Tre persone con infezione da Ebola previsto per volare dall'Africa occidentale ogni mese se non screening in uscita avviene

Giugno 20, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Dr Kamran Khan Hospital di San Michele a Toronto, in Canada, e colleghi hanno analizzato 2014 orari dei voli in tutto il mondo e storici itinerari di volo dei passeggeri a partire dal 2013 per prevedere i movimenti di popolazione previsti dalla Guinea, Liberia e Sierra Leone. Hanno anche usato WHO Ebola dati di sorveglianza dei virus per modellare il numero atteso di infezioni da virus Ebola esportati e per determinare come utile restrizioni di viaggio aereo e partenza dall'aeroporto e lo screening arrivo potrebbe essere nel controllare la diffusione del virus mortale.

L'analisi, assumendo nessun screening in uscita, ha dimostrato che in base alle condizioni di epidemia in corso e le restrizioni di volo internazionali da e per la Guinea, Liberia e Sierra Leone, in media, poco meno di tre (2 · 8) viaggiatori infettati dal virus Ebola sono proiettate a viaggiare su un volo internazionale al mese. Anche se lo screening aeroporto è attualmente in vigore nei luoghi modellati, la ricerca sottolinea l'importanza di garantire che lo screening uscita venga applicata e mantenuta in modo efficace in queste posizioni.




"Il rischio di diffusione internazionale potrebbe aumentare in modo significativo se l'epidemia in Africa occidentale persiste e cresce", spiega Khan. "I rischi per la comunità globale sarebbero ulteriormente aumentare se il virus Ebola dovesse diffondersi e all'interno di altri paesi con deboli sistemi sanitari pubblici."

Dei quasi 500.000 viaggiatori che hanno volato sui voli commerciali su Guinea, Liberia, Sierra Leone e nel 2013, oltre la metà ha avuto destinazioni in cinque paesi: Ghana (17,5%), Senegal (14,4%), Regno Unito (8,7%), Francia ( 7,1%), e Gambia (6,8%). Più del 60% dei viaggiatori nel 2014 si prevede di avere destinazioni finali nei paesi a reddito medio-basso basso o. "Dato che questi paesi hanno limitato le risorse mediche e di salute pubblica, che potrebbero avere difficoltà rapidamente individuare e rispondere efficacemente ai casi di Ebola importati", spiega Khan.

I risultati indicano anche che è molto più efficiente e meno dannoso per i viaggiatori dello schermo per Ebola che lasciano i paesi colpiti in Africa occidentale, piuttosto che la schermata degli stessi viaggiatori al loro arrivo in altri aeroporti di tutto il mondo. Gli autori sottolineano inoltre che, con efficace screening in uscita dei viaggiatori nel luogo, l'utilità dello screening ulteriore voce è molto basso data la breve durata di volo di paesi colpiti, rispetto al periodo di incubazione più lungo del virus Ebola.

Dr Khan spiega, "Esci di screening nei tre aeroporti internazionali (Conakry, Monrovia, e Freetown) in Guinea, Liberia e Sierra Leone dovrebbe consentire a tutti i viaggiatori a più alto rischio di esposizione a Ebola da valutare con maggiore efficienza rispetto a ingresso screening della stessi passeggeri al loro arrivo in città di tutto il mondo. Tuttavia, questo richiederà il sostegno internazionale per attuare efficacemente e mantenere. "

E aggiunge: "L'approccio migliore per ridurre al minimo i rischi per la comunità globale è quello di controllare l'epidemia alla fonte. Mentre lo screening viaggiatori in arrivo negli aeroporti al di fuori dell'Africa occidentale può offrire un senso di sicurezza, questo avrebbe al meglio marginali benefici, e potrebbe trarre preziose risorse da interventi di sanità pubblica più efficaci. Inoltre, i vincoli eccessivi per i viaggi aerei potrebbero avere gravi conseguenze economiche che potrebbero destabilizzare la regione e, eventualmente, interrompere le forniture di salute critiche essenziali e servizi umanitari. I decisori devono bilanciare attentamente i potenziali danni che potrebbe derivare da restrizioni di viaggio nei confronti di eventuali riduzioni del rischio di diffusione internazionale. "

Scrivendo in un commento collegato, il dottor Yu Hongjie dal Centro cinese per il controllo delle malattie e la prevenzione, Pechino, la Cina e il dottor Benjamin Cowling presso l'Università di Hong Kong, Cina, accogliere lo studio, che si dice, "è un passo avanti rispetto lavoro precedente , che ha analizzato le reti di volo e la connettività, ma non hanno rappresentato per i flussi di passeggeri e destinazioni finali. " Tuttavia, essi aggiungono che, "Alcuni paesi hanno implementato e continueranno screening in entrata per vari motivi. Con riserva di screening in entrata già in fase di attuazione, screening in uscita dai paesi colpiti potrebbero non avere utilità incrementale, soprattutto considerando le altre priorità urgenti della regione. In aggiunta a qualsiasi screening in entrata o di uscita, la vigilanza all'interno dei paesi è essenziale per la diagnosi precoce di casi importati di Ebola. "

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha