Un'alternativa agli antibiotici

Aprile 21, 2016 Admin Salute 0 6
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Sempre più agenti patogeni stanno diventando immuni agli antibiotici. Alcuni batteri non possono più essere combattute. L'Organizzazione Mondiale della Sanità OMS sta avvertendo sulla resistenza ai farmaci che erano una volta così potente. Direttore generale dell'OMS Margaret Chan ha sottolineato che, se le misure non sono prese in fretta, potrebbe presto non essere possibile trattamento di diverse infezioni che si verificano di frequente. I dati diffusi dall'OMS mostrano che nel 2010 quasi la metà-un-milione di persone sono state infettate con un ceppo di tubercolosi resistente a molti antibiotici - un terzo delle persone infettate sono morte. L'organizzazione afferma che la crescente diffusione di patogeni resistenti è attribuibile all'uso indiscriminato della penicillina e altri antibiotici. I ricercatori dell'Istituto Fraunhofer per la terapia cellulare e Immunologia IZI a Lipsia hanno trovato una alternativa agli antibiotici stabiliti. In futuro, i peptidi antimicrobici prenderanno la battaglia contro gli agenti patogeni.

"Abbiamo già individuato 20 di queste brevi catene di aminoacidi che uccidono numerosi microbi, tra cui enterococchi, lieviti e muffe, oltre a batteri patogeni umani, come Streptococcus mutans, che si trovano nella cavità orale umano e provoca la carie dentaria. Anche l'ospedale bug multi-resistente Staphylococcus aureus non è immune, e nei nostri test la sua crescita è stata notevolmente inibita ", dice il Dr. Andreas Schubert, responsabile del gruppo a Fraunhofer IZI.




Dal familiari fungicida e battericida peptidi i ricercatori hanno prodotto variazioni di sequenza e testati in vitro su vari microbi. Batteri putrefattivi, per esempio, sono stati incubati per un'ora con i peptidi antimicrobici prodotte artificialmente. Poiché i nuovi peptidi contengono residui amminoacidici cationici, possono legarsi con la membrana batterica caricato negativamente e penetrarla. Nelle loro prove i ricercatori hanno confrontato la sopravvivenza dei patogeni con un testimone non trattato. Gli esperti concentrati su peptidi con una lunghezza inferiore a 20 aminoacidi.

"Peptidi antibiotici sbloccare il loro effetto microbicida in pochi minuti. Opera anche ad una concentrazione inferiore a 1 mM, rispetto antibiotici convenzionali che richiedono una concentrazione di 10 pM," afferma Schubert, riassume i risultati del test. "Lo spettro di efficacia dei peptidi testati comprende non solo i batteri e muffe, ma anche virus lipidi-avvolto. Un altro fattore chiave è che i peptidi individuati nei nostri test non danneggiano le cellule sane del corpo", spiega lo scienziato.

Il settore alimentare potrebbe anche beneficiare dei peptidi antimicrobici dato che la contaminazione batterica dei prodotti alimentari costa miliardi di settore ogni anno. Lattuga fresca e altre insalate, per esempio, sono gravemente contaminati da lieviti e muffe. La shelf-life dei prodotti alimentari potrebbe essere migliorata aggiungendo peptidi antimicrobici durante il processo produttivo. "Questa è una possibilità definita perché i peptidi a catena corta testati durante il progetto non presentano alcun rischio allergologico on che viene aggiunto ai prodotti alimentari", dice Schubert. Società con sede a Magdeburg ЦHMI Analytic GmbH è il partner di progetto per lo sviluppo di peptidi per insalata. Il ricercatore è convinto che esistono molte applicazioni possibili, anche in costruzione di macchine - ad esempio per mantenere i fluidi idraulici libera di microbi. Come passo successivo l'esperto e il suo team stanno andando a testare i peptidi antimicrobici in vivo su modelli di infezione.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha