Un intestino pieno di probiotici per il vostro neurologico benessere

Agosto 9, 2015 Admin Salute 0 6
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Probiotici, spesso indicati come 'batteri buoni', sono noti per promuovere un intestino sano, ma possono promuovere una mente sana? Esplorare il nuovo mondo dei probiotici neurologici, i ricercatori in BioEssays presentano nuove idee su come neurochemicals consegnate direttamente l'intestino, con probiotici microbiota intestinale, esercitano i loro effetti benefici nel mantenimento della salute gastrointestinale e anche il benessere psicologico.

La ricerca, guidata dal professor Mark Lyte da Texas Tech University Health Sciences Center, propone che, attraverso un processo di unificazione di endocrinologia microbica, probiotici neurochimici-produzione potrebbe agire come un meccanismo di consegna per i composti neuroattivi che potrebbero migliorare gastrointestinale di un host e salute psicologica.

"Questo documento propone un nuovo campo di endocrinologia microbica, dove microbiologia incontra neuroscienze", ha detto Lyte. "C'è già prove che suggeriscono che il collegamento tra microbi intestinali e il sistema nervoso rappresenta un percorso praticabile per influenzare la funzione neurologica. Un recente studio nei topi, per esempio, ha mostrato che la presenza di sostanze neurochimiche tale serotonina nel sangue era dovuto captazione diretta dall'intestino. "




Nella sua ipotesi Professor Lyte considera la selezione dei probiotici, come lattobacilli e bifidobatteri, e come l'assorbimento attivo di sostanze neurochimiche, generato da batteri nell'intestino e fatto circolare attraverso flusso sanguigno di un paziente, rappresenta un percorso di probiotici per esercitare effetti extra-intestinali compresa cambiamenti comportamentali.

Scrivendo in un pezzo commento nello stesso numero di BioEssays Dr Gregor Reid, dalla University of Western Ontario, delinea alcuni dei potenziali implicazioni cliniche di questa ricerca.

"Fino a poco l'idea che i batteri probiotici somministrati per l'intestino potrebbe influenzare il cervello sembrava quasi surreale", ha detto Reid, "Ma in carta di Lyte il concetto è supportato da studi che dimostrano che i microbi possono produrre e rispondere alle sostanze neurochimiche, che può indurre neurologico e effetti immunologici sull'host. "

"La ricerca presenta un'idea per la selezione di ceppi probiotici con le applicazioni neurologiche e collegando questo con effetti immuno-modulatori, evidenziando il fatto che ceppi microbici già ampiamente ingerito con gli alimenti fermentati possono produrre sostanze neurochimiche," ha concluso Reid. "Questo potrebbe significare che il trattamento coadiuvante per le persone affette da alcuni tipi di problemi di salute mentale è un trapianto fecale? Cibo per la mente."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha