Tumore Novel soppressore Scoperto

Maggio 22, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

La Jolla Institute for Allergy & Immunology ricercatori che studiano un enzima creduto di svolgere un ruolo nella comparsa di allergia, invece hanno scoperto il suo ruolo in precedenza sconosciuto, come un soppressore del tumore che può essere importante nelle malattie mieloproliferative e alcuni tipi di linfoma e leucemia. Malattie mieloproliferative sono un gruppo di malattie caratterizzate da una sovrapproduzione di cellule del sangue dal midollo osseo e includono la leucemia mieloide cronica. Linfoma e la leucemia sono tumori del sangue.

"PLC-beta 3 è un enzima, ma la funzione che abbiamo trovato era una funzione completamente diversa che nessuno sapeva che era - come un soppressore del tumore", ha detto del Jolla Institute La Toshiaki Kawakami, MD, Ph.D., che ha guidato il team di ricerca. Lo studio, condotto su modelli animali, potrebbe portare allo sviluppo di nuove terapie dirette verso il controllo di questo meccanismo cellulare appena scoperto.

Tony Hunter, Ph.D., direttore del Salk Institute Cancer Center e professore di molecolare del Salk e Laboratorio di Biologia Cellulare, chiamato trovando un passo "importante" nel promuovere la comprensione dei tumori del sangue. "E 'molto interessante il fatto che questa molecola agisce in questo modo indipendentemente dalla sua attività enzimatica," ha detto. "E 'piuttosto una scoperta inaspettata e ha sicuramente il potenziale per aiutare la comunità scientifica a capire i meccanismi che portano ad alcuni tipi di leucemia."




I risultati sono stati pubblicati oggi online sulla rivista Cancer Cell in un articolo intitolato "Tumor Suppression dalla fosfolipasi C-3 via SHP-1-Mediated Defosforilazione di STAT5." Ricercatori provenienti da UC San Diego Cancer Center, University of Alabama e la University of Western Ontario hanno contribuito allo studio.

Dr. Kawakami ha detto che lui e il suo team di ricerca ha ottenuto il primo sentore di qualcosa di inaspettato abbastanza presto nei loro esperimenti. "Volevamo capire meglio possibile ruolo del PLC-beta 3 di enzima come un percorso di segnalazione in asma e altre malattie allergiche, così abbiamo iniziato a lavorare con i topi geneticamente modificati per non avere quel enzima," ha detto. "Abbiamo notato che questi topi hanno sviluppato una strana fenotipo -. Mieloproliferazione e una varietà di tumori, tra cui linfomi e alcuni carcinomi"

Dr. Kawakami detto questo fenomeno sorprendente suggerito che PLC-beta 3 ha agito come salvaguardia che inibisce lo sviluppo di una varietà di tumori. Lui e la sua squadra di cui per indagare ulteriormente, scegliendo di concentrarsi specificamente sulle malattie mieloproliferative perché quasi tutti i topi con un difetto PLC-beta 3 gene infine sviluppato una grave malattia mieloproliferativa.

La squadra ha determinato che la produzione tumore incernierato sulla capacità PLC-beta 3 di bloccare l'azione di STAT5, una proteina di trascrizione che può passare molti geni noti per controllare la proliferazione cellulare, la sopravvivenza e, nel caso delle cellule staminali del sangue, per promuovere lo sviluppo delle cellule mieloidi. Malattie mieloproliferative sviluppano quando le cellule mieloidi - che rendono alcuni tipi di globuli bianchi cellule diventano iperattiva. "In assenza del PLC-beta 3 proteine, STAT5 entra in uno stato di attivazione costante, causando lo sviluppo di cellule mieloidi anormali", ha detto il dottor Kawakami. Le cellule anomale, che sono essenzialmente le cellule tumorali, diventano iperattiva e producono troppi globuli portano a malattie mieloproliferative, ha spiegato.

I ricercatori hanno anche testato la constatazione introducendo una forma inattiva di STAT5 in PLC-beta 3 topi deficienti. "Questo soppresso malattie mieloproliferative in questi topi", ha continuato il dottor Kawakami.

Dr. Kawakami ha detto il suo team di ricerca ha ottenuto risultati simili nei test di cellule umane di pazienti affetti da linfoma di Burkitt, un tipo aggressivo di linfoma a cellule B che si verifica più spesso nei bambini e nei giovani adulti. "Cellule di linfoma di Burkitt Alcuni hanno ben poco PLC-beta 3 espressione e sono molto alti livelli di attività STAT5, che è simile ai nostri risultati in malattie mieloproliferative," ha detto. "Abbiamo anche fatto test cellula umana in alcuni altri linfomi e leucemie - tra cui la leucemia mieloide - indicando che queste malattie anche usare questo meccanismo (bassa espressione di PLC-beta 3 e alta attività STAT5)."

Dr. Kawakami ha aggiunto che molto lavoro deve ancora essere fatto. "I nostri risultati hanno bisogno di essere esplorato in altri tumori. E, naturalmente, la sua applicazione in malattie umane necessita di ulteriori studi. Ma speriamo altri ricercatori saranno incoraggiati dal nostro lavoro e che vi verrà chiesto non solo ulteriori analisi del ruolo di questo meccanismo in varie malattie, ma i tentativi di sviluppare farmaci che aumentano PLC-beta 3 nelle cellule bersaglio. "

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha