Tre settimane di corso di seno radioterapia può essere efficace quanto convenzionale 5- 7 settimane di corso per i tumori della mammella in anticipo

Maggio 28, 2016 Admin Salute 0 9
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Secondo uno studio presentato 4 novembre 2009, al 51 ° Meeting Annuale della American Society for Radiation Oncology (ASTRO), un ridotto, corso intensivo di radiazioni data a tutto il seno, con una dose extra di radiazioni dato al Letto chirurgica del tumore (boost concomitante), ha dimostrato di provocare un eccellente controllo locale in un follow-up mediano di due anni dopo il trattamento, senza significativi effetti lati.

"Le osservazioni finora suggeriscono che un corso di tre settimane di radioterapia con concomitante spinta dà risultati paragonabili a quello di un 5-7 settimana di corso per i primi tumori fase-seno. Ulteriori studi con un corpo più grande di dati e più a lungo follow up periodo contribuirà a stabilire se questo tipo di trattamento con radiazioni dovrebbe essere usato di routine, "Manjeet Chadha, MD, autore principale dello studio e di un oncologo di radiazione presso il Beth Israel Medical Center di New York, ha detto.

Questo trattamento più breve, chiamato accelerata ipofrazionata intero irradiazione della mammella, è un'opzione particolarmente interessante perché le donne possono ricevere un ciclo completo di radioterapia nella metà del tempo - tre settimane di trattamenti giornalieri vs 5-7 settimane. Inoltre, il costo di questo trattamento è inferiore rispetto al costo della radiazione seno intera standard ed è anche meno costoso di altri nuovi approcci, come parziale irradiazione della mammella (brachiterapia seno).




"Studi condotti in Europa e Canada hanno usato programmi accelerati di radioterapia al seno con risultati favorevoli riportati sul più lungo follow-up. Negli Stati Uniti, tuttavia, ci sono dati limitati su questo argomento", ha detto il dottor Chadha. "Inoltre, la tecnica di radioterapia utilizzato nel nostro studio è diversa dalle esperienze precedentemente pubblicati. Per ogni paziente, abbiamo sviluppato un conforme, piano personalizzato utilizzando i dati dosimetrici tridimensionali derivanti dalle specifiche immagini TC dei pazienti. Il trattamento radiante è stato consegnato al seno intero utilizzando un programma ipofrazionata accelerata, con la consegna simultanea di una dose spinta data la posizione esatta da cui il tumore è stato rimosso. "

Molte donne con carcinoma mammario in stadio precoce sottoposti a terapia conserving seno. In genere, questo significa che prima avere un intervento chirurgico per rimuovere il tumore visibile (un lumpectomy), e quindi ricevere un ciclo di radioterapia per uccidere eventuali cellule tumorali microscopiche che possono rimanere. Il trattamento intero livello di radiazioni al seno richiede da 15 a 30 minuti ogni giorno, dal Lunedì al Venerdì, per 5-7 settimane.

A partire dal giugno 2004, i ricercatori hanno studiato 112 donne con carcinoma mammario in fase iniziale che ha ricevuto accelerata irradiazione della mammella intera ipofrazionata più spinta concomitante. I risultati sono stati riportati in 105 pazienti che avevano completato la terapia e aveva un minimo di sei mesi di follow up. Il gruppo di pazienti ha avuto piccoli tumori al seno che non si era diffuso ai linfonodi. Le donne con cancro al seno in fase precoce che hanno ricevuto chemioterapia o radiazioni sottoposti ai linfonodi sono stati esclusi dallo studio. I pazienti sono stati seguiti a intervalli regolari dopo il completamento del trattamento.

I risultati mostrano che il cancro non ha restituito al sito originale o alla regione circostante in queste donne. Il follow-up dello studio era di due anni. La sopravvivenza era superiore al 95 per cento per i pazienti con cinque anni di follow up. Lo studio mostra inoltre non ci sono stati significativi effetti collaterali fisici o estetici del trattamento con radiazioni.

In un'epoca di cure personalizzate, Dr. Chadha sottolinea, "Le donne con carcinoma mammario in fase precoce interessati a questo corso breve dovrebbero chiedere ai loro oncologi su questa opzione per valutare se è adatto per il loro singolo caso."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha