione Partridge, la Fondazione Pew, Kathryn Davis e la sua famiglia, il National Eye Institute, The Barbara e Giuseppe Cohen Foundation, National Glaucoma Research (un programma della American Health Assistance Foundation) e ricerca per la prevenzione Cecità.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha