Tutti i grassi sono uguali: alcuni grassi può proteggere il cuore

Maggio 14, 2016 Admin Salute 0 6
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

DALLAS, 14 SET - limitando la quantità di grassi saturi, come il burro o grassi animali, nella vostra dieta è una buona idea. Ora l'American Heart Association raccomanda di sostituire alcuni di che i grassi saturi con grassi monoinsaturi o polinsaturi. Grassi monoinsaturi è abbondante in olio d'oliva e di colza. Grassi polinsaturi si trovano in mais o olio di soia.

Segnalazione nel numero odierno di Circulation: Journal of Penny American Heart Association M. Kris-Etherton, Ph.D., RD, l'autore della dichiarazione e membro del Comitato di Nutrizione American Heart Association, dice: "Gli studi precedenti hanno associato una dieta in stile mediterraneo, con un minor rischio di malattie cardiache. Queste diete sono ricchi di grassi monoinsaturi, l'olio di oliva in primo luogo ", spiega Kris-Etherton.

Altre buone fonti di grassi monoinsaturi sono arachidi e altre noci, avocado e olive. Noci, semi e pesce sono buone fonti di grassi polinsaturi.




"Questi studi ci dicono che il tipo di grasso può essere importante quanto quanto di esso si mangia", dice.

Molti americani hanno cercato di tagliare il grasso dalla loro dieta mangiando più cereali, frutta, verdura e altri carboidrati. Tale dieta tende ad abbassare il colesterolo LDL, il cosiddetto colesterolo 'cattivo'. Tuttavia, le diete ad alto contenuto di carboidrati possono anche ridurre il colesterolo 'buono', HDL, trigliceridi ed aumentare. I vasi sanguigni per il criterio di un accumulo di colesterolo LDL sono più probabilità di essere bloccato da coaguli di sangue, provocando un attacco di cuore o ictus.

Kris-Etherton dice una dieta contenente grassi monoinsaturi o polinsaturi non riduce il colesterolo HDL di una persona.

"Alcuni studi hanno trovato che questi grassi monoinsaturi e polinsaturi possono rendere le piastrine - componenti di coagulazione nel sangue - meno appiccicoso e meno probabilità di formare coaguli," dice. Coaguli di sangue nei vasi sanguigni possono scatenare un attacco di cuore o ictus.

"Gli acidi grassi monoinsaturi possono aiutare a dissolvere i coaguli se lo fanno forma", spiega Kris-Etherton, un illustre professore di nutrizione presso la Penn State University.

Un altro vantaggio è che una dieta più elevato di grassi monoinsaturi o polinsaturi può contribuire a migliorare il controllo del colesterolo nel sangue nelle persone con diabete di tipo II meglio di una dieta molto ricca di carboidrati. Tuttavia, le persone con diabete di tipo II devono continuare a mantenere il loro peso sotto controllo. Sostituendo i grassi insaturi per i carboidrati evita la riduzione del colesterolo HDL e l'aumento dei livelli triglyeride associati con le diete ad alto contenuto di carboidrati.

Kris-Etherton sottolinea l'importanza di controllare l'assunzione totale di calorie per evitare l'aumento di peso nei soggetti con diabete, una malattia che si verifica quando il corpo produce insulina, ma non può usare in modo efficiente. Il numero di persone colpite dalla malattia è destinato a crescere con l'invecchiamento della popolazione.

"Questo è particolarmente importante, a causa del numero crescente di individui che sono in sovrappeso e obesi," dice.

Linee guida dietetiche attuali L'American Heart Association raccomandano di limitare il consumo totale di grassi a non più del 30 per cento delle calorie giornaliere. I grassi saturi dovrebbe comprendere non più di 8 a 10 per cento delle calorie totali, grassi insaturi e totale dovrebbero essere limitate a non più di 20 a 22 per cento del totale delle calorie giornaliere.

"Lavorare in questi intervalli di grassi permette una notevole flessibilità nella pianificazione della dieta", spiega Kris-Etherton.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha