Trovare il cancro 'punti freddi "può aiutare a minimizzare radioterapia effetti collaterali

Giugno 12, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Ottimizzazione radioterapia per tenere conto che parte del tumore di un paziente sono in crescita più rapida potrebbe migliorare il controllo del cancro, mentre sottoponendo i pazienti a basse dosi di radiazioni, i ricercatori olandesi hanno riferito al 2 ° European Lung Cancer Conference.

"L'unico problema in radioterapia è ridurre al minimo gli effetti collaterali", afferma il capo ricercatore Dr. Christian Siedschlag dal Cancer Institute olandese. "Se si potesse colpire il tumore con arbitrariamente alte dosi, senza doversi preoccupare di complicazioni, tutte le cellule tumorali possono essere uccisi con il 100 per cento di certezza. Purtroppo questo non è il caso, quindi, si deve prendere tutte le possibilità per gestire non più dosi di quanto sia assolutamente necessario. "

Con questo in mente, i ricercatori olandesi hanno esaminato se alcune aree di un tumore potrebbe non essere necessario irradiati, facendo così diminuire la dose globale e limitare i danni, ottenendo lo stesso effetto terapeutico.




Lo strumento hanno usato per fare questo è una forma di tomografia ad emissione di positroni chiamato FDG PET. Scansioni PET misurare il metabolismo del glucosio di un tumore iniettando 'zucchero radioattivi' e misurando dove la radioattività (e quindi dello zucchero) viene assorbito nel corpo.

I tumori hanno un aumento del metabolismo, rispetto al tessuto normale, che li rende presentarsi bene su scansioni PET. Nella maggior parte dei casi, i tumori polmonari sono visibili su scansioni PET come una sfera luminosa, con la massima intensità in mezzo.

"A volte, tuttavia, la forma del tumore su una scansione PET è più irregolare, ad esempio a forma di ciambella con un 'punto freddo' nel mezzo o con un 'punto freddo' (o 'zona fredda') in forma di boomerang una parte ", spiega il dottor Siedschlag. "La domanda di fondo che questo studio è stato motivato: possiamo dare la dose di radiazioni inferiore a questi punti freddi Se si è scoperto che queste aree fredde mostrano meno segnale su una scansione PET, perché ci sono le cellule tumorali meno attivi, allora la risposta sarebbe sì . Tuttavia, potrebbe anche essere che lo zucchero radioattivi non raggiunge i punti freddi per altri motivi. "

Nel corso della riunione ELCC, il gruppo annuncia i risultati preliminari dimostrano che in effetti, nella maggior parte dei casi i punti freddi sono costituiti da cellule tumorali morte. In 7 su 61 pazienti che vedevano i punti freddi su scansioni PET. Esame chirurgico ha mostrato che in cinque casi, queste macchie erano infatti cellule morte.

"Diminuendo le dosi somministrate ai punti freddi, si potrebbe essere in grado di aumentare la dose somministrata al resto del tumore, mantenendo la dose tessuto normale costante. Oppure si può mantenere la dose somministrata al resto del tumore costante, che porterebbe a meno effetti collaterali, con un risultato terapeutico identica. "

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha