Trattare il cancro come una malattia cronica?

Aprile 27, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Una nuova ricerca dell'Istituto Technion-Israel of Technology Rappaport Facoltà di Medicina e Research Institute e il centro medico Rambam può portare allo sviluppo di nuovi metodi per controllare la crescita del cancro, e forse portare a trattamenti che trasformerà il cancro da una malattia letale di una malattia cronica, una maneggevole, simile all'AIDS.

Inserendo le cellule tumorali e nei pressi di una crescita sviluppato da una popolazione di cellule staminali umane, gli scienziati hanno dimostrato che le cellule tumorali crescono e proliferano più robusta se esposti a cellule umane di quanto non facciano in un piatto o un mouse modello tipico di Petri. La popolazione di cellule del cancro è anche più vario di quanto era stato precedentemente capito. La ricerca è stata pubblicata nel numero attuale linea avanzata delle rivista Stem Cells. Maty Tzukerman, Rambam anziano ricercatore e responsabile del progetto e di alto livello co-autore del rapporto, afferma che questo modello faciliterà la scoperta della droga mirata volta a bloccare il processo di auto-rinnovamento delle cellule del cancro.

Precedenti studi hanno stabilito che alcune cellule tumorali sembrano essere differenziati, mentre altri mantengono la proprietà di auto-rinnovamento che rende il cancro così mortale. Secondo il Technion professor Karl Skorecki, direttore del Medical Research e Sviluppo di Rambam Health Care Campus e maggiore co-autore del rapporto, questa nuova ricerca cerca di capire come il cancro si sviluppa, e per trovare il modo di fermare la replica fuga.




Per simulare l'ambiente cancro umano più vicino possibile, il gruppo di ricerca ha sviluppato un teratoma - un tumore in una miscela eterogenea di cellule e tessuti - consentendo la differenziazione delle cellule staminali embrionali umane in una varietà di normalmente si verificano umana linee cellulari di un mouse carrier. Il teratoma cellulare umana costituisce una nuova piattaforma di cellule umane sane per monitorare il comportamento e la proliferazione delle cellule tumorali umane.

Per questo studio, il team ha preso cellule di carcinoma ovarico a cellule chiare di una donna e li iniettato sia nel o accanto nell'ambiente derivato dalle cellule staminali umane. "Abbiamo notato molto presto, piuttosto sorprendentemente, che le cellule tumorali umane crescono più robusto quando sono nell'ambiente teratoma rispetto a qualsiasi altro mezzo in cui li cresciuti, come ad esempio in un muscolo mouse o sotto la pelle di un topo, "afferma Skorecki.

Gli scienziati sono stati in grado di prendere in giro fuori sei diversi tipi di cellule auto-rinnovamento, in base al comportamento - quanto velocemente crescono, come aggressivi sono, come si differenziano - e sul loro profilo molecolare. Questa è stata una scoperta precedentemente sconosciuto, che uno tumorale potrebbe avere una tale varietà di cellule con cruciali proprietà fondamentali di crescita. Tzukerman spiega che la crescita delle sottopopolazioni di cellule di cancro può essere spiegato dalla loro vicinanza all'ambiente cellula umana.

I ricercatori hanno clonato e ampliato le sei distinte popolazioni cellulari e iniettati nel teratomi di cellule staminali umane. Un'osservazione fondamentale è che alcune cellule, che non erano auto-replicante in qualsiasi altro modello, è diventato auto-replicante quando esposti alle cellule umane.

Skorecki ha detto che mentre lui non era sorpreso che l'ambiente umano influenzato la crescita, è stato infatti sorpreso dalla grandezza dell'effetto: "Ci conosciamo da anni ormai che i tumori sono organi complessi, ma non pensavo che la potere dell'ambiente sulle cellule staminali umane sarebbe così robusto, che sarebbe fare una grande differenza nel modo in cui sono state coltivate le cellule. "

I ricercatori sottolineano che non sanno ancora i segnali che esaltano particolarmente la proliferazione del cancro, e il team sta lavorando per isolare i fattori di cellule umane che promuovono tale plasticità e proprietà di auto-rinnovamento. Gli scienziati spiegano che questo può eventualmente permettere ai medici di gestire il cancro come una malattia cronica: invece di una terapia contro l'intero tumore, i ricercatori possono sviluppare un metodo per prendere in giro la varietà di linee di cellule auto-rinnovamento di un particolare tumore e determinare ciò che permette ciascuna di prosperare, poi attaccano quel meccanismo.

Skorecki e Tzukerman dicono che un passo importante in questa linea di ricerca sul cancro sarà quello di individuare e sviluppare modi di bloccare il fattore o fattori che promuovono questa essenziale struttura auto-rinnovamento del cancro, relegando così molte forme di cancro al controllabili, malattie croniche .

Questa ricerca è stata sostenuta con sovvenzioni dal Daniel M. Soref Charitable Trust, la Fondazione Skirball, il Richard D. Satell Foundation, la Sohnis e famiglie Forman, e la Israel Science Foundation.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha