Trattenere i pazienti è giustificato Contenere Deadly TB Strain In Sud Africa, dicono gli esperti

Aprile 10, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

In un documento politico sulla rivista sanitaria internazionale PLoS Medicine, il dottor Jerome Singh del Centro per il programma AIDS di ricerca a Durban, Sud Africa (che è anche professore a contratto presso il Centro comune di Bioetica, Università di Toronto) e colleghi dire che "l'isolamento forzato e confinamento di tubercolosi estensivamente resistente ai farmaci (XDR-TB) e più farmaci tubercolosi resistente (MDR-TB) individui infetti possono essere una risposta proporzionata in situazioni definite dato il rischio estremo posta."

Il 1 settembre 2006, l'Organizzazione mondiale della sanità ha annunciato che un nuovo ceppo mortale di XDR-TB era stato rilevato in Tugela Ferry, una cittadina rurale nella provincia sudafricana di KwaZulu-Natal, l'epicentro dell'epidemia di HIV/AIDS in Sud Africa. Dei 544 pazienti studiati nella zona nel 2005, 221 avevano MDR-TB (Mycobacterium resistenti ad almeno rifampicina e isoniazide tubercolosi). Di questi 221 casi, 53 sono stati identificati come XDR-TB (ovvero MDR-TB, più resistenza ad almeno tre delle sei classi di trattamenti farmaco di seconda linea). Dei 53, 44 sono stati testati per l'HIV e tutti erano infetti da HIV.




Questo ceppo di XDR-TB in Kwazulu-Natal rivelata particolarmente letale: 52 dei 53 pazienti morto (entro una mediana di 16 giorni dalla raccolta iniziale di espettorato per scopi diagnostici).

Ma gli autori dicono che ci sono stati una serie di ostacoli nel modo di affrontare efficacemente la crisi. "Iniziale reazione letargica del governo sudafricano alla crisi", dicono, "e incertezza tra sudafricani operatori sanitari riguardanti le implicazioni sui diritti etiche, sociali e umane per affrontare efficacemente questa epidemia sottolinea la necessità di affrontare questi problemi con urgenza per timore che il dubbio e l'inerzia genera un epidemia conclamata XDR-TB in Sud Africa e oltre ".

Citation: Singh JA, Upshur R, Padayatchi N (2007) XDR-TB in Sudafrica: Non c'è tempo per la negazione o autocompiacimento. PLoS Med 4 (1): e50. (Http://dx.doi.org/10.1371/journal.pmed.0040050)

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha