Un meccanismo per lo sviluppo di condizioni associate all'obesità

Aprile 15, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Endocannabinoidi sono sostanze prodotte da diverse cellule del corpo che sono molto simili a composti trovati in piante di cannabis. Essi sono stati implicati nello sviluppo di molti effetti di una dieta ricca di grassi, tra cui molti fattori di rischio per il diabete di tipo 2: l'obesità, insulino-resistenza, resistenza alla leptina, e dislipidemia. È importante determinare se questi effetti degli endocannabinoidi avvengono tramite attivazione del CB1 proteine ​​nel cervello, fegato, o altri tessuti, come il potenziale terapeutico di farmaci che agiscono CB1 è attualmente limitata dagli effetti collaterali di mira CB1 nel cervello, ansia e depressione.

Tuttavia, la nuova comprensione di questo problema è ora stato fornito da George Kunos e colleghi, presso il National Institutes of Health, Rockville, attraverso l'analisi di topi privi CB1 solo nel fegato. I ricercatori riferiscono le loro constatazioni nel 1 agosto del Journal of Clinical Investigation.

Simile a topi normali, quando i topi privi CB1 solo nel fegato sono stati alimentati con una dieta ad alto contenuto di grassi sono diventati obesi. Tuttavia, essi hanno mostrato meno grave resistenza all'insulina, resistenza alla leptina, e dislipidemia rispetto ai topi normali. Sono esposti anche meno gravi di grassi indotta dalla dieta fegato grasso, cosa che aumenta il rischio di sviluppare cirrosi epatica.




I dati indicano che l'obesità indotta dalla dieta ricca di grassi è influenzata da CB1 trovato in tessuti diversi dal fegato e che CB1 specifico fegato è necessario per lo sviluppo di alta grassi indotta dalla dieta fegato grasso e ormonali e cambiamenti metabolici che si verificano come risultato di una tale dieta, aumentando il rischio di diabete di tipo 2. Gli autori suggeriscono quindi che il targeting CB1 fegato potrebbe fornire un modo efficace per il trattamento di condizioni mediche correlate all'obesità, senza gli effetti collaterali di mira CB1 nel cervello.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha